welcome in the " room of the thought"
Google

Non esiste un talento istantaneo .
Non esiste un attitudine nata dal nulla .
Nulla si crea ,nulla si distrugge , ma ,
tutto si trasforma.
Tutto nasce da un esperienza vissuta.
Tale esperienza fatta di piccoli pezzi di un
puzzle immenso sparsi in ogni dove ,
si trasforma in stadi di percezione.
Gli stadi di percezione si trasformano
in strati di pensiero.
Gli strati di pensiero si trasformano
in vibrazioni emozionali.
Le vibrazioni emozionali fanno da cornice
al nostro percorso esistenziale;
all’interno di questa cornice c’è la più
splendida opera d’arte : l’essere umano.


Alchimista Metafisico



Il dualismo tra bene e male che è parte dell’ego umano,
è una prova evolutiva di discernimento che segue una legge
universale di libero arbitrio.






LA STANZA DEL PENSIERO




L'alchimia è la ricerca interiore dell'essenza esistenziale;
un interpetrazione filosofale di vita.


La metafisica è una visione dualista tra spirito e materia.











Non esiste un dogma di verità assoluta.
La verità è come un diamante dalle mille sfaccettature.
Ogni sfaccettatura brilla di luce propria.
Ogni essere umano riflette questa luce
nello specchio della propria vita.



Alchimista Metafisico





Tutte le verità sono facili da comprendere
una volta che siano scoperte.....
Il punto sta nel scoprirle.


Galileo Galilei






Che cos'è la verità?
Inerzia......
E' l'ipotesi che ci rende soddisfatti
con il minimo dispendio di forza intellettuale.



Fredrich nietzsch






Per le insidie , le difficoltà e le battaglie
intraprese nella vita quotidiana ,
ogni essere umano è merito di grande rispetto.



Alchimista Metafisico







Il sapere è il solo bene che i tiranni non possono alienare.
Solo la morte può oscurare
la luce della conoscenza che è dentro di te.
La vera ricchezza di una nazione non è nel suo oro e argento,
ma nel sapere, nella saggezza e nella rettitudine dei suoi figli.



Kahlil Gibran







La forza non proviene dal corpo.
La forza proviene dalla mente .
In essa è racchiusa un energia straordinaria che,
per bruciare ha bisogno di un particolare combustibile.
Tale combustibile è l’emozionalità vibratoria della nostra anima.



Alchimista Metafisico










La combustione è un processo fisico-chimico che
l'uomo utilizza come tecnologia base
per lo sviluppo di svariati processi.
Per avvenire , esso ha bisogno di due componenti
fondamentali : combustibile e comburente.
Il combustibile può essere: petrolio, gas, legno,ecc..
Il comburente è l'ossigeno.
Noi sfruttiamo la combustione per produrre
essenzialmente energia.
Tutto si muove attraverso essa.
Tutto è energia.
Anche l'essere umano per vivere ha costantemente
bisogno di energaia, che assorbe sotto forma
di lipidi, proteine, carboidrati , vitamine.
L'uomo però " nelle parole eterne di Cristo "
non ha bisogno di solo pane.
L'uomo infatti è una creatura metafisica
dove spirito e materia si fondfono
in una perfetta essenza armonica.
Egli quindi per vivere e mantenere acceso
il focolare della propria vita ha anche bisogno delle emozioni.
Amando la natura , i nostri simili , il mondo
e tutto ciò che ci circonda senza fine personale
ci viene restitiuita questa energia straordinaria
che alimenta la scintilla divina della nostra anima.



Alchimista Metafisico










La perseveranza è la chiave che permette
di aprire lo scrigno ove all’interno
è custodito lo splendido mistero della vita.



Alchimista Metafisico










Non lasciar che l’ebbrezza funesta di un istante
possa renderti schiavo per il resto del tempo.
Combatti il piacere di quel tempo e sarai un uomo più libero.



Alchimista Metafisico










I ricordi sono l’equilibrio della bidirezionalità del tempo .



Alchimista Metafisico







La bellezze è l'eternità
che si mira in uno specchio



Kahlil Gibran







Nel percorso alchimista della propria vita
l'uomo va alla ricerca dell'infinito.
Il suo corpo non è immortale,
ma lo sono i suoi ricordi.
Come graffiti indelebili tali ricordi
rimangono incisi nel cuore della sua immortalita'.



Alchimista Metafisico












Una donna quando partorisce
lo fa con grande dolore ,ma
quando la vita è tra le sue braccia
tale sofferenza scompare trasformandosi in immensa gioia ;
tutto si trasforma……
Un opera d’arte nasce sempre da un travaglio metafisico, e
la sua emozione rimane impressa in uno spazio dimensionale
pronta a cavalcare le onde del tempo.



AlchimistaMetafisico










La pittura è l’esasperato tentativo di fissare sulla tela
la mutevolezza dell’attimo.

Giorgio Morandi












L’arte è la vanità che si trasforma in comunicazione.



Alchimista Metafisico












Siamo in questo piano dimensionale
non per conoscere l’ultimo stadio di felicità,
ma per trovare la strada che ci conduca ad essa
per poi attraversarla e viverla accarezzandola nella pienezza dei tempi.



Alchimista Metafisico












L’essere umano supera l’animale con la parola,
ma col silenzio supera se stesso.



Gigi D’Agostino










Il silenzio è una forma primordiale di comunicazione;
un linguaggio universale.
Quando egli si trova nella stanza del pensiero è
immerso nella meditazione ;
tutto tace intorno a lui.
Quando esce da questa stanza il silenzio
si trasforma in una comunicazione emozionale,
multimediale e adimensionale.



Alchimista Metafisico










Una farfalla prima di spiegare le sue ali al vento
e di porre la sua sfida di bellezza ai colori della natura ,
è chiusa nel suo bozzolo,
immersa nella "stanza del pensiero ".


Alchimista Metafisico













Accurati studi aeronautici enunciano che
per la notevole diversa conformità strutturale, corpo – ali ,
un calabrone non potrà mai volare.
Però il calabrone non ha fatto tali studi …e non lo saprà mai ;
.... intanto lui continua a volare...


dal web












Ascolta il tuo cuore…..
Esso conosce tutte le cose



Paulo Coelho











Non ho mai detto che sarebbe stato facile.
Ho solo detto che con il cuore ci sareste arrivati .



Cristo











"...Non credere a quanto ti viene annunciato
come verità dottrinale solo per la forza carismatica di chi lo fa;
né devi credere per un fatto di religione,
di cultura, di casta, o di razza;
né per un'imposizione qualunque, sia pure manifestata in buona fede.
Credi solo se quanto ti viene indicato
trova corrispondenza nella tua anima e
nel sano giudizio che alberga in te.
Solo così sarai un uomo libero e
capace di promulgare, a tua volta, la Verità agli altri."



dal web











Lo straordinario risiede
nel cammino delle persone comuni



Paulo Coelho











L’infinito e l’infinitesimo
sono due parametri importanti
nello studio matematico dei limiti.
L’essere umano rappresenta il punto di equilibrio
tra questi due estremi,
tra il micro e il macro cosmo,
ovvero tra l’infinitamente piccolo e l’infinitesimamente grande.



Alchimista Metafisico






Nel percorso esistenziale della vita ogni essere umano
"anche colui che è avvolto nell'ateismo più assoluto"
prima o poi dovrà scontrarsi con la propria moralità intellettuale.



Alchimista Metafisico











Viaggia insieme a me......
io ti porterò
dove non sei stato mai
e ti mostrerò
le meraviglie del mondo
e quando arriverà il momento in cui andrai
Tu ,
tu guiderai
tu lo insegnerai
ad un altro
un altro
come Te...



Eiffel 65




Importante non è scrivere poesie
che contengano frammenti di emozioni.
L'importante è leggerle
lasciandole albergare dentro noi.



Alchimista Metafisico.

















INTERVISTA A DIO


Ho sognato di intervistare Dio.
" Ti piacerebbe intervistarmi ? "
" Dio mi domando' "
" Se ne hai il tempo gli dissi "
Dio rispose " il mio tempo è l'eternità " , cosa vuoi sapere?
" Cosa ti sorprende più degli uomini?....."
Dio rispose...che si stancano di essere bambini.
Hanno fretta di crescere , poi vorrebbero ritornare bambini.
Che perdono la salute per fare soldi e poi perdono i soldi
per riacquistare la salute; che pensano con ansia al futuro ,
dimenticando il presente; cosi' che non vivono ne nel presente
ne nel futuro ; che vivono come se non dovessero mai morire
e muoiono come se non avessero mai vissuto.
La mano dio Dio prese la mia...
rimase in silenzio per un po...
poi io gli chiesi...
" Padre che lezione di vita desideri che i tuoi figli imparino ?"
Dio rispose con un sorriso:
" che imparino che non possono pretendere di essere amati da tutti,
però ciò che possono fare è lasciarsi amare dagli altri".
" Imparino che cio che vale di più non è quello che posseggono nella vita,
ma , che posseggono la vita stessa.
" Imparino che non è buono paragonarsi agli altri".
" Imparino che una persona ricca non è quella che possiede di più
ma è quella che ha bisogno dell'essenziale ".
" Imparino che bastano pochi secondi per ferire una persona che si
ama , e che ci vogliono molti anni per cicatrizzare la ferita ".
" Imparino a perdonare e a praticare il perdono ".
" Imparino che ci sono persone che vi amano profondamente , ma che non
sanno come esprimere o mostrare i loro sentimenti ".
" Imparino che due persone possono vedere la stessa cosa in modo diverso ".
" Imparino che non si perdona mai abbastanza gli altri ,
però ,sempre bisogna imparare a perdonare se stessi ".
" e imparino che IO SONO SEMPRE QUI ".

.........SEMPRE.....



dal web



LA MASCHERA
L'uomo ha sempre usato
come forma artistica la mascherazione.
Sia nel mondo occidentale, in quello orientale
o asiatico ,e in quello delle popolazioni africane,
la maschera ha sempre ricoperto un ruolo importante
nella tradizione e nelle usanze di una civiltà.
La maschera tuttavia non è solo un esteriorizzazione
di un costume legato alla propria società.
La maschera è essenzialmente un espressione
folcloristica del proprio io interiore.
E' l'intimità nascosta della propria fantasia animica.
Ogni uomo ha il proprio volto.
Ogni volto ha la propria anima.
Ogni anima ha la propria maschera.



Alchimista metafisico




Quando l'uomo si trova ad interagire con la societa',
indossa sempre " una maschera ",
poichè " ella " è in grado di aprire
un autostrada , un varco comunicativo tra noi e
il nostro interlocutore che
nonostante le miriadi di diversita' che ci separino
è un nostro simile creato dalla stessa matrice.
La maschera quindi è un portale dimensionele
che unisce nel linguaggio due e piu uomini
in un'unica essenza comunicativa.




Alchimista Metafisico


LA MUSICA


La musica è una delle più belle forme di comunicazione esistenti.
L'uomo ha da sempre " nel profondo del prorpio io interiore "
bisogno di condividere le proprie " vibrazioni emozionali "
comunicandole.
Tutto ha un suono.
Tutto è musica nell'infinito del cosmo.
La musica è un energia alchimista che
alimenta il battito cardiaco della vita.
Ella ha il potere di rievocare in noi ricordi
contenuti nel nostro hard-disk mentale
ormai soppressi dalla polvere del tempo.
Ha la potenza di amplificare in noi
le nostre sensazioni, i nostri pensieri.
Abbatte lo spazio-tempo
dei lidi più irraggiungibili della nostra bellezza.
Ha la forza e la capacità di destare
la morte dal proprio oblio.
E' un tiepido raggio di meriggio ,
un dolce alito di vento che accarezza
le viscere delle nostre profondità più lontane.
Attraverso la " percezione uditiva " l'uomo ,
trasforma la musica in energia.
Un energia onnipotente, onniscente, onnicreante,
che tutto muove;
che tutto puo';
che viaggia libera nell'iperspazio adimensionale.
Catturarla spetta A NOI......!



Alchimista Metafisico











"La musica è un respiro dell'anima e della coscienza.
E' tramite la musica che l'anima si manifesta sulla terra.
Quando la coscienza superiore si risveglierà nell'uomo,
quando si svilupperanno in lui delle capacità
di percezione più sottili,
comincerà a percepire quella sinfonia grandiosa
che echeggia attraverso gli spazi,
da un capo all'altro dell'universo, e
comprenderà allora il senso profondo della vita.
La musica risveglia nella nostra anima
il ricordo della nostra patria celeste,
la nostalgia del paradiso perduto.
E' uno dei mezzi più potenti,
ancora più potente della pittura o della danza,
perché è immediato, istantaneo..
Immediatamente si risveglia il ricordo che
veniamo dal Cielo e che al Cielo dovremo tornare.
Certamente ci sono musiche che risvegliano
il desiderio di soggiornare
il più a lungo possibile sulla terra,
ma non è questo il vero obiettivo della musica.
La musica è ascoltata da tutti ma
in una Scuola iniziatica,
si impara ad ascoltarla per destare
in sé dei centri spirituali,
per proiettarsi nello spazio, per elevarsi,
per nobilitarsi, per purificarsi e
anche per trovare la soluzione alle proprie difficoltà."



Fratellanza Bianca Cosmica









Il ricordo del paradiso passato
perso nel presente,
sussurra nel nostro silenzio meditativo
una musica arpeggiante come musa ispiratrice
di una riconquista futura.



Alchimista Metafisico






DAL WEB


Volate tra Materia e Spirito , abbandonatevi al flusso ,
dimorando sempre nelle energie del vostro Se’.
Ampliate i vostri confini e consapevolezza
perché lo spazio ed il tempo
sono limiti per la mente ma non per il cuore.



Fratellanza Bianca Cosmica







L'uomo non acquisirà mai la conoscenza istantanea
attraverso un libro o uno studio qualunque esso sia.
La conoscenza è soprattutto esperienza di vita.






Il volo


Apri gli occhi e guarda......
Attraversa la nebbia...
Scavalca la grande muraglia.
La piu' grande battaglia di tutti i tempi è con te stesso.
Con te stesso!
Non disperdere l'amore che vive in te , ma custodiscilo
con quanto hai di più prezioso e , l'amore custodirà te.
Non trascurare coloro che ti sono vicini e che contano su di te;
trascureresti te stesso.
Ogni tanto fa una sosta, fermati e rifletti su quanto hai fatto
e stai facendo , se non ti riconosci in ciò che hai costruito
abbattine persino le fonfdamenta, ricomincia di nuovo.
Se rifletterai spesso , avrai poco da demolire,
se rifletterai troppo non costruirai nulla.
Sii il primo giudice severo di te stesso , ma non vivere condannandoti.
Lasciaglielo fare agli altri , perchè qualcuno dovrà pur farlo..
Piuttosto prendi a morsi la vita ancor piu' impavidamente di quanto
la vita abbia preso a morsi te , e va verso tutto ciò che è vivo.
Se ami la verità e sei onoesto almeno con te stesso
possiedi gia un ala , ma " il volo " , è un dono riservato a coloro che hanno
il coraggio di esserlo anche con gli altri.
La ragione è un dono dato all'uomo , ma il vero dono è l'uomo non la sua ragione.
Tu possiedi la conoscenza e la ragione, un gabbiano no.
Un gabbiano sa volare , tu no.
Lui non baratterebbe mai mai le sue ali per la tua ragione,
tu si!
Se sei capace di rivolgere un occhio alla tua vita e ,
un altro a quella di molti altri in questo mondo che
chiamerebbero la tua un " paradiso " , sei sei capace di non voltarti
e di non dimenticare , allora possiedi anche un altra ala e
per certo sarà " il volo " la tua ricompensa.
Non parlare dell'amore perchè solo l'amore può e sa
spiegare se stesso , semplicemente , AMA !
Solo colui che non si aspetta nulla è veramente libero!
Non credermi......ma riflettici



dal wew













L'ESSERE ANIMICO DEL BAMBINO



«La fantasia infantile è capace di una tale intensità
di cui raramente l’adulto possa farsi un’idea.
Non si tratta solamente di un semplice inventare
rappresentazioni immaginative più o meno lontane dalla realtà.
Con la sua forza animica, il bambino entra in una sfera che l’adulto,
se non è un artista, non raggiunge più.
Come l’uomo artista penetra più profondamente
nell’essere del mondo e giunge a vera conoscenza,
così il bambino, però in modo inconsapevole,
è legato più profondamente alla sua essenza.
Egli si spinge ancora fino all’essenziale delle cose.
Ciò può manifestarsi in una specie di visione primitiva.
I bambini vedono più degli adulti».


Caroline von Heydebrand
Fior di Pesco Edizioni (distribuita da Editrice Antroposofica)

I GRAFFITI


Nella storia della primordiale evoluzione dell'uomo,
quando ancora egli, non conosceva
una forma fonetica e strutturale di linguaggio
per comunicare usava il simbolismo.
Reperti archeologi " millenari " testimoniano
l'uso di graffiti in molte caverne
" la prima casa dell'uomo ".
Questi graffiti quindi venivano usati
come forme di comunicazionee e di espressione.
Col passare del tempo il " graffitismo"
ha subito un evoluzione sensuale
trasformandosi in " pittura ".
Oggi pero' il graffito nel nostro presente
conserva il suo fascino " comunicativo "
mutandosi in una pioggia armonica di colore.
Travalicando il suo spirito di liberta'si muta
in arte di strada, dove l'artista puo esprimersi
senza limitazioni spaziali.



Alchimista Metafisico





LA SPIAGGIA DELLA PACE


L'umanità ha sempre barattato
un po della sua felicità per un po di sicurezza.



Freud







Quando l'uomo nel mezzo del cammino di sua vita
si trova inevitabilmente in mezzo ad un mare in tempesta
seguendo esclusivamente il suo ego,
egli cerca un appiglio di salvezza,
uno scoglio stabile su cui ancorarsi,
in attesa che la tempesta passi.
Ma l'istinto dell'ego profuso alla sola ragione,
a volte preclude la scoperta e la conquista
di nuovi lidi di bellezza.
Se una tempesta arrivasse per trascinare l'uomo
verso una nuova isola di felicità ,
sarebbe bene che l'uomo non trovasse
mai quello scoglio di stabilita'.



Alchimista Metafisico






IL SETTIMO SENSO

Fin dalla sua nascita l'essere umano
possiede cinque sensi :
la vista, l'udito , l'olfatto ,il gusto , il tatto.
Questi sensi , ci danno la percezione del mondo circostante,
ovvero della " terza dimensione " in cui siamo chiamati
ad un esperienza dualista che possa ampliare
il nostro bagaglio di conoscenza e consapevolezza.
Tuttavia in alcuni momenti della nostra vita
ci accorgiamo di possedere e di provare sensazioni
che travalicano la semplice percezione dei cinque sensi.
Le emozioni associate all'intuizione rappresentano
questo qualcosa in piu' che percepiamo:
il " sesto senso ".
Ma l'essere umano è un creatura straordinaria che
racchiude in se qualcosa ancora di piu' grande.
Questo " qualcosa di piu' grande " che alcuni maestri
riescono a raggiungere dopo un lungo cammino
nel sentiero della conoscenza ,
e al quale tutti noi siamo chiamati come fine ultimo
di questa nostra esperienza terrena nel presente,
è la " coscenza cristica ".
La coscenza cristica rappresenta il nostro " settimo senso ".



Alchimista Metafisico










IL VOLO DELL'AQUILONE
Nella primavera della vita l'uomo sperimenta
una fase del suo essere primordiale.
In questa fase egli è un bambino indifeso
con uno stato di pensiero " embrionale ".
In tale stato d'essere tuttavia egli possiede
un ottica magica della vita.
Non ha preconcetti strutturati da una societa' ,
non ha radici che fermano la sua fantasia,
ma è libero di lanciare nel cielo il suo pensiero.
Questo pensiero è come un " aquilone "
che sfiora le ali del vento e accarezza le nubi del cielo.



Alchimista Metafisico


LA LEGGENDA DI UNA GIOVANE MADRE
Un antica leggenda narra........

Una giovane ragazza proveninte da una famiglia agiata
aveva una gran aspirazione che era quella di divenire
un giorno una brava madre.
Era figlia unica e la sua famiglia non gli fece
mai mancare nulla.
Sua madre fu sin da piccola per lei un esempio
d'amore e dedizione.
Per lei era una maestra di vita.
Un giorno disse fra se :
un giorno saro' una brava madre come lei.
Amava molto i bambini e nonostante giovanissima
aveva un forte istinto materno dentro di lei.
Passarono pochi anni quando accadde qualcosa che
gli mutò indelebilmente la vita.
Gli venne pronosticata una malattia che, nonostante
non avrebbe intaccato il suo stato di salute
l'avrebbe impedita di avere bambini e di divenire madre.
La giovane ragazza rimase molto sconcertata da cio'.
Il sorriso splendente che illuminava il suo volto
non brillava piu' nei suoi fulgidi occhi.
Nulla calmò la sua tristezza ,
neanche le amorevoli consolazioni di sua madre.
Una notte quasi in preda alla disperazione inizio'
a pregare intensamente il suo " DIO ".
Dopo aver molto pregato presa dalla stanchazza si assopi'.
Nel mezzo del sonno gli apparve una luce intensa ,cangiante.
Una voce tenue e gloriosa gli disse:
perchè sei cosi' triste giovane ragazza ?
La ragazza in un primo momento fu sorpresa da quella voce ,
ma con un gran enfasi rispose a quella domanda :
sono triste e ansiosa per la mia malattia ,
amo molto i bambini e vorrei divenire madre ,
ma non posso.
Quella voce che gli apparve in un turbine di luce
per un po rimase in silenzio..
Poi disse:
Cara ragazza ,
se un giorno sarai madre e avrai un figlio , amerai un bambino ;
se un giorno sarai madre e avrai due figli , amerai due bambini....
ma se un giono non sarai madre e non avrai nessun figlio
amerai tutti i bambini del mondo.....
Da quel giorno " la giovane ragazza " lasciò la sua amata famiglia
e intraprese un lungo viaggio per il mondo ,
in cerca di ogni bambino solo bisognoso di una madre....



Alchimista Metafisico











IL LINGUAGGIO UNIVERSALE DEL SILENZIO
Oggi l'uomo è diviso da un infinita' di molteplicita'.
Nonostante il grande balzo di progresso
nella telecomunicazione...
la civiltà umana è lungi dalla vera conoscenza ,
e comprensione del vero spirito di coesione.
Il lungo cammino fin qui perpetuato non è bastato
a sfumare nell'animo dell'uomo il suo spirito
di imposizione coercitiva.
La bellezza della diversita' è stata considerata
uno sfogo bellico.
La diversa espressione linguistica legata
alle nostre radici etniche ha imposto una
discriminazione geopolitica.
Forse migliaia di anni fà ,
quando l'uomo non conosceva la parola,
l'umanità era piu' unita di quanto lo sia oggi.
Abbiamo dimenticato il linguaggio gestuale di allora.
Basterebbe ascoltare il nostro silenzio per ricordare
quel linguaggio universale.



Alchimista Metafisico











NIKOLA TESLA


Il genio è solo tanto , tanto lavoro.


Giuseppe Verdi






La fantasia è l'espressione piu' alta del genio


Albert Einstein








Il progressivo sviluppo dell'uomo dipende dalle invenzioni.
Esse sono il risultato più importante
delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è
il dominio completo della mente sul mondo materiale,
il conseguimento della possibilità di incanalare
le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.


La scenza ,che non persegue come fine ultimo
il benessere dell'umanita' degenera
nella perversione di se stessa.



Nikola Tesla







Nicola Tesla rappresenta nella storia della nostra civilta'
il ricordo perduto della coscenza consapevole dell'uomo.
La scenza al servizio della temperanza.



Alchimista Metafisico






L'uomo non potra' apprezzare integralmente un valore
senza mai averlo perso nella sua totalita'o parzialita'.
Il ricordo della coscenza consapevole
vige ancora nei nostri atavici ricordi.
Come tamburi battenti tali ricordi echeggiano melodicamente
nella mutevolezza silente del nostro passato.



Alchimista Metafisico



CHE GUEVARA

Ognuno di noi da solo non vale nulla




La vera rivoluzione dobbiamo cominciare a farla dentro di noi





Siate sempre capaci di sentire nel più profondo
qualunque ingiustizia commessa contro chiunque ,
in qualunque parte del mondo.





Lasciatemi dire, a rischio di sembrare ridicolo ,
che il vero rivoluzionario
è guidato da grandi sentimenti d'amore.





Vale milioni di volte di più la vita
di un solo essere umano che tutte le proprietà
dell’uomo più ricco della terra.






Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza.





Se io muoio non piangere per me,
fai quello che facevo io e continuerò vivendo in te.






Hasta la victoria siempre!




------------------ Che Guevara -------------------






Anche quando lottando fino
all'ultimo granello di forza
si dovesse rimanere sconfitti,
se si è battagliato per un sano ideale
la sconfitta risorgerà come un araba fenice
dalle proprie ceneri ,
trasformandosi in un eco infinito di vittoria.



Alchimista Metafisico





LA LEGGENDA DI BRUCE LEE


L'espressione di un artista
è la sua anima resa manifesta.




Riusciamo a vedere attraverso gli altri,
soltanto quando vediamo attraverso noi stessi.





La vita è qualcosa che non trova risposta;
dev’essere compresa momento per momento





La fede senza le opere è morta .




Capire richiede non un singolo momento di percezione,
ma una continua consapevolezza,
un continuo stato di ricerca che non ha fine.





La conquista di se stessi è la più grande delle vittorie





Osservate quanto facilmente si spezza l’albero dal tronco più rigido,
mentre il salice sopravvive al vento.
La saldezza senza flessibilità è come un barile senz’acqua,
e la flessibilità senza saldezza è come l’acqua senza barile.




La conoscenza non è sufficiente, dobbiamo applicarla. La volontà non è abbastanza, dobbiamo agire.



Quando non si ha una forma, si può avere qualsiasi forma;
quando non si ha uno stile, si può avere qualsiasi stile.




Usa il non metodo come metodo avendo l'assenza di limiti come limite.





Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile.






L’uomo nel quale splende la verità non conosce la collera





Conoscere sé stessi è studiarsi mentre si agisce con l'altro.






Quando senti dire che il Jeet Kune Do è
diverso da "questo" o da "quello", non ti formalizzare:
è soltanto un nome.



Per quel che riguarda la mia vita, l'arte marziale
possiede un significato molto, molto profondo
in quanto ad essa devo tutto quello che ho imparato come attore,
come praticante, come essere umano.





Basarsi sulla debolezza è forza




In ogni ardente desiderio conta più il desiderio della cosa desiderata.





-------------------- BRUCE LEE ----------------------





La ricerca della perfezione in una disciplina
è un viaggio che ci accompagna all'eccellenza spirutuale.
E' un mezzo per arrivare a un fine ,
dove il mezzo è la materia e il fine è lo spirito.



Alchimista Metafisico









ALBERT EINSTEIN


La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.



Non esitono grandi scoperte nè reale progresso
finché sulla terra esiste un bambino infelice.



Un uomo è vecchio solo quando i rimpianti,
in lui, superano i sogni.



La saggezza non è il risultato di un'educazione,
ma del tentativo di una vita intera di acquisirla.



Lo studio e la ricerca della verità e
della bellezza rappresentano una sfera di attività
in cui è permesso di rimanere bambini per tutta la vita.





Non cercare di diventare un uomo di successo,
ma piuttosto un uomo di valore.



Il ricordo della felicità non é più felicità,
il ricordo del dolore é ancora dolore.





L'arte é l'espressione del pensiero più profondo
nel modo più semplice .





----------------------- Albert Einstein ---------------------------

























GHANDHI


"Se il mondo vorrà la pace,
il solo mezzo per quel fine è la nonviolenza e nient'altro".




"...Ma credo che la nonviolenza sia
infinitamente superiore alla violenza,
il perdono piùn virile del castigo".



"La vittoria è impossibile,
finché non si sia in grado di mantenere la calma
anche di fronte alla più grande provocazione.
La calma sotto tiro è
una qualità indispensabile per un soldato.
Un noncollaboratore non è nessuno, se non riesce a restare calmo e
imperturbato sotto il fuoco intenso della provocazione".




"L'essenza della tecnica nonviolenta è
il suo cercare di liquidare solo gli antagonismi,
non gli antagonisti in sé per sé".



"Il sentiero della nonviolenza richiede
molto più coraggio di quello della violenza".





"Il perdono è la qualità del coraggioso, non del codardo"



Nonviolenza è la forza dell'anima o
l'energia della divinità dentro di noi.
Diventiamo simili a Dio
nella misura in cui realizziamo la nonviolenza".



"La vera felicità dell'uomo sta nell'accontentarsi.
Chi sia insoddisfatto, per quanto possieda,
diventa schiavo dei suoi desideri".




"La conclusione logica del sacrificio di sé è
che l'individuo si sacrifica per la comunità,
la comunità si sacrifica per il distretto,
il distretto per la provincia, la provincia per la nazione
e la nazione per il mondo.
Una goccia strappata dall'oceano perisce inutilmente.
Se rimane parte dell'oceano,
ne condivide la gloria di sorreggere una flotta di poderose navi".



"La vera arte sorgerà ogni qualvolta gli uomini
cominceranno a vedere la Bellezza della Verità".



"Apprendere che nella battaglia della vita
si può facilmente vincere l'odio con l'amore,
la menzogna con la verità,
la violenza con l'abnegazione dovrebbe essere
un elemento fondamentale nell'educazione di un bambino".




"La vera bellezza, dopo tutto, sta nella purezza di cuore".



-------------------------- Ghandhi -------------------


























MADRE TERESA

L'uomo è irragionevole, illogico, egocentrico
NON IMPORTA, AMALO
Se fai il bene, ti attribuiranno secondi fini egoistici
NON IMPORTA, FA' IL BENE
Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai falsi amici e veri nemici
NON IMPORTA, REALIZZALI
Il bene che fai verrà domani dimenticato
NON IMPORTA, FA' IL BENE
L'onestà e la sincerità ti rendono vulnerabile
NON IMPORTA, SII FRANCO E ONESTO
Quello che per anni hai costruito può essere distrutto in un attimo
NON IMPORTA, COSTRUISCI
Se aiuti la gente, se ne risentirà
NON IMPORTA, AIUTALA
Da' al mondo il meglio di te, e ti prenderanno a calci
NON IMPORTA, DA' IL MEGLIO DI TE


Trova il tempo..

Trova il tempo di pensare
Trova il tempo di pregare
Trova il tempo di ridere
È la fonte del potere
È il più grande potere sulla Terra
È la musica dell'anima.

Trova il tempo per giocare
Trova il tempo per amare ed essere amato
Trova il tempo di dare
È il segreto dell'eterna giovinezza
È il privilegio dato da Dio
La giornata è troppo corta per essere egoisti.

Trova il tempo di leggere
Trova il tempo di essere amico
Trova il tempo di lavorare
E' la fonte della saggezza
E' la strada della felicità
E' il prezzo del successo.

Trova il tempo di fare la carità
E' la chiave del Paradiso.

(Iscrizione trovata sul muro
della Casa dei Bambini di Calcutta.)




Ama

Ama finche’ non ti fa male,
e se ti fa male,
proprio per questo sara’ meglio.
Perche’ lamentarsi?
Se accetti la sofferenza
e la offri a Dio, ti dara’ gioia.
La sofferenza
e’ un grande dono di Dio:
chi l’accoglie,
chi ama con tutto il cuore,
chi offre se stesso
ne conosce il valore.




Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.

Però ciò che é importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito e` la colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c`e` una linea di partenza.
Dietro ogni successo c`e` un`altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca cio` che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite…
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arruginisca il ferro che c`e` in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni
non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Pero` non trattenerti mai!




Inno alla vita

La vita è un'opportunità, coglila.
La vita è bellezza, ammirala.
La vita è beatitudine, assaporala.
La vita è un sogno, fanne realtà.

La vita è una sfida, affrontala.
La vita è un dovere, compilo.
La vita è un gioco, giocalo.
La vita è preziosa, abbine cura.

La vita è ricchezza, valorizzala.
La vita è amore, vivilo.
La vita è un mistero, scoprilo.
La vita è promessa, adempila.

La vita è tristezza, superala.
La via è un inno, cantalo.
La vita è una lotta, accettala.
La vita è un'avventura, rischiala.

La vita è la vita, difendila.




La peggiore malattia oggi
e’ il non sentirsi desiderati
ne’ amati, il sentirsi abbandonati.
Vi sono molte persone al mondo
che muoiono di fame,
ma un numero ancora maggiore
muore per mancanza d’amore.
Ognuno ha bisogno di amore.
Ognuno deve sapere
di essere desiderato, di essere amato,
e di essere importante per Dio.
Vi e’ fame d’amore,
e vi e’ fame di Dio.




Ama la vita così com'è
Amala pienamente,senza pretese;
amala quando ti amano o quando ti odiano,
amala quando nessuno ti capisce,
o quando tutti ti comprendono.

Amala quando tutti ti abbandonano,
o quando ti esaltano come un re.
Amala quando ti rubano tutto,
o quando te lo regalano.
Amala quando ha senso
o quando sembra non averlo nemmeno un pò.

Amala nella piena felicità,
o nella solitudine assoluta.
Amala quando sei forte,
o quando ti senti debole.
Amala quando hai paura,
o quando hai una montagna di coraggio.
Amala non soltanto per i grandi piaceri
e le enormi soddisfazioni;
amala anche per le piccolissime gioie.

Amala seppure non ti dà ciò che potrebbe,
amala anche se non è come la vorresti.
Amala ogni volta che nasci
ed ogni volta che stai per morire.
Ma non amare mai senza amore.

Non vivere mai senza vita!




Il giorno più bello? Oggi.
L’ostacolo più grande? La paura.
La cosa più facile? Sbagliarsi.
L’errore più grande? Rinunciare.
La radice di tutti i mali? L’egoismo.
La distrazione migliore? Il lavoro.
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento.
I migliori professionisti? I bambini.
Il primo bisogno? Comunicare.
La felicità più grande? Essere utili agli altri.
Il mistero più grande? La morte.
Il difetto peggiore? Il malumore.
La persona più pericolosa? Quella che mente.
Il sentimento più brutto? Il rancore.
Il regalo più bello? Il perdono.
Quello indispensabile? La famiglia.
La rotta migliore? La via giusta.
La sensazione più piacevole? La pace interiore.
L’accoglienza migliore? Il sorriso.
La miglior medicina? L’ottimismo.
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto.
La forza più grande? La fede.
Le persone più necessarie? I sacerdoti.
La cosa più bella del mondo? L’amore.




Le opere dell’amore
sono sempre opere di pace.
Ogni volta che dividerai
il tuo amore con gli altri,
ti accorgerai della pace
che giunge a te e a loro.
Dove c’e’ pace c’e’ Dio,
e’ cosi’ che Dio riversa pace
e gioia nei nostri cuori.




Siamo solo sassolini buttati nel mare
che fanno increspare l’acqua.




Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.



Sulla Gioia

Un cuore gioioso è il normale risultato
di un cuore che arde d'amore.
Lagioia non è semplicemente una questione di temperamento,
è sempre difficile mantenersi gioiosi:
una ragione di più per dover cercare di attingere
alla gioia e farla crescere nei nostri cuori.

La gioia è preghiera; la gioia è forza; la gioia è amore.
E più dona chi dona con gioia.

Ai bimbi e ai poveri, a tutti coloro che soffrono e sono soli,
donate loro sempre un gaio sorriso;
donate loro non solo le vostre premure, ma anche il vostro cuore.
Può darsi che non si sia in grado di donare molto,
però possiamo sempre donare la gioia
che scaturisce da un cuore colmo d'amore.
Se nel vostro lavoro incontrate difficoltà e le accettate con gioia,
con un largo sorriso, in ciò, al pari di molte altre cose,
vedrete le vostre opere buone.
E il modo migliore per dimostrare la vostra gratitudine
consiste nell'accettare ogni cosa con gioia.

Se sarete colmi di gioia, la gioia risplenderà nei vostri occhi
e nel vostro aspetto, nella vostra conversazione e nel vostro appagamento.
Non sarete in grado di nasconderla poiché la gioia trabocca.

La gioia è assai contagiosa.
Cercate, perciò, di essere sempre
traboccanti di gioia dovunque andiate.

...

La gioia dev'essere uno dei cardini della nostra vita.
E' il pegno di una personalità generosa.
A volte è altresì un manto che avvolge
una vita di sacrificio e di donazione di sé.
Una persona che possiede questa dote spesso raggiunge alti vertici.
Splende come un sole in seno a una comunità.

...

Che Dio vi renda in amore tutto l'amore che avete donato
o tutta la gioia e la pace che avete seminato attorno a voi,
da un capo all'altro del mondo.

IL TRENO QUANTICO



Qualche tempo fa ho letto un libro,
dove la vita veniva paragonata ad un viaggio in treno.
Una lettura molto interessante.......
La vita è come un viaggio in treno:
spesso si sale e si scende , ci sono incidenti,
a qualche fermata ci sono sorprese piacevoli e
a qualcun'altra profonda tristezza.
Quando nasciamo e saliamo sul treno ,
incontraimo persone che ci accompagneranno per tutto il viaggio:
i nostri genitori.
Purtroppo la verità è un altra.
Loro scendono in una stazione e ci lasciano senza il loro amore
e affetto ,senza la loro amicizia e compagnia.
Comunque salgono altre persone sul treno ,
che per noi saranno molto importanti.
Sono i nostri fratelli e sorelle ,nostri amici e tutte le persone
meravigliose che amiamo.
Qualcune di quetse persone che sale,
considerano il viaggio come una piccola passeggiata.
Altri trovano solo tristezza nel loro viaggio .
E poi ci sono altri ancora sul treno sempre presenti
e sempre pronti ad aiutare coloro che ne hanno bisogno.
Qualcuno quando scende lascia una nostagia perenne....
Qualcun' altro sale e riscende subito ,
e lo abbiamo a mala pena notato..
Ci sorprende che qualcuno dei passegeri,
a cui vogliamo piu' bene,
si segga in un altro vagone e che in questo frangente
ci faccia fare il viaggio da soli.
Naturalmente non ci lasciamo frenare da nessuno ,
a prenderci la briga di cercarli e di spingerci
alla loro ricerca nel loro vagone.
Purtroppo qualche volta non possiamo accomodarci al loro fianco ,
perchè il posto al loro fianco è già occupato.
Non fa niente, cosi' è il viaggio:
pieno di sfide , sogni , fantasie ,speranze e addii....
...ma senza ritorno.
Cerchiamno di fare il viaggio nel miglior modo possibile.
Cerchiamo di andare d'accordo con i nostri vicini di viaggio
e cerchiamo il meglio in ogniuno di loro...
Ricordiamoci che in ogni fase del tragitto uno dei nostri compagni
di viaggio può vacillare e possibilmente ha
bisogno della nostra comprensione.
Anche noi vacilleremo spesso e ci sara' qualcuno che ci capirà.
Il grande mistero del viaggio è che non sappiamo
quando scenderemo definitivamente , e tantomeno quando i nostri
compagni di viaggio lo faranno ,neanche colui che sta vicino proprio a noi.
Io penso che mi dispiacerà tanto quando sccenderò per sempre
dal treno......
Si ne sono convinto.
La separazione da tutti gli amici che ho incontarto durante il viaggio,
sarà dolorosa, lasciare i miei cari da soli, sarà molto triste.
Ma ho la speranza che prima o poi arrivi alla stazione centrale e
ho l'impressione di vederli arrivare tutti con un bagaglio,
che quando erano arrivati sul treno ancora non avevano.
Cio che mi renderà felice è il pensiero che ho contribuito ad
aumentare e arricchire il loro bagaglio impreziosendolo.
Voi , tutti i miei amici ,facciamo il possibile per far si
che si faccia un buon viaggio e che alla fine ne sia valsa la pena.
Mettiamocela tutta per lasciare quando scendiamo un posto vuoto ,
che lasci nostalgia e bei ricordi in coloro che proseguono il viaggio.
Ma sopratutto, facciamo il possibole per ritrovarci tutti
in quella stazione centrale , quando il capostazione fermerà definitivamente
questo treno e ci indicherà la via da seguire per un altro grande viaggio........
No, non sarà il viaggio di ritorno ,ma un viaggio che ci porterà
in un atra direzione, quella giusta , quella vera.
Un viaggio in cui nessuno sarà più costretto a scendere,
e che faremo insieme a tutti coloro che amiamo, anche quelli
che in precedenza erano scesi dal treno.
Sarà un viaggio molto diverso dal precedente, senza delusioni,
senza tristezza,e dolori.
Daremo solo il benvenuto a chi arriverà dopo di noi,
e la parola " addio " sarà gradualmente dimenticata....
Ma cio' che è più straordinario è che questo viaggio non farà mai capolinea.
Sarà un viaggio meraviglioso che faremo eternamente......
Nel frattempo, anche se la stazione centrale è vicina,
siamo ancora su questo treno.
Per cui....a coloro che fanno parte del mio treno auguro....
....auguro un buon viaggio.....































L'ALBERO DELLA VITA



L'albero ha un ruolo fondamentale nella ruota
creativa della natura.
Il suo ossigeno regge l'equilibrio del nostro ecosistema.
E' una creatura vivente che accompagna l'uomo
nel sentiero esistenziale tenendolo per mano.
L'albero vive intensamente e attraversa le stagioni della vita :
la primavera, l'estate, l'autunno , l'inverno.
Nella primavera attraversa lo stadio di vita
in cui si prepara alla germogliazione .
Nell'estate è pronto per mostrare i suoi rigogliosi frutti
ed ad offrirli come ricompensa di un generoso regalo : la vita.
In autunno i suoi frutti e fiori sono ormai appassiti e
i suoi rami iniziano a perdere le foglie
che lo avevano ricoperto di un lussureggiante abito .
In inverno l'albero è spoglio e i suoi rami sterili .
In questa fase l'albero è avvolto dall'asprezza della natura.
E' in silenzio , immerso nella " stanza del pensiero "
chiuso nella sua meditazione riflessiva.
Ma è in questo periodo che pianifica e ritrova
nuova linfa vitale e nuova energia per rimettere
in moto la ruota ciclica della natura ;
pronto per iniziare una nuova vita.....
Anche l'uomo è come un albero....
Nasce in un determinato posto ;
le sue radici sono li ,
e anche quando si allontana e abbandona
il suo luogo di nascita , i suoi ricordi
sono come le radici di quell'albero...
non dimenticano mai il sapore della terra natia.
Anche l'uomo attraversa le stagioni della vita.
Nella primavera sperimenta l'infanzia
dove tutto è un gioco per lui.
Nell'estate vive la vigorosita', la giovinezza.
Nell'autunno assapora' la maturita' ,
ma tuttavia egli non gioca piu'.
Nell'inverno arriva la vecchiaia .
In questa fase tutto è difficile , tutto sembra assopito .
Tutto appare spento e vano per lui.
Nulla sembra avere piu' un significato ,
anche l'esistenza stessa.
In questo stato d'essere aspetta solo l'ultimo raggio
di luce che lo trafigga.
Ma è proprio questo raggio di sole che riscalda il suo cuore
e irraggia nuovamnete " l'albero della vita " che è in lui;
un albero che è dinuovo pronto a tenerlo per mano
ed ad accompagnarlo verso una nuova esperienza ,
verso una nuova sfida ,
verso nuove emozioni ,
verso una nuova e rinnovata germogliazione.




Alchimista Metafisico











THE BRIDGE

Il ponte è una struttura importante e
altamente simbolica nel nostro mondo.
Grazie ad esso si attraversano fiumi , laghi , e addirittura mari.
In passato è stato fondamentale nel percorso del nostro progresso.
E' la struttura di comunicazione più antica della nostra civilta'.
Anche oggi le nostre citta' piu' importanti
sono piene di queste costruzioni.
Il ponte rappresenta sinteticamente un passaggio ,
un collegamento , un unione.
La vita stessa è paragonabile a quella di un ponte.
Sin dall' infanzia l'uomo è spinto ad attraversarlo
poichè esso rappresenta il tragitto verso la " conoscenza ".
Quando l'uomo si immerge in una nuova esperienza
attraversa sempre un ponte.
Spesso siamo spaventati dalla sua maestosità ,
a volte abbiamo timore nell'attraversarlo ;
ma " egli " stimola la nostra fantasia nascosta
verso il viaggio , verso una nuova conquista.
In " egli " riflettiamo la nostra gloria
e la nostra tecnica costruttiva.
Molte volte un ponte è brullicato di gente che va e viene ,
altre volte è solo nella contemplazione di se stesso .
A volte è immerso nel silenzio della natura ,
altre nella freneticita' mondana di una citta'.
Ci capita a volte di attaversarlo da soli ,
altre in compagnia di persone che apprezziamo.
Alcuni che non conosciamo attraversano il nostro stesso ponte ,
altri invece ne attraversano uno diverso.
Non sappiamo mai cosa ci attenderà dall'altra parte ,
ma nel viaggio verso una nuova vita
c'è sempre un ponte che ci aspetta.......
Il ponte è una " costruzione metafisica "
dove scorrono fluenti i pensri dell'uomo .




Alchimista Metafisico




CROOP CIRCLE
In questa sezione del sito l'autore
cerchera' di analizzare un fenomeno
che a suo giudizio è molto , molto importante.
E' il fenomeno dei " croop circle" in lingua inglese o
"cerchi nel grano " in italiano.
( vedi galleria )
Storicamente come cronologia uffiaciale
nacquero neghi anni 70-80 , ma alcune datazioni
li danno molto retrodatati e antecedenti a quest'ultima.
Chi conosce per informazione o per aver seguito
con passione l'evoluzione di questo fenomeno
penso non possa esularsi dal porsi alcune domande.....
Facendo un riassuto essenziale, tali interrogativi suggeriscono :
Come vengono realizzati?
Da chi vengono realizzati?
Qual'è il loro significato ?
A quale scopo?
Molte sono le risposte che si possono trovare in tutto il web.
Ma poche le certezze.....
I pareri a volte sono troppo discrepanti
e generano una gran confusione per chi cerca
di avvicinarsi alla vera conoscenza empirica del fenomeno.
In molti siti a loro dedicati
si trovano svariate informazioni sulla cronologia storica
e su i luoghi di apparizione.
In tali siti sono catalogati perfettamente con foto molto nitide.
Ma gli interrogativi piu focali sono ancora lontani
da essere celati senza lasciare una lunga scia di dubbio e incertezza,
anche per via di una sempre maggiore e tambureggiante discriminazione.
L'autore di questo sito in tal proposito ha un idea
personale abbastanza chiara , ma il suo obbiettivo nn è tanto
sciogliere gli interrogativi sopra citati,
quanto analizzare sotto un aspetto tecnico-artistico
e metafisico il fenomeno.
Una cosa la si puo' riscontrare facilmente da molte
di queste formazioni : la figura cardine
delle prime formazioni e in molte di quelle successive
è incentrata sul cerchio ,anche se le stesse col passare degli anni
si sono evolute in figure di sempre maggiore complessita'
e spettacolarita'.
Chi conosce la geometria piana e le sue regole universali
sa quanto non sia semplicissimo costruire su un foglio
un cerchio o un poligono equilatero in essa iscritto
anche con l'ausilio di strumenti tecnici.
Un triangolo equilatero ad esempio possiede tre angoli uguali di 60°
ed è perfettamente iscrivibile in una circonferenza.
Trigonometricamente la sommatoria degli angoli
interni di un triangolo equivale a 180°.
Vediamo quindi come la geometria possiede delle leggi
metematiche di perfezione universale.
Ora proviamo a prendere un foglio di carta ,
e senza l'ausilio di strumenti e di gomma cancellabile,
cerchiamo di disegnare un cerchio...
Usando solo la nostra mano e una matita
sara' quasi impossibile per noi realizzare un cerchio
perfettamente simmetrico.
Questo su un normale folgio di carta..
Immaginiamo ora di trovarci in un grosso campo di frumento
e di voler realizzre un cerchio....
La prospettiva dimensionale cambia notevolmente.
Dovremmo possedere innanzitutto una cognizione di spazio e di misure
non comuni.
Questo è gia un talento che non tutti gli uomini posseggono.
Ad aumentare la difficolta' c'è un margine di errore molto
minimo di correzione poiche' una figura
cosi' perfetta come un cerchio
e come un poligono simmetrico tipo l'esagono o il pentagono
consentono un scarto davvero minimo...
Realizzare invece una formazione sotto l'aspetto informale
cioè astratto, è invece totalmente diverso,
piu' semplice ( nonostante le difficoltà di esecuzione )
poichè il margine di errore sistematico
che l'artista inevitabilmente compirebbe ,
rientra nell'interepetrazione alchimista
dell'opera stessa e quindi mascherato.
Con la geometria tutto è totalmente diverso.
Essa non lascia spazio alla libera interpretazione.
Deve essere " perfetta ".
Facciamo un esempio...
Analizziamo la" foto n. 4 " della galleria del sito.
Quseta formazione rappresenta una doppia spirale concentrica.
Chi conosce la costruzione geometrica di una spirale
o di un ellisse , sa quando sia complesso
il procedimento tecnico e geometrico per realizzarla.
Si dovrebbe applicare queste conoscenze e
sostituire alcuni mezzi tecnici di ausilio come
goniometri, cerchiometri , compassi e squadre
con qualche altro strumento compatibile
alle dimensioni enormi dei "croop circle"
(i quali strumenti risulterebbero sicuramente menno manegevoli)
per poi quindi realizzare il tutto con un margine minimo di errore
che rientri in un accettabile percezione estetica.
Ad aumentare tale difficolta' c'è il tempo di realizzazione.
Molti " Croop circle " sono apparsi nel giro di poche ore.
Realizzare un qualcosa di simile di cosi' vaste dimensioni
in lassi temporali brevi è davvero cosa ardua anche con la collaborazione
di piu' artisti che lavorino contemporaneamente con perfetta cordinazione.
Facciamo ora altre considerazioni oltre
l'aspetto tecnico,anche sotto quello metafisico.
I cerchi nel grano appaiono prevalentemente in campi di
frumento e di grano maggiormente.
Questo ha un gran valore simbolico.
Il grano nella nostra cultura simboleggia vita.
L'uomo trae da esso il piu' importante alimento
di sostentamento : " il pane ".
E' un alimento di primaria necessita ,ma anche
di gran valore culturale e spirituale.
Un altro particolare non trascurabile e che tutti i
croop circle possono essere ammirati nella loro splendida
interezza solo dall'alto....
Tutto quello che viene dall'alto secondo la nostra cultura millenaria
simboleggia equilibrio, conoscenza, saggezza.
Cerchiamo infine di collocare il cerchio in un ottica
geometrica-fisica e in una simbolica-metafisica.
Il cerchio è l'insieme dei punti all'interno della circonferenza
o quella parte di spazio interna ad essa.
La circonferenza è una linea curva chiusa
formata da punti che hanno una caratteristica comune:
sono equidistanti da un punto fisso detto centro.
Il punto è un elemento adimensionale , non ha forma.
Il segmento che congiunge il centro alla circonferenza è detto raggio.
Il segmento che congiunge due punti della circonferenza é detto corda.
All'interno della circonferena esistono infinite corde.
La massima corda "la piu' lunga" è detta diametro.
Questo per la " geometria-fisica " piana ( bi-dimensionale )
Ora diamo la nostra interpretazione " alchimista-metafisica "
( simbolica ) pluridimensionale.
Per i principi geometrici universali appena citati sopra
paragoniamo la circonferenza all'universo tutto ,
dove quindi ogni punto di essa rappresenti una creatura
indispensabile alla perfetta chiusura della stessa , e
dove ogni corda rappresenti "l'essere umano ".
La corda piu' lunga " DIAMETRO " rappresenta la massima evoluzione
del nostro piano dimensionale che l'umanita' puo' raggiungere,
cioè la " coscenza Cristica ".
Per assonanza parallela quindi la creazione è composta
da infinite corde ( l'uomo )
Ma c'è una cosa che accomuna ogni punto della circonferenza :
...........IL CENTRO........
Anche se la creazione è divisa dalla multivarietà
e l'uomo è diviso da usanze, lingua , casta , radici etniche , credo
e dalla struttura societaria che antepone l'interesse
individuale a quello collettivo ,
il tutto ha un punto di comune "unione "
ed equidistante per il TUTTO ,
un punto fisso :
....DIO....!



Alchimista Metafisico
































IL NUMERO 7


7 un numero da sempre magico,
misterioso, intriso di sacralità e con una ricchissima
simbologia che lo connota fin dall'antichità.
Molte delle proprietà attribuite al 7 risalgono
addirittura all'astrologia babilonese che
riconosceva 7 pianeti e divideva il mese lunare in cicli di 7 giorni,
da qui l'origine della nostra settimana.
A ciò è riconducibile molta della sacralità dei 7,
che rappresentava in quel tempo il cosmo e la sua perfezione.
Tutte le civiltà antiche hanno sviluppato
un sim­bolismo numerico e in esse è infatti ricorrente
l'interpretazione dei 7 come numero sacro,
unico e immobile.
Il solo dei primi dieci numeri che non ne genera nessuno
ed è generato solo dall'unità,
il risultato della somma dei 3 (lo spirito, il maschile) e
del 4 (la materia, il femminile).

Che il 7 possa essere considerato l'emblema della pienezza spirituale e cosmica, il numero sacro per eccellenza, è confermato dalla forte carica simbolica conferitagli in molte religioni.

L'Antico Testamento utilizza 7 nomi
per indicare la terra e altrettanti per il cielo;
secondo il libro dell'Apocalisse, la fine dei mondo
sarà annunciata dalla rottura dei 7 Sigilli,
seguita dal suono di 7 trombe per bocca dei 7 Angeli,
quindi dai 7 Portenti e infine
dal versamento delle 7 Coppe dell'ira di Dio.
Nel Nuovo Testamento, 7 sono i sacramenti,
i doni dello Spirito Santo, i peccati capitali
(gola, lussuria, avarizia, superbia, accidia, invidia e ira) e
le virtù, 4 cardinali (forza, sapienza, giustizia e temperanza) e
3 teologali (fede, speranza e carità).

Nell'Ebraismo, il candelabro a 7 luci, detto Menorah,
è il simbolo della fede eternamente accesa;
nel Corano, il mondo è sorretto da 7 colonne
poggiate sulle spalle di un gigante,
a sua volta sostenuto da un'aquila,
che posa su una balena che nuota nel Mare Eterno.
Nel libro sacro dell'Induismo,
7 erano gli illuminati del Veda dell'India.

7 è inoltre sinonimo di governo dei cicli e
dei ritmi della vita umana.
Dopo il concepimento, infatti,
l'embrione rimane tale per 7 settimane per poi
trasformarsi in feto e il parto avviene dopo 7 lune nuove.
Tralasciando questi significati collegati al 7,
si possono comunque trovare mille altri simboli e
modi di dire che ci riportano a questo numero.
Ne abbiamo segnalati alcuni, sicuramente non tutti:
lasciamo ai lettori lo sfizio di individuarne altri ancora.

Le " Sette " Curiosità
I colori dell'arcobaleno
Le note musicali
I chakra centri energetici dell'organismo umano
Le stelle della costellazione dell'Orsa Maggiore
I principali fenomeni di meteorologia
Gli aromi base che compongono i profumi
Le meraviglie dei mondo antico
I cieli dei sistema Tolemaico
Le figlie dei titano Atlante
Le fanciulle e i fanciulli che venivano offerti al Minotauro
I sapienti dell'antica Grecia
La danza dei 7 veli di Salomè
Le opere di misericordia
I dolori di Maria
Le piaghe d'Egitto
Le invoca;doni nel Pater Noster
Ogni 7 anni si celebrava l'anno sabbatico
Le divinità mitologiche identificate dalla Cabala ebraica
I pezzi che compongono il Tangram, antico rompicapo cinese
Gli anni di disgrazia se si rompe uno specchio
La crisi dei 70 anno
Laceto dei 7 ladroni (antico farmaco)
Gli stivali delle 7 leghe
I nani di Biancaneve
Chiudere con 7 sigilli
Avere 7 spiriti come i gatti
70 volte 7 " il perdono "
Essere al settimo cielo
Sudare 7 camicie
Andare per i 7 mari
Il 7 Bello
Il minestrone abruzzese delle 7 virtù





7 VOLTE A ROMA


Il numero 7 è senza alcun dubbio il numero più ricorrente
nella storia di Roma.
La città è stata costruita su 7 Colli:
Capitolino, Esquilino, Palatino, Quirinale, Viminale, Celio e Aventino. Fondata da Romolo il 21 multiplo di 7) aprile,
è stata governata da 7 re:
Romolo, Numa Pompilio, Tullo Ostilio, Anco Marzio,
Tarquinio Prisco, Servio Tuillo e
Tarquínio il Superbo.
La leggenda vuole che la città divenne
eterna per le 7 cose condotte a Roma perché di buon auspicio:
l'ago di Cibele, una pietra nera adorata in Asia minore;
la quadriga dei Voienti donata dalla città di Vejo;
le ceneri d'Oreste, figlio di Agamennone, considerate un portafortuna;
lo scettro di Priamo, re di Troia;
il velo dIiione; la statua di Atena Pallade detta il Palladio;
i dodici scudi detti Ancilii.
Roma è, inoltre, la città delle 7 Chiese,
con riferimento alla tradizione di pellegrinaggio
introdotta nel XVI secolo da S. Filippo Neri e
detta il "giro delle 7 Chiese»,
percorso di fede negli itinerari dei Giubileo.
Le Chiese, tappa dei giro, sono
le 4 Basiliche maggiori di S. Pietro in Vaticano,
S. Giovanni in Laterano, S. Maria Maggiore, S. Paolo fuori le mura e
le Basiliche minori di S. Sebastiano sull'Appia,
S. Croce in Gerusalemme e S. Lorenzo fuori le mura.





DAL WEB
LA TELEPATIA



I delfini sono delle creature straordinarie.
Da sempre sono considerati gli " amici dell'uomo ",
ma l'uomo non è sempre loro amico....
Siamo abituati ad ammirarli nei parchi acquatici ,
dove loro si esibiscono in splendide
e armoniche evoluzioni acrobatiche.
Posseggono un energia particolare , vibrante.
Hanno un talento straordinario nella comunicazione ;
riescono tramite " la telepatia " a comunicare tra di loro
anche a miglia di distanza.
E' una qualità che l'essere umano non possiede.
L'uomo ha da sempre viaggiato nei meandri della sua mente
alla ricerca della comunicazione ,
poiche' con essa manifesta il suo stato d'essere
e le sue percezioni , ma ancora tutt'ora non è riuscito
ad abbattere il muro ed ad attraversare il ponte
dell'universalita' comunicativa.
Le infinite sfumature dialettali e le diverse
strutture linguistiche ,anche se hanno esteriorizzato
il folclore umano , lo hanno diviso , e hanno alzato
un muro di incomprensioni a volte invalicabile.
Questo comunque rappresenta il cammino della civilta' .
Quando l'uomo varchera' la soglia della terza dimensione,
salira' sul dorso di un delfino
per farsi trasportare nel " mare della comunicazione ".
Apprendera' una nuova lingua capace di leggere inequivocabilmente
il pensiero e le sfaccettature del suo animo.
Conoscera' il " linguaggio del delfino " :
la telepatia....




Alchimista Metafisico
















IL PUZZLE



IN COSTRUZIONE
LE ALI DEL PENSIERO

L'uomo ha sempre inseguito il volo,
ha semnpre sognato di avere le " ali ".
In realtà ha cercato di possedere
quello che ha da sempre avuto..
il pensiero...



Alchimista Metafisico




Per volare alla velocita' del pensiero
verso un luogo qualunque
che esista ora,
che sia mai esistito ,
o che mai sara'
devi cominciare a persuaderti
che ci sei gia arrivato.......


dal web




Il pensiero è vivo ,
il pensiero è mobile,
il pensiero è istantaneo,
il pensiero è creazione ,
il pensiero è vita........




Alchimista Metafisico





LA NOBILE ARTE



IN COSTRUZIONE
MERKABA


È il nostro corpo così come lo si vede se si smette di guardarlo con gli occhi e si comincia a guardarlo con il Cuore. È chiamato anche “Corpo di Luce”, “Corpo Glorioso” o “Corpo dell’Immortalità”.

Cosa vuol dire MER KA BA?
La traduzione letterale dall’egiziano è MER (luce, un tipo particolare di luce in movimento controdirezionale), KA (spirito o energia), BA (interpretazione della realtà, quindi rappresenta il nostro corpo). In ebraico MER KA BA significa “il trono di Dio” e “il carro” (quindi qualcosa in grado di trasportare il corpo e lo spirito nello spazio e nelle dimensioni). Viene anche menzionata nella Bibbia da Ezechiele.
Molto bella è l’interpretazione che ne dà Drunvalo Melchiezedek l’autore del libro “il fiore della vita” e cioè: “un campo di luce che ruota controdirezionalmente, che interagisce con lo spirito e il corpo e che può trasportarti da un mondo all’altro".
La Mer-Ka-Ba ci permette di sperimentare una coscienza espansa, ci connette con potenziali elevati di coscienza e ripristina l'accesso alla memoria e alle possibilità infinite del nostro essere. Quando la meditazione Mer-Ka-Ba è fatta correttamente la Mer-Ka-Ba integra in modo fluido gli aspetti femminili (intuizione, ricettività) e gli aspetti maschili (attivi e dinamici) della nostra mente e del nostro spirito.
Lo scopo :
Aprire il proprio cuore, ascoltare la propria
voce interiore, la propria intuizione, scoprire la gioia ,
accrescere il proprio campo di coscienza, modificare la
propria vita, sviluppare la fiducia in se stessi e le
proprie capacita' extrasensoriali.
Come si attiva la MER KA BA?
La MER KA BA si attiva con un Atto di Volontà.
La MER KA BA sei tu, ma non conoscendone l’esistenza non funziona come dovrebbe, è attiva da sempre, altrimenti non saresti qui.
Molte sono le modalità per attivare la MER KA BA, in questa sede utilizzeremo una meditazione dei respiri, preceduta da un pieno di energia e seguita da un Atto di Volontà. In quanto Istanze Spirituali non necessitiamo di null’altro.

A cosa serve la MER KA BA?
È un mezzo, un veicolo, una modalità per cambiare il proprio stato energetico, per poter ripulirsi da blocchi, armonizzarsi con il proprio essere, imparare (caso mai ancora non lo si facesse) ad amare incondizionatamente, a trasformare tutto ciò che non ci piace in Amore Incondizionato, a schermarci e a schermare ciò che vogliamo “proteggere”, serve ad allinearsi, ad espandersi all’infinito, a muoversi nello spazio e nel tempo e a molto altro ancora.

Tutti possono attivare la MER KA BA?
Si, è il nostro corpo, visto con altri occhi, bisogna solo essere consapevoli che c’è.

Introduzione

La parola Mer-KA-Ba è composta da tre parole. "Mer", indica i campi di controrotazione della luce. "Ka", lo spirito. "Ba", il corpo o la realtà. Quindi la Merkaba indica un campo di controrotazione della luce che comprende il corpo e lo spirito ed è un veicolo spazio-temporale. E' l'immagine attraverso la quale vengono create tutte le cose, una serie di schemi geometrici che circondano i nostri corpi. L'immagine inizia alla base della colonna vertebrale, piccola quanto le 8 cellule originarie dalla quale i nostri corpi fisici sono creati. Da quel punto si estende per circa 16 metri di diametro. La sua prima forma è una stella tetraedro, poi un cubo, una sfera ed infine una piramide intrecciata.

Tutti noi siamo dotati di un corpo fisico, uno mentale e uno emotivo, ciascuno di questi corpi possiede una forma a tetraedro. sono tre campi energetici identici e sovrapposti uno all'altro, l'unica differenza che c'è tra loro è che, solo quello legato al corpo fisico è fermo, cioè non ruota. La Merkaba è creata dalla controrotazione dei campi di energia (le stelle tetraedro). La Stella Tetraedro mentale è di natura elettrica e maschile, e ruota verso sinistra. La Stella Tetraedro emotiva e di natura magnetica e femminile, e ruota verso destra. Il legame che comprende lo spirito, il cuore e il corpo fisico, secondo una ratio geometrica particolare, e una velocità critica crea la Merkaba.

La Stella Tetraedro è formata da due teraedri che si intersecano in modo da formare une sorta di stella di Davide dall'aspetto tridimensionale. I due tetraedri intersecati rappresentano le due energie, maschile e femminile in perfetto equilibrio. Esiste un tetraedro intorno ad ogni cosa, non solo ai nostri corpi.

Una volta che saprete come attivare i campi di controrotazione di luce, potrete usare la vostra Merkaba per viaggiare attraverso l'universo. Per la maggior parte degli abitanti della terra la Merkaba è priva di utilità. Drunvalo afferma che esistono circa 2000 persone sul pianeta in grado di far funzionare la Merkaba e circa 8000 Maestri ascesi che risiedono in un altro livello di consapevolezza della terra. Questo è comunque lo stato attuale delle cose, però Molti Maestri sono venuti per insegnarci come attivare i campi di controrotazione, creando così la nostra Merkaba personale.

Anche se si riuscisse a viaggiare a un altro livello dimensionale non si puo’ rimanervi se la consapevolezza non è sufficientemente sviluppata per padroneggiare quel livello vibrazionale.
La merkaba è il veicolo di luce menzionato nella Bibbia di Ezechiele. Puo’ assumere varie forme di luce.
La sua attivazione porta al riequilibrio dei chakra e alla sincronizzazione delle due parti del cervello. Esistono diverse tecniche per attivarla. Secondo Drunvalo la sua padronanza sarà particolarmente utile al momento dello shift (traslazione dell’asse terrestre) quando il magnetismo toccherà il punto zero.

Utilizzata fin da tempi remotissimi, la Merkaba è una meditazione dagli effetti estremamente forti, estremamente indicata per il periodo temporale in cui ci veniamo a trovare. E' ormai assodato che l'umanità e con essa tutto l'universo, si sta preparando (o meglio sarebbe dire "si dovrebbe preparare") ad un salto dimensionale previsto a breve termine.

Con questa evoluzione si arriverà a raggiungere una dimensione nuova, differente, più completa, che ci permetterà di comprendere meglio la profondità dell'esistenza insieme ad altri arricchimenti personali.

Alcuni chiamano questo salto dimensionale "il ritorno a casa", intendendo con questa definizione la possibilità che ci viene data di avvicinarsi ancora si più alla nostra essenza profonda, quella che ci tiene in stretto contatto con l'Universo; non dimentichiamo che noi siamo parte dell'universo, ma con esso siamo una cosa sola, praticamente indivisibile.

L'argomento è serio, complesso e può incutere timore, ma non spaventiamoci. L'utilizzo della Merkaba ci prepara a questo salto dimensionale.

I primi sei respiri

La Merkaba consta di diciassette respiri che vanno praticati seguendo una metodologia precisa.

In questo intervento impariamo come effettuare i primi sei respiri. Pur trattandosi di respiri, essi richiedono una preparazione a monte, a livello mentale. L'attivazione della Merkaba, come in altre tecniche di meditazione, si basa in primo luogo sulla visualizzazione. Visualizzare significa dare forma alle energie che verranno chiamate in causa. La visualizzazione potenzia l'efficacia e la durata delle meditazioni, quindi anche della Merkaba.

Nel nostro caso, l'elemento da utilizzare è un doppio tetraedro, come quello che è possibile vedere in questa stessa pagina. I due tetraedri rappresentano la parte maschile e la parte femminile di ogni essere e la loro interazione nell'universo. Il nostro corpo fisico va immaginato all'interno di queste figure geometriche come segue: la base del tetraedro superiore, definito "del cielo", si trova all'altezza delle ginocchia e la sua punta superiore siestende per un palmo di mano sopra la testa. La figura inferiore, tetraedro "della terra", si estende dalla linea dei capezzoli fino ad un palmo sotto i piedi.

Ora siamo pronti per effettuare i primi sei respiri: essi servono per purificarci da eventuali "sporcizie" energetiche che sono presenti nel nostro corpo. Ci mettiamo in posizione a noi comoda, in cui il nostro corpo sia rilassato in ogni sua parte.

Sgomberiamo la mente da ogni pensiero... con i palmi delle mani rivolti verso l'alto, uniamo il pollice con l'indice, senza fare eccessiva pressione, chiudiamo gli occhi e pronunciando a mente le parole "tetraedro del sole" visualizziamo la parte superiore della figura che si riempie di luce bianca mentre inspiriamo lentamente.

Nell'iniziare l'espirazione, pronunciamo a mente la frase "tetraedro della terra" e visualizziamo la parte inferiore della figura riempirsi di luce bianca. Quando siamo al termine dell'espirazione, trattenendo il respiro, immaginiamo di riempire la parte inferiore della figura di colore grigiastro e quando questa è piena, muovendo gli occhi rapidamente dall'alto al basso, di lasciare uscire le impurità.

Ripetiamo questa fase per sei volte, ogni volta variando la posizione delle dita delle mani che si toccano (vale a dire, pollice-indice, pollice-medio, pollice-anulare, pollice-mignolo, poi di nuovo pollice-indice, pollice-anulare e pollice-medio. Alla fine dei sei respiri, dobbiamo trovarci con il pollice ed il medio che sono a contatto.

Con questa fase, abbiamo completato i primi sei respiri della Merkaba.

La seconda serie di otto respiri

Il Giornale OnlineSi tratta di otto respiri, che andranno eseguiti in successione ai primi sei che abbiamo visto nell'intervento precedente.

Sono suddivisi in tre gruppi, il primo dei quali costituito da quattro respiri. Per effettuare questi respiri, dobbiamo prima di tutto cambiare la posizione delle dita delle mani. Precedentemente, avevamo unito il pollice di ogni mano con le altre dita, seguendo la respirazione, passando dalla combinazione pollice-indice a pollice-medio e così via, fino a completare la serie di sei respiri. Ora uniremo il pollice, l'indice ed il medio delle mani e rimarremo in questa posizione per tutti i seguenti otto respiri.

Immaginiamo di visualizzare un canale luminoso lungo la spina dorsale, e nello stesso tempo una sfera all'altezza dello stomaco. Effettuiamo quattro respirazioni consecutive, facendo entrare l'aria dal naso e uscire dalla bocca; ad ogni respiro, la sfera che abbiamo nella pancia si ingrandisce e diventa sempre più luminosa. Nel terminare il quatro respiro, espiriamo con forza, come se dovessimo "sputare" qualcosa dalla bocca.

Rimanendo con le dita sempre nella posizione sopra descritta, effettuiamo tre respiri consecutivi di "rilassamento", seguiti da un respiro con il quale immaginiamo di portare la sfera tutt'ora presente sulla nostra pancia, all'altezza del cuore.

Non è difficile, no?

Vi ricordo che imparare la Merkaba in questo modo non significa attivarla, l'attivazione avviene quando si eseguono le respirazioni in maniera continuata, dall'inizio alla fine.

Gli ultimi tre respiri

Ci siamo! Siamo pronti per l'ultima serie di respiri che compongono la Merkaba! La parte più bella, più intensa ed efficace! Composta "solo" da tre respiri, ma sono i respiri che permettono di accendere l'astronave e di partire per la nuova dimensione.

Ricordiamo che la Merkaba è una tecnica di meditazione che permette di elevarci, e di passare dalla terza dimensione, quella in cui ci troviamo ora, alla quarta dimensione, che implica un'enorme salto evolutivo. Per questa ultima serie dobbiamo cambiare la posizione delle mani: l'uomo deve mettere il dorso della mano sinistra sopra il palmo della mano destra, le dita si fermano alla base della mano destra. Per la donna, è l'opposto... la mano destra sopra la sinistra. Uniamo poi le punte dei pollici, senza esercitare troppa pressione.

Immaginiamoci all'interno del tetraedro di base, il triangolo con il vertice superiore deve iniziare dalle nostre ginocchia e terminare un palmo di mano sopra la nostra testa; il triangolo inferiore inizia dalla linea dei capezzoli e termina un palmo di mano sotto i piedi.

Con il primo respiro, ripetiamo a mente "stessa velocità": questo fa si che le due figure geometriche ruotino, uno in senso orario e l'altro in senso opposto, alla stessa velocità. inspiriamo ed espiriamo lentamente. Con il secondo respiro, ripetiamo a mente "trentaquattro ventuno": in questo modo le due parti della figura aumentano velocità ruotando uno più veloce dell'altro.

Completiamo il respiro, e quando iniziamo l'ultimo respiro, ripetiamo "nove decimi la velocità della luce". In questa fase potremmo avvertire la sensazione di essere dentro ad un "frullatore". Questo perché abbiamo attivato appieno l'energia della Merkaba che ora è pronta a dare i suoi risultati.

Può accadere che avvertiamo la sensazione di cadere o di essere "sparati" da qualche parte, non preoccupiamoci... la nostra "astronave" ci sta già accompagnando nel nostro viaggio.

Ora che abbiamo attivato, attraverso l'esecuzione di tutti i respiri, la Merkaba, essa va "mantenuta" ripetendo la procedura entro 48 ore, almeno per un mesetto. Se ciò non avviene, essa perde di efficacia e bisogna ripartire daccapo. Trascorso questo periodo di consolidamento, la Markaba può essere richiamata mentalmente attraverso la parola stessa "Merkaba", e gli effetti sono esattamente quelli ottenuti dall'esecuzione della respirazione completa.

Una volta che saremo riusciti a realizzare il nostro Corpo di Luce o MerKaBa, saremo in grado di viaggiare attraverso le dimensioni, con la velocità del pensiero. Utilizzando come veicolo in nostro corpo, che sarà in grado di trasformarsi in energia pura, e viaggiare attraverso il così detto IperSpazio.

Come potete capire (se lo volete), si prospetta per tutte le persone che lo vorranno un futuro fantastico, ma non per questo non reale, in quanto tutti i Maestri indicano il nostro livello di coscienza attuale come il non reale. I cambiamenti che vi ho descritto in questa e in altre pagine sono in verità, già iniziati, e noi ci troviamo esattamente nel mezzo di questa fase di modificazione della coscienza, del corpo e dello spirito. In altre pagine capirete meglio quanto vi ho appena detto. Ricordatevi solo una cosa, non è sufficiente conoscere queste cose intellettualmente per poterle realizzare, è indispensabile aprire il proprio Cuore all'Amore, unica vera e grande energia di trasformazione.


Buon Viaggio Fratelli!






THE WINDOW
La finetsra sul mondo .



Nella storia dell'evoluzione
dell'informazione mediatica di massa
un ruolo importantissimo lo ha svolto il giornale.
Ancora tutt'ora la nostra societa'
utilizza questo mezzo per l'informazione.
Tuttavia oggi il giornale come " mezzo "
ha perso la sua primaria importanza nella divulgazione mediatica.
Nel corso degli anni con " l'evoluzione informativa "
si è sperimentato un passaggio dal giornale alla radio ,e
dalla radio alla televisione.
Oggi è la televisione il mezzo focale
per un informazione ufficiale.
Ogni nazione ha la sua televisione nazionale e privata ,
dove in punti nevralgici della giornata vengono
trasmesse news e aggiornamenti sulla nazione e sul
resto del mondo.
Notizie di ogni genere : cronaca, sport , economia , manifestazioni ,
cultura , arte , borsa , ecc...
Con un semplice gesto , accendiamo la televisione e
sfogliamo i canali che abbiamo a nostra disposizione.
Negli ultimi anni si è integrata una funzione aggiuntiva
nei servizi di informazione che la televisione offre :il televideo.
Il televideo è paragonabile ad un giornale stampato nella televisione
a cui possiamo accedere in qualsiasi momento della giornata.
Nella nosta storia quindi la televisione
è stata una grande rivoluzione.
Ma come spesso accade dopo una rivoluzione ,
ce n'è subito un altra....
Oggi questa seconda rivoluzione è rappresentata da INTERNET.
Internet oggi è il nostro " veicolo " di informazione
piu' potente e istantaneo.
Con un computer e una connessione siamo in grado
di aprire " una finestra sul mondo ".
Una finestra che si affaccia
verso l'infinito , verso lo sconfinato!
Mentre con la televisione nonostante abbiamo a nostra
disposizione un telecomando il quale ci permette uno " zapping"
che, anche se vario , è limitato, e ci obbliga ad un ruolo
di spettatore passivo , dove è la televisione
a svolgerne quello primario nell'interazione.
Noi quindi siamo preclusi
ad una partecipazione attiva con l'informazione ,
cioè siamo passivi e quasi bombardati da questo mass-midia
che, nonostante una buona percentuale di programmazione
di lodevole fine informazionale
è sempre legata e fortemente condizionata da interessi
personali , giornalistici , e soprattutto retti
da un sistema economico basato sulla publicita' .
La publiciata' o come è stata mutata
in " consigli per gli acquisti"
regge l'intero sistema della divulgazione e della programmazione
condizionandola in gran parte.
Se un programma televisivo non ha " hodiens"
non riceve offerte publicitarie
e di conseguenza è costretto ad una ristrettezza divulgativa
o addirittura alla cancellazione.
Quindi oggi il metodo piu' efficace per interagire
attivamente con l'informazione è aprire internet.
Internet oggi è un inciclopedia multimediale ,
un fiume di notizie ,
anche se rappresenta ambo i lati dualisti mediatici ,
cioè racchiude "informazione" e "controinformazione" ,
ma al contrario della televisione
ci permette una ricerca fatta a " nostra misura"
dove siamo noi il protagonista che sceglie la notizia ,
dove siamo noi a vagliare e filtrare un informazione.
Questo è oggi internet ,
una finestra sul mondo ,
un portale dimensionale ,
che ci permette di sviluppare
una virtu' importantissima :
il " DISCERNIMENTO "


Alchimista Metafisico

























LA MACCHINA PERFETTA
IL CERVELLO



IL corpo umano possiamo paragonarlo ad una macchina perfetta.
Le sue parti fondamentali sono il cuore e il cervello.
Il cuore è il motore che trasmette energia al resto del corpo ;
pompando sangue infatti irrora tutte le sue parti.
Il cervello è il centro di comando del tutto.
Coordina perfettamente tutti i milioni di cicli fisici e mentali
grazie ai quali noi viviamo e manifestiamo la nostra realtà.
Fisicamente è diviso essenzialmente in due parti:
lobo destro e lobo sinistro.
Il lobo sinistro rappresenta metafisicamente
la nostra parte logica ,
matematica , materiale , tecnologica , maschile.
Quest'unione si trasforma in manifestazione fisica
Il lobo destro invece rappresenta metafisicamente
la nostra parte emozionale ,
meditativa , riflessiva , spirituale , intiuitiva ,femminile.
Quest'unine si trasforma in vibrazione.
A loro volta sia il lobo destro che quello di sinistra ,
sono divisi in due parti contenenti sia
un riflesso mascile , sia uno femminile.
Entrambi i lobi si bilanciano reciprocamente
dando vita alla straordinaria macchina
che è l'essere umano.
Viaggiando parallelamente e in sintonia tra loro
spirito e materia danno origine ad un perfetto " equilibrio ".


Achimista Metafisico












LA METAFISICA


La Metafisica è anche considerata
la madre di tutte le filosofie,
le scienze e le religioni, perchè si occupa
di tre argomenti comuni a tutte e tre:
l'Essere, Dio e la Scienza della Conoscenza!
La parola stessa, Metafisica,
significa "andare oltre il fisico",
quindi oltre a quello che viene percepito
con i nostri 5 sensi assai limitati.
Esiste da quando è esistito l'essere umano,
anche se sembra essere conosciuta da pochissimo tempo.
Il suo grande scopo non è quello di creare nuove discipline
o pratiche di sorta, quanto, invece,
di rendere realizzato l'essere umano,
facendo sì che diventi cosciente di sé stesso
e delle proprie azioni,
cosciente che la sua mente ha il potere di orientare
la sua stessa vita per renderla davvero costruttiva.
E' quindi una filosofia di vita molto pratica
che ha come scopo ultimo l'innalzamento e
il miglioramento della vita dell'essere umano.


DAL WEB




" Meditare " sulla metafisica
significa andare oltre il " velo " esteriore
delle cose come normalmente le percepiamo
valutandole istantaneamente ;
significa penetrare nella materia
arrivando alla causa che la genera.



Alchimista Metafisico




IL DISCERNIMENTO

Il discernimento
rimane sempre la virtu' fondamentale
con cui separare il vero dal falso.

Discernere significa
meditare e separare il superfluo dall'essenziale.


Il discernimento
è un allenamento riflessivo mentale
per raggiungere una tecinca da applicare alla realta'
che ci consenta di superare gli ostacoli
quotidiani della vita in maniera semplificata.



Alcmimista Metafisico
L'ESSERE UMANO


L'uomo è una creautura metafisica
dove spirito e materia
si fondono in una perfetta essenza armonica.


L'essere umano rappresenta
il punto di equilibrio , il baricentro
tra il micro e il macro cosmo ,
ovvero tra l'infinitamente piccolo
e l'ifinitesimamente grande.



L'uomo è la piu' splendida delle opere d'arte.



Possiamo definire l'essere umano
come una creatura composta
essenzialmente da tre parti :
corpo fisico , anima , spirito.
In un contesto religioso cristiano possiamo
accostare l'uomo alla " Santissima Trinita' " cioè :
Padre, Figlio , Spirito Santo.




Il corpo è il nostro involucro esterno ,
la parte materiale mediante la quale
noi manifestiamo la nostra tridimensionalita'.
Possiamo anche definirlo come la casa
dove vivono anima e spirito.
Il nostro corpo non è immortale ,
infatti il tempo inevitabilmente
influisce sulla sua struttura cellulare dandone
un limite temporale di vita.
E' un abito che indossiamo per un determinato periodo di una vita
mediante il quale noi rendiamo possibile l'esperienza terrena.
Quando questo abito è invecchiato , lacerato ,
lo sostituiamo con un altro ,
poiche'la vita è infinita , e infiniti sono i nostri abiti....
L'uomo quindi " nel corso delle sue vite " ,
veste più corpi ,
grazie ai quali amplia il suo bagaglio personale di " conoscenza "
lungo il sentierio del viaggio della vita.

L'anima rappresenta la fusione
tra il nostro corpo emozionale e il nostro corpo mentale.
E' la nostra essenza individuale che coltiviamo
e si sviluppa evolvendosi in funzione
delle nostre azioni e dei nostri pensieri .
Possiamo localizzarla metafisicamente nel nostro cervello.
L'anima al contrario del corpo non conosce morte
ma puo' quindi progredire seguendo un percorso di evoluzione
o regredire seguendo un percorso di involuzione.
L'evoluzione o l'involuzione dipende solo da noi
poiche' possediamo il " libero arbitrio "
che rappresenta il dono piu' grande.
Il libero arbitrio puo' essere condizionato
da l'energia positiva o dall'energia negativa ,
ma spetta sempre a noi la decisione , l'interazione ,
la liberta' di interpetrare e applicare
queste due enormi energie.

Lo spirito rappresenta la nostra " essenza divina ".
E' la coscenza universale del tutto.
E' anche il nostro " se superiore".
E' sempre presente in noi , nel nostro io interiore ,
nella nostra profondita'.
Possiamo localizzarlo metafisicamente nel nostro cuore.
Lo spirito è la " scintilla divina " di DIO.
Spetta a noi lasciar scoccare questa scintilla
che alimenta il fuoco della vita ;
spetta a noi lasciare che questa luce inondi e
illumini il nostro eterno divenire........



Alchimista Metafisico



























L'0PERA D'ARTE

L'arte è la vanita' che si trasforma in comunicazione.



Il valore di un opera d'arte
non sta tanto nella sua attitudine
a trasformare in bellezza un concetto,
bensi'nella capacita'di manifestare
il pensiero che lo genera.

L'arte è un veicolo spazio-tempo per arrivare al pensiero



Un opera d’arte nasce sempre da un travaglio metafisico (corpo-anima)
e la sua emozione rimane impressa in uno spazio dimensionale
pronta a cavalcare le onde del tempo.




L'arte è la manifestazione
di un frammento emozionale
della "fantasia animica" dell'essere umano.



L'arte è musica.
L'arte è danza.
L'arte è universalita'.
L'arte è espressione vibrazionale.
L'arte è folclore.
L'arte è sfumatura di infiniti colori.





Alchimista Metafisico






LA FORZA


La forza non proviene dal corpo.
La forza proviene dalla mente .
In essa è racchiusa un energia straordinaria che,
per bruciare ha bisogno di un particolare combustibile.
Tale combustibile è l’emozionalità vibratoria della nostra anima.


La forza è energia.
L'energia è determinata da un effetto.
L'effetto è determinato da una causa.
La causa è generata dallo spirito .
Forza = Spirito




Alchimista Metafisico
LA PERSEVERANZA



La perseveranza è la chiave che permette
di aprire lo scrigno ove all’interno
è custodito lo splendido mistero della vita.


Alchimista Metafisico
IL MURO


Nel corso millenario storico
della nostra civilta'
abbiamo sempre costruito e innalzato ,
ma abbiamo anche sempre distrutto e abbattuto.
Il nostro simbolo
di costruzione e ricostruzione è il mattone.
Il mattone ha una storia importantissima
e molto simbolica.
Le nostre case e soprattutto quelle dei nostri antenati
sono e furono di mattoni .
Il mattone quindi serve
essenzialmente per creare un " muro ".
La più grande opera del mondo ( muraglia cinese )
costruita interamente a mano
è un immenso muro di 4000 km ;
è l'unica opera dell'uomo visibile
addirittura dal suolo lunare.
Nella nostra storia quindi
si sono sempre creati muri per costruire, per unire ,
ma anche per dividere spazi fisici e
per distruggere e separare ideologie diverse.
Nel 1989 cadde " il muro di berlino ".
Questo muro non fu' creato
per unire una stessa città ,
non per unire uno stesso popolo ,
non per unire una stessa nazione,
ma per distruggere e separare una diversa ideologia ;
per dividere l'est dall'ovest ,
per dividere il capitalismo dal comunismo ,
per dividere il mondo..
Con la distruzione del muro di Berlino
è caduto il muro della vergogna umana.

Fin quando la nostra civilta'non abbattera'
il muro della falsità ,
il muro ell'ingiustizia ,
il muro dell'inequità ,
il muro dell'omerta',
il muro dell'indifferenza ,
il muro della Separazione sociale ,
il muro della separazione economica ,
il muro della fame ,
il muro della sete ,
l'uomo non avrà mai la sua libertà ,
l'uomo non avrà mai la sua uguaglianza,
l'uomo non avrà mai la sua fratellanza,
l'uomo non avrà mai la sua pace .


Abbattiamo il muro della frontiera
che aprirà il cammino dell'uomo verso l'evoluzione..



Il muro è una costruzione metafisica
che separa l'uomo vecchio dall'uomo nuovo.





Alchimista Metafisico





















IL LINGUAGGIO DELLA COMUNICAZIONE


IN COSTRUZIONE
L'INTERAZIONE

L'interazione è una forma particolare
di comunicazione dove
il linguaggio strutturato e non strutturato
si intreccia bidirezionalmente.
Nell'interazione c'è uno scambio " informazionale "
equo ed equilibrato
dove non esiste un ogetto ,
ma bensi un sogetto solo
che è l'interazione stessa.
In questa particolare forma di comunicazione
ambo le parti assumono un ruolo attivo
all'interno del processo interazionale.


l'interazione non è uno scontro ideologico ,
non è un duello tra diverse idee
ma una reciproca condivisione ,
e acquisizione di coscenza.



L'interazione è uno " specchio "
che riflette la luce di ogniuno.



Se vuoi conquistare il " cuore " dell'uomo
conquista prima il suo " intelletto ".
Se vuoi conquistare l'intelletto dell'uomo
apri prima la sua " mente ".
Se vuoi aprire la mente dell'uomo
comunica con lui tramite l'interazione.




Alchimista Metafisico





IL QUANTO
fisica-chimica-meccanica quantistica




in costruzione
L'EFFETTO DOMINO

E' urgente conprendere una grande verita' e realta'.
Noi esseri umani siamo parte dell'universo
e l'universo è parte di noi .
Noi tutti siamo dei " cocreatori ".
L'universo si modifica e si trasfrma
in funzione della coscienza di tutte le
singolarità esistenti create dal tutto - DIO - .
In noi c'è un potere straordinario
( in verità vi dico voi siete e farete cose
piu' grandi di me , perche voi siete Dei - coscienza cristica - ) .
Noi tutti abbiamo la facolta' con il " libero arbitrio"
di deformare lo spazio e il tempo
della realtà in cui viviamo in funzione
dei nostri pensieri e delle nostre azioni ,
cioè siamo noi i responsabili
del nostro passato - presente - futuro ,
e di tutto quello che ci circonda e interagisce con noi.
Ogni nostra azione , anche quella piu' veloce ,
è generata una frazione di istante prima di manifestarsi
in forma fisica dal nostro pensiero.
Il pensiero genera un azione ;
l'azione genera un effetto ;
l'effetto genera una trasformazione della realta' ;
" una distorsione spazio-tempo ".
Esistono infiniti " spazi parallelli " ,
cioè esistono dimensioni virtuali
potenzialmente generate da noi ,
poichè infiniti sono i nostri pensieri
e infinite sono le nostre potenziali azioni di un istante ;
quindi esiste una molteplice realta'
la quale dipende da noi come singolarita' individuale
e da tutti noi come sommatoria di tali singolarita'.
Tutto questo scaturisce eventi possibilistici immediati e non.
Occorre discernere sui nostri pensieri e sulle nostre azioni.
Dobbiamo assumere una posizione ferma di consapevolezza :
non esiste la casualità !
la casualità è una realta' generata e manifestata
dalla sommatoria di eventi causati dal pensiero-azione.
Dobbiamo imparare a capire
anche se spesso non ce ne rendiamo conto e
non ne siamo consapevoli
che un nostro singolo gesto
può mutare e provocare una reazione a catena
Siamo una parte attiva e partecipante alla creazione.
Nell'essere umano è perennemente presente un energia grandiosa :
.......l'effetto domino....



Alchimista Metafisico


























IL TEMPO





Il tempo è un cerchio perfetto dove passato, presente , futuro,
si rincorrono in un gioco infinito
intreggiandosi in una sinergia di perfetto equilibrio.
Il passato è il presente del nostro futuro.
Il presente è il futuro del nostro passato.
Il futuro è il passato del nostro presente.
Non capiremo mai il nostro presente e di conseguenza il nostro futuro
senza mai scontrarci col nostro passato.



Alchimista Metafisico









La nostra civiltà è basata su una costante fondamentale: il tempo.
Nel nostro piano dimensionale , esso viene visto
come una variabile unidirezionale , cioè ,scorre
in maniera univoca in una proiezione futura.
Il suo scorrere è sancito dalla scansione ritmica di un istante costante.
In maniera fisica questa costante viene controllata
meccanicamente o elettronicamente da uno strumento di misura.
La sommatoria di questi istanti (secondi )
vanno a formare nella nostra misurazione minuti e ore.
A loro volta la sommatoria di questi archi temporali formano il giorno.
Il giorno è composto dall’alternanza luce-ombra o viceversa.
Questa alternanza è controllata dalla rotazione del nostro pianeta
intorno al proprio asse rispetto al sole.
In assenza di tale rotazione il tempo non esisterebbe.
In chiave metafisica però la nostra percezione del tempo
è completamente diversa.
Infatti noi diversamente da una macchina possediamo le “ emozioni “
e, influenziamo lo scorrere del tempo in correlazione con esse.
Quando un emozione ci da una sensazione di benessere
esso scorre più velocemente.
Quando un emozione ci da una sensazione di malessere
esso scorre più lentamente.
Tutto è relativo.
Da ciò il tentativo dell’uomo di vivere intensamente
le emozioni di benessere
quasi a cercare di intrappolare tali istanti fuggenti,
per perpetuarli in un tempo infinito.
Questa è una delle nostre grandi sfide.
Anche il tempo però nella ricerca alchimista della
sua immortalità vive un esperienza metafisica di dualismo luce – ombra.
Anch’esso compie la sua grande sfida.



Alchimista Metafisico







LA QUARTA DIMENSIONE



Cos'è " la quarta dimensione " ?
Cerchiamo di capire qualcosa in merito...
Tutti noi ci muoviamo nella nostra realtà
che chiamiamo " tridimensionale " o " materiale ".
Quetsa realtà è caratterizzata da tre parametri
percepibili soprattutto con la vista :
lunghezza , larghezza , profondità .
Vengono definiti anche come X , Y , Z in un sistema
di assi cartesiani rappresentati su una superficie bidimensionale
( foglio di carta ).
Tuttavia non sono solo questi i parametri fondamentali
che regolano la nostrà realta';
ne esiste un altro molto importante : il tempo .
Possiamo chiamare il tempo " la quarta dimensione " .
Nel suo modo di interagire con noi ,
si proietta futuristicamente in avanti viaggiando
unidirezionalmente , cioè in un solo senso : il futuro.
Un orologio controlla il suo scorrere muovendosi
sempre da destra verso sinistra , cioè in senso orario.
Per il nostro " simbolismo "
il senso orario rappresenta il futuro ,
il senso antiorario rappresenta il passato.
Tuttavia ci sono delle domande importanti da porci :
il tempo scorre ugualmente per tutti ?
come viene visto in altre dimensioni o realtà ,
cioè in un contesto più ampio di universo ?
Cerchiamo di assegnargli un identità innanzitutto
da come lo vediamo tutti noi ,
cioè in una visione tridimensionale.
Associamo lo scorrere del tempo al futuro ,
ma se riflettiamo attentamente c'è un altro aspetto dualista
da considerare attentamente.
Analizziamo quest'altro aspetto...
La nostra esperienza corporea , quasi ci obbliga a
monitorare il tempo sotto un altro piano o punto di vista ;
non essendo immortale il nostro corpo si deteriora
col passare del temnpo poichè subisce
un invecchiamnento inevitabile.
Abbiamo scoperto un altro " parametro non indifferente "
che interagisce col tempo : la morte .
Tenendo presente anche cio' e che tutti gli uomini
prima o poi attraverseranno questa esperienza ,quindi ,
il tempo non scorre solo in avanti ma anche indietro ,
cioè come un conto alla rovescia che ci accompagna
inesorabilmente alla morte del corpo.
Il tempo di vita del corpo fisico non è uguale per tutti :
ci sono persone che vivono fino a 100 anni,
alcune che vivono fino a 80 anni ,
altri fino a 50 ,
ci sono alcuni casi in cui un bambino muore
ancor prima di nascere.....
Ci sono persone che nel corso della loro vita
conosceranno in maggioranza situazioni piacevoli ,
ce ne sono altre che conosceranno in maggioranza
situazioni dolorose ,
e altre ancora che avrano un bilanciamento delle
situazioni piacevoli e spiacevoli.
Percependo situazioni piacevoli il tempo scorre in maniera
piu' veloce che in situazioni di dolore
dove scorre piu' lentamente ;
questo pero' sotto un aspetto emotivo.
Vediamo quindi che il tempo in funzione del corpo fisico
non è uguale per tutti come percezione singola o soggettiva e
sotto alcune sue sfaccettature,
tuttavia possiamo considerare standarizzato il suo
scorrere sia in avanti che indietro.
Abbiamo quindi risposto alla domanda :
il tempo scorre in maniera uguale per tutti?
ebbene il tempo è relativo ai fattori sopracitati.
Resta un altra domanda importante :
come scorre il tempo nell'universo??
Cerchiamo di rispondere anche a questa domanda.....
Innanzitutto abbiamo capito una cosa :
l'essere umano è composto dalla fusione
del corpo , dell'anima e dello spirito.
Avendo quindi capito come il tempo viene percepito
dal nostro corpo , analizziamolo sotto l'aspetto animico ,
cioè da come lo vede l'anima.
Qui la cosa si complica un po......
possiamo comunque farcene un idea generale.
L'anima innanzitutto è immortale , non conosce
la morte e quindi non ha una prospettiva temporale.
Per capire cosa sia il tempo
l'anima si immerge nell'esperienza corporale.
E' questo uno dei motivi per cui stiamo vivendo
l'esperienza tridimensionale, per meglio capire
il concetto di tempo ,
ma anche di l'universo e di noi stessi.
Quando ci avviciniamo al concetto che
la morte non deve incutere paura
poiche' quello che muore è solo il corpo,
iniziamo a vedere l'esperienza in terza dimensione
sotto un altro aspetto , la paura scompare.
Abbatendo il muro della paura del tempo e della mortalita'
entriamo in una nuova consapevolezza :
" la quarta dimensione "



Alchimista Metafisico






























L'EQUILIBRISTA




IN COSTRUZIONE







LA MEDITAZIONE


Meditazione è uno stato o un modo di essere che significa
consapevolezza e presenza. Recentemente sono stati coniati
nuovi nomi per indicare lo stato della meditazione:
in psicologia, si parla di esperienze di flusso ("flow") oppure,
nello sport, di essere in THE ZONE.
Si tratta di uno stato armonico in cui puoi dare
il meglio di te senza sforzo.
Corpo e mente funzionano come un'unica entità
totalmente coordinata:
sei rilassata/o e pienamente focalizzata/o su ciò che stai facendo.
Le tecniche di meditazione, in ogni cultura,
in oriente come in occidente, hanno la caratteristica comune
di allenare chi le pratica a rilassarsi e
a focalizzare l'attenzione nel momento presente.
Sono esercizi che non hanno connotati religiosi
né tanto meno richiedono l'adozione
di un sistema di valori o credenze.
In tutte le epoche, in ogni parte del pianeta,
sono state utilizzati perché efficaci nell'armonizzare mente e corpo.
Lo stato di meditazione è qualcosa di naturale
che fa parte dell'esperienza di tutti.
I casi sono innumerevoli in tutti gli ambiti della vita.
Pensa alle situazioni in cui hai avuto la sensazione
di un coinvolgimento totale:
colpendo una palla con facilità,
potenza e in pieno coordinamento,
danzando in completa armonia con la musica e il partner,
dando a tua/o figlia/o un abbraccio amorevole,
lavorando con un gruppo di persone
motivate nel raggiungere il loro obiettivo,
in un colloquio delicato con un collaboratore,
il capo o un cliente, scrivendo, cantando o
in attività ordinarie del quotidiano.
E' come quando si era bambini:
totalmente immersi nelle azioni e nelle sensazioni del momento,
senza alcuna separazione tra il se e l' esperienza.
Tutte le energie fisiche e mentali ne sono coinvolte.
La capacità di avere un'attenzione focalizzata
è ciò che fa la differenza tra
una prestazione di eccellenza ed una mediocre.
Si è a proprio agio e padroni della situazione,
senza il bisogno di "controllare" ciò che accade intorno a noi.
Infatti una mente e un corpo rilassati permettono
di dare il meglio di se in qualunque situazione,
soprattutto sotto pressione.
Si consegue di più: con maggiore piacere e creatività
e minor sforzo e dispendio di energia.
Si tratta quindi di ritrovare quelle attitudini
che ci appartenevano e da cui abbiamo perso contatto crescendo.
Attraverso la meditazione è possibile vivere
in modo più completo e anche più facile e naturale:
si tratta di riscoprire qualcosa che,
dentro di te, conosci già.
Meditazione significa vivere una vita viva, piena e ricca.
Puoi avere il meglio: sta a te decidere.



Solo quando il mentale
è libero dall'ego,
solo allora l'uomo
si ritrova in un orizzonte sconfinato


Dal Web





La meditazione è uno straordinario
veicolo di viaggio verso il sentiero
della comprensione di noi stessi e del TUTTO.
Esistono molte tecniche meditative
a cui possiamo ispirarci :
yoga , reiki , merkaba , mantra , Vipassana , zen , ecc....
Tutte possono risultare utili ,
tuttavia l'importante non adottare una tecnica specifica,
ma bensi applicarsi con perseveranza
nella meditazione stessa.
La meditazione non ha una personalità definita
poichè " ella " assume la forma e l'energia
di chi la pratica.
Con la meditazione l'uomo riequilibra
tutte le sue parti fondamentali :
" corpo fisico "
" corpo mentale "
" corpo emozionale "
" corpo spirituale "
Riesce a trasmettere e infondere energia al corpo ,
bilancia il nostro essere animico , e
sopratutto ci ricollega al nostro " SE SUPERIORE ".
Meditare significa penetrare con sensibilita'
nella materia , nell'anima e nello spirito dell'essenza.

La meditazione ,
è preghiera
è riflessione
è equilibrio
è temperanza
è conoscenza
è coscienza
è consapevolezza
è disciplina
è silenzio
La meditazione è serenita' , forza e pace interiore;
è " mens sana in corpore sano "

Nella meditazione l'umo incontra il DIO che è in lui



Alchimista Metafisico










































UNA LEGENDA INDUISTA




“Una vecchia leggenda indù racconta che vi fu un tempo
in cui tutti gli uomini erano Dei.
Essi però abusarono talmente della loro divinità,
che Brahma - signore degli dei -
decise di privarli del potere divino e
di nasconderlo in un posto dove fosse impossibile trovarlo.
Il grande problema fu quello di trovare un nascondiglio.
Quando gli dei minori furono riuniti a consiglio
per risolvere questo dilemma, essi proposero la cosa seguente:
"seppelliamo la divinità dell'uomo nella Terra".
Brahma tuttavia rispose: "No, non basta.
Perché l'uomo scaverà e la ritroverà".
Gli dei, allora, replicarono: "
In tal caso, gettiamo la divinità nel più profondo degli Oceani".
E di nuovo Brahma rispose:
"No, perché prima o poi l'uomo
esplorerà le cavità di tutti gli Oceani, e
sicuramente un giorno la ritroverà e
la riporterà in superficie".
Gli dei minori conclusero allora:
"Non sappiamo dove nasconderla,
perché non sembra esistere - sulla terra o in mare –
luogo alcuno che l'uomo non possa una volta raggiungere".
E fu così che Brahma disse:
"Ecco ciò che faremo della divinità dell'uomo:
la nasconderemo nel suo io più profondo e segreto,
perché è il solo posto dove
non gli verrà mai in mente di cercarla".
A partire da quel tempo, conclude la leggenda,
l'uomo ha compiuto il periplo della terra,
ha esplorato, scalato montagne,scavato la terra e
si è immerso nei mari alla ricerca di qualcosa
che si trova dentro di lui.”




Dal Web




I RICORDI


I ricordi sono l'equilibrio
della bidirezionalita' del tempo .

I ricordi sono direttamente proporzionali
all'intensita' emozionale percepita in un istante.
Più forte è tale emozione
più è radicata e rimarchevole
nella nostra mente quel ricordo.
Un intensa emozione è per sempre.

Il tempo affievolisce i ricordi ,
ma a volte basta una scintilla
per rievocare in noi
le emozioni contenute in essi,
poiche' sono come codici
incisi ne nostro DNA ,
come graffiti indelebili ,
come fuochi che lieniscono la nostra esistenza.


Come tamburi battenti , i ricordi ,
echeggiano melodicamente
nella mutevolezza silente
del nostro eterno divenire.



I ricordi
sono come le infinite
pagine di un libro
che non si smette mai di leggere........




Alchimista Metafisico



L' ARABA FENICE



Anche quando lottando fino
all'ultimo granello di forza
si dovesse rimanere sconfitti,
se si è battagliato per un sano ideale
la sconfitta risorgerà come un araba fenice
dalle proprie ceneri ,
trasformandosi in un eco infinito di vittoria.



Alchimista Metafisico



IL DUALISMO
Il dualismo tra bene e male che è parte dell’ego umano,
è una prova evolutiva di discernimento che segue una legge
universale di libero arbitrio.





"La vita è fondata sull’esistenza dei contrari,
ovvero sul fatto che tutto è polarizzato in attivo e passivo,
emissivo e ricettivo, maschile e femminile.
Tale opposizione crea il movimento.
Questa idea è espressa dal numero 2,
che è il numero della polarizzazione.
Il 2 è l’1 divenuto positivo e negativo.
Nel gioco delle carte dei Tarocchi il numero 2
è rappresentato dalla Papessa che
tiene un libro aperto sulle ginocchia.
Colui che è in grado di decifrare tale arcano è
capace di risolvere nella vita il problema del male.
Egli comprende che il bene e il male,
l’amore e l’odio, la luce e le tenebre,
benché opposti nelle loro manifestazioni,
sono i due aspetti della stessa realtà.
Non serve quindi a niente voler lottare contro il male.
Bisogna soltanto imparare a usare le forze del male
(le difficoltà e le prove)
per trasformarle in energie costruttive.
Per risolvere il problema del male,
bisogna saperlo utilizzare ovvero uscire dalla dualità
per ritornare all’unità."



"C’è una cosa che i credenti di tutte le religioni
hanno difficoltà ad ammettere, e cioè che Dio,
il quale è onnipotente,non si decida finalmente
ad annientare gli spiriti del male che vengono a tentarli.
Ma anche quegli spiriti hanno il diritto di vivere,
e sta agli esseri umani non cadere nelle loro trappole.
Dio non punirà mai il Diavolo
perché viene a tentare gli esseri umani:
sta a loro essere più illuminati e più forti.
Sta a loro comprendere dove risiede il loro vero interesse,
e rendersi conto del perché è preferibile
prendere una direzione piuttosto che un’altra,
e avere la volontà di procedere in quel determinato senso.
Occorre che ne siano totalmente convinti.
Credete che sarebbe realmente vantaggioso
per l’essere umano essere spinto,
suo malgrado, sulla via del bene, della luce,
ed essere al riparo, qualunque cosa faccia,
dalle tentazioni e dagli errori?…
Il Creatore e gli spiriti celesti lasciano
che egli trovi da sé il cammino,
affinché sviluppi la sua coscienza e
impari a diventare responsabile dei suoi orientamenti. "



"Benché in tutti gli esseri umani
sia insito il bisogno di amare gli altri e
di andare d’accordo con tutti, alla minima offesa,
alla minima ingiustizia, si abbandonano all’odio e alla vendetta.
Se però un giorno si trovano in una buona condizione,
se incontrano qualcuno in grado di dar loro un esempio
e mostrare la via, ricevono allora delle rivelazioni
che a poco a poco li portano a comprendere come devono agire.
Questo dimostra anche che il modo in cui ciascuno
è capace di risolvere per se stesso il problema del male,
non riguarda esclusivamente lui;
riguarda ugualmente tutti coloro che lo frequentano
e che egli riesce ad influenzare con il proprio comportamento.
Pur nelle peggiori condizioni,
non dovete mai smettere di lavorare su voi stessi;
e se taluni volessero nuocervi,
invece di andare direttamente a regolare i conti,
cercate di dimostrare con il vostro atteggiamento
che non solo non sono riusciti a distruggervi,
ma anche che grazie a loro siete cresciuti,
vi siete rafforzati e siete ancora più vivi.
Ecco la migliore vendetta.



Dal Web



Luomo non potrà mai
" trascendere " il bene dal male ,
ma può discernere.




Alchimista Metafisico








LA CONOSCENZA




IN COSTRUZIONE




LA COSCIENZA


IN COSTRUZIONE



LA CONSAPEVOLEZZA


IN COSTRUZIONE






LE DIMENSIONI



La dimensione è il tempo
incastonato in uno spazio
in cui , tramite l'energia
si manifesta una coscienza.


Alchimista Metafisico




IN AMPLIAMENTO



LA TECNOLOGIA


Oggi la nostra civilta' attuale
è fortemente dipendente , influenzata ,
e retta da una particolare conoscenza tecnologica :
" l'elettronica" .
Le comunicazione dipende da essa
( cellulari - internet - televisione) ,
i sistemi produttivi delle industrie automatizzate
si muovono e producono grazie a monitoraggi controllati
permessi dall'elettronica.
I nostri scambi avvengono tramite il denaro ;
fisicamente noi maneggiamo solo gli " spiccioli "
poichè le grandi transizioni e gli spostamenti
mondiali di capitali avvengono tramite
" moneta virtuale "
( carte di credito , bonifichi , ponti telematici , ecc..).
Tutto cio' è reso possibile da un organizzazione compiuterizzata,
alla quale base c'è
" il mondo dell'elettronica ".




Alchimista Metafisico



















IL MONDO DELL' ELETTRONICA



L'elettronica puo' essere considerata
non come una conoscenza
o invenzione statica e istantanea
ma come una tecnologia in continuo fermento.
Alle sue spalle ci sono anni di studio ,
di speimentzioni, di prove e
successioni di conoscenze ereditate dai vari studiosi.
Alla sua base ci sono dei componenti fisici
( resistenze , condensatori , diodi , transistor..ecc..)
che ne costituiscono la parte materiale ;
sotto l'aspetto " metafisico " l'elettronica
puo' essere vista come un espressione reale
della manifestazione intelletuale dell'uomo
( emisfero sinistro o corpo mentale ) ,
quindi della sua logica
in un particolare contesto di " evoluzione tecnologica ".
L'elettronica va avanti cosi' come
va avanti l'evoluzione e il pensiero .



Alchimista Metafisico









L'AMPLIFICAZIONE


Alla base dell'elettronica moderna
c'è un componente fondamentale : il trasistor
(senza di esso il computer non esisterebbe .......)
Anche se ci sono " dubbi "
sulla sua vera provenienza e invenzione
oggi il suo impiego è su larga scala
anche grazie alla sua duttilità
e alle sue capacità funzionali
in diversi contesti elettronici;
per tali motivi è stato identificato
come l'invenzione del secolo.
Cercando di non addentrarci
nelle sue caratteristiche morfologiche o funzionali
possiamo definirlo come un " amplificatore ".


Anche l'arte è un " amplificatore ",
poichè è un veicolo multidimensionale
mediante il quale l'uomo riesce ad amplificare
trasformando in proiezione visiva
la sua " fantasia animica "
( emisfero destro o corpo emozionale ),
riuscendo quindi ad esprimere
e manifestare il suo pensiero animico.



Alchimista Metafisico









L' EGO


L’ego è quel guscio che ci protegge dalla Luce o Spirito
e rappresenta la nostra personalità o maschera.
Il nostro ego, ad esempio, contiene
molti pensieri limitanti legati al mondo che ci circonda,
ossia degli attaccamenti.
Ma in realtà la nostra Anima non giudica
il tipo di esperienze vissute dalla forma,
perché esse hanno lo scopo di far apprendere nuove lezioni
per l'evoluzione dello Spirito incarnato.
Per lo Spirito cioè, le nostre esperienze
sono un mezzo e non un fine.
Gli individui spesso dimenticano questa differenza,
e si focalizzano sul mondo materiale, dimenticando
che ciò che è veramente importante è la propria interiorità.
Per tale motivo l’ego rappresenta il nostro velo di Maya,
poiché non ci fa vedere la realtà per come essa è.
Lo Spirito infatti non giudica il tipo di esperienza
o condizione in cui si trova la forma, e
quindi osserva le varie esperienze con equilibrio e neutralità.
E’ questa una qualità che si incorpora man mano che si ascende.
Il prendersi troppo sul serio, invece,
è una caratteristica tipica dell’ego,
che non accetta per definizione un qualcosa
che contrasti col suo modo di concepire la realtà,
o al contrario si esalta quando ciò che avviene conferma
e permette di accrescere se stesso.
Queste sono proprio le forme di pensiero distorte
che un essere in ascensione rilascia.
Ciò non porta ad un appiattimento emotivo,
ma anzi permette di vivere gli avvenimenti per quelli che sono,
cioè delle sfide per mettere alla prova se stessi e per evolvere:
in altre parole in tal modo si comprende appieno il gioco della vita.
Un tale lavoro su se stessi porta
a sperimentare sempre più la vera libertà.
Il libero arbitrio è una facoltà insita nello Spirito,
ed è presente a qualsiasi livello,
in quanto tutti gli individui hanno almeno una scintilla divina,
che permette loro di essere vivi, e
di poter crescere ed ascendere.
Non bisogna dimenticare, infatti, che il livello
a cui ci si trova in un determinato momento
è determinato dall’individuo, e
dai pensieri che decide di accettare, consciamente o meno.
E’ però vero che man mano che si ascende
l’imprevedibilità dello Spirito può manifestarsi sempre più.
E’ proprio il vivere la vita con equilibrio,
infatti, e la mancanza di paure ed illusioni che
portano a manifestare direttamente la propria essenza divina.
Il lavoro di purificazione interiore è totalmente libero,
tanto che le anime non vengono giudicate
alla fine della loro esperienza nello spazio-tempo,
in quanto per lo spirito ciò che conta è fare esperienza
ed apprendere nuove lezioni.
L’anima, avendo scelto liberamente di incarnarsi
si impegna moltissimo e dà tutta se stessa,
e questo è ciò che conta per l’Assoluto,
indipendentemente dai risultati raggiunti.
L’ego non va quindi giudicato negativamente,
in quanto si forma a seguito della caduta di consapevolezza
e della mancanza di amore.
E’ una protezione naturale che tutti gli individui
ergono per preservare la propria integrità.
Il suo rilascio infatti dev’essere intrapreso
con una parallela crescita spirituale,
in modo da non creare dei buchi nei propri corpi eterici,
che porterebbero ad essere manipolati dalle entità.
Il processo di autoanalisi porta proprio
all’eliminazione graduale dell’ego genetico e biologico,
anche se non tutto l’ego può essere eliminato consapevolmente,
in quanto è molto difficile da riconoscere.
A questo fine si può chiedere il supporto dell’assoluto
utilizzando la preghiera del Padre Nostro ed il Gayatri Mantra.
Non deve sorprendere che tali metodi siano complementari
(ossia l’autoanalisi e la preghiera)
in quanto rappresentano i metodi della Via dell’Emozione
e della Via della Devozione.
La complementarità si ha proprio perché il fine di tali vie è sempre lo stesso: avvicinarsi sempre più all’Assoluto.



Dal Web
LA RUOTA CARMICA





IN COSTRUZIONE


IL GIGLIO BIANCO
Ad una donna



Qunando riceverai in dono un fiore
ascolta il suo profumo ,
ascolta la sua bellezza ,
ascolta il suo messaggio :
nel linguaggio dei fiori , il giglio bianco ,
rappresenta la purezza di un emozione sincera.



Alcmimista Metafisico




RIFLESSIONI
UNIVERSO - UOMO


L'universo è basato
su alcuni parametri fondamentali universali :
- spazio
- tempo
- energia
- coscienza

Lo spazio , il tempo e l'energia sono virtuali,
cioè sono modificabili .
La coscienza invece è reale.


L'essere umano è composto da :
- corpo
- mente
- anima
- spirito

Analizziamo staticamente corpo , mente , anima , spirito :

Il corpo possiede solo spazio , tempo , energia.
Gli manca la coscienza , cioè la coordinazione dei movimenti ,
ovvero è come un auto senza guidatore ,
come un aereo senza pilota.

L'anima ha la coscienza , lo spazio e l'energia .
Gli manca il tempo , cioè , essendo immortale non sa
cosa sia la temporalità .

Lo spirito possiede coscienza, tempo e energia .
Gli manca lo spazio , cioè , essendo onnipresente
non ha la percezione di dimensione spaziale.

La mente possiede coscinza , tempo , e spazio .
Non possiede l'energia cioè la materia.














L' ACQUISIZIONE



IN COSTRUZIONE
LA TEOLOGIA FUTURISTA




IN COSTRUZIONE


I COLORI DELLE CREAZIONE



Una farfalla prima di spiegare le sue ali al vento
e di porre la sua sfida di bellezza ai colori della natura ,
è chiusa nel suo bozzolo,
immersa nella "stanza del pensiero ".


Alchimista Metafisico
IL TRAVAGLIO


Una donna quando partorisce
lo fa con grande dolore ,ma
quando la vita è tra le sue braccia
tale sofferenza scompare trasformandosi in immensa gioia ;
tutto si trasforma……
Un opera d’arte nasce sempre da un travaglio metafisico, e
la sua emozione rimane impressa in uno spazio dimensionale
pronta a cavalcare le onde del tempo.



AlchimistaMetafisico





LA PARABOLA
la tecnica bidirezionale



Duemila anni fa un uomo di nome Gesu'
accolse la " coscienza cristica " dentro di se .
Venne per illuminare il sentiero dell'evoluzione umana ,
e per piantare nella coscienza limitata dell'uomo
il seme dello spirito .
Parlava in parabole.
Ma perchè??
Non poteva usare un linguaggio più diretto ed esplicito ??
La risposta è semplice...
La parabola nasconde un messaggio
da interpetrare e capire .
Usando questa tecnica adottava
un linguaggio " figurativo - informale " ,
che aveva una valenza temporale bidirezionale ,
cioè era utile sia per allora ( il passato visto oggi )
e per ora ( il fututo di allora ).



La parabola è una tecnica bidirezionale
mediante la quale lo spirito pervade la coscienza
proiettando un ponte metafisico tra passato e futuro.




Alchimista Metafisico






























LA PARABOLA DEI SETTE AMICI

Un giorno sette amici decisero di incontrarsi
dopo tanto tempo.
Il luogo di incontro era una grande montagna
immersa nel verde vicino
ad un ruscello scrosciante d'acqua limpida.
Si sedettero sull'erba formando un cerchio.
Ogniuno aveva portato con se un sacchetto
che conteneva 7 monete d'oro ;
frutto di duri sacrifici di una vita di lavoro.
Immersi nel silenzio della natura
si guardarono allungo rimanendo in silenzio.
Ad un tratto uno di loro prese il suo sacchetto
e tiro' fuori le sue 7 monete d'oro.
Le guardò per un istante ;
poi iniziò a distribuirle una alla volta
come in un passaparola, una per ogni amico
partendo dalla sua destra.
Alla fine della distribuzione aveva donato
6 monete d'oro rimanendone solo con una ,
mentre tutti gli altri ne possedevano 8.
L'amico che sedeva alla sua destra
rimase colpito da tale gesto.
Dopo aver meditato per un istante
anche lui inizio a distribuire le sue monete
seguendo il cerchio.
Cosi' tutti presero a fare la stessa cosa
donando una moneta per ogni amico.
Alla chiusura perfetta del cerchio
tutti si ritrovarono con le sette monete d'oro di partenza ;
anche il primo amico che aveva dato inizio alla distrubuzione.
Tutti si resero conto che fisicamente
non era cambiato molto piu' di prima ,
non erano ne piu' poveri, ne più ricchi di prima.
Tornarono a guardarsi per un po.
Apparentemente tutto era come prima.
Ma una cosa era straordinariamente cambiata.
Una nuova ed immensa energia pulsante era dentro di loro.
Avevano donato sette volte e ricevuto sette volte.
La loro energia si era moltiplicata .
Da quel momento in poi quei sette amici
non dimenticarono più quell'incontro.
Avevano imparato a conoscere
l'energia del dare e dell'avere.
Quel giorno scrisse nel cuore del tempo
una lezione incancellabile :
la parabola dei sette amici!



Alchimista Metafisico



L'autore del sito narrando questa " parabola "
si è ispirato alla coscienza cristica.
Oggi pero' non è piu tempo di parabole!
Oggi è il tempo della comprensione.
Il tempo è maturo.
Spieghiamo allora il significato
della parabola dei sette amici....
Poniamoci una semplice domanda :
dopo duemila anni , indipendentemente dalla nazione
in cui viviamo , la nostra società
è riuscita a garantirci il " benessere " materiale per tutti???
le nostre religioni ( tutte ) sono riuscite
a sollevare la nostra moralita?????
le varie correnti politiche ci hanno dato stabilita ?????
La risposta è un gategorico NO!!!
Allora la rispota fefinitiva diamocela NOI ,
in maniera diversa.......
Usiamo il nostro intuito ,
il nostro " sesto senso " per capire una semplice cosa :
all'origine dei nostri mali c'è
una struttura societaria fondata sul denaro.
Il denaro ha creato la " competizione "
e oggi noi umani non ci gurdiamo più negli occhi
e ci fronteggiamo spietatamente in nome del dio-denaro.
Il denaro ha comprato la nostra anima!
Allora cerchiamo di liberarci da questa " possessione " ,
cercando con il nostro intuito di immaginare
una struttura mondiale libera da questa schiavitu'.
Ma come puo una societa' funzionare senza denaro????
Bhe la risposta non è semplice ,
ma neanche difficile da dare e da comprendere.....
In molti " sistemi stellari " evoluti ( di quinta dimensione )
il denaro non esiste.
Ogni uomo contribuisce al TUTTO ,
mettendo a dispozione degli altri
quello che ha e che riesce a produrre.
Questo grazie all'alta coscienza di tutte le singolarita'
che fanno parte di quel sistema.
Ogni uomo è consapevole delle proprie azioni ,
ed è soprattutto cosciente di una grande verità :
c'è piu gioia nel dare che nell' avere.
Allora noi " terrestri "
cerchiamo di entrare in una nuova concezione
cerchiamo di entrare nella quinta dimensione....




Alchimista Metafisico





























IL COMUNISMO CAPITALISTA
il comunismo-capitalismo rivisitato





Senza retroazionarci troppo temporalmente ,
cerchiamo di dare uno sguardo alla nostra storia recente.
Gli ultimi anni della nostra società
sono stati caratterizzati da un " bipolarismo ideologico " ;
da un dualismo tra due correnti di pensiero politico :
il comunismo e il capitalismo.

Il Comunismo

Tralasciando e sorvolando la cronologia storica ,
cerchiamo di espletare il concetto di comunismo.
Il comunismo nasce da radici ideologiche lodevoli ;
alla sua base c'era la parità sociale ed economica.
Un governo comunista garantiva
lavoro , stabilita' , e potere decisionale uguale per tutti.
Per i ragazzi garantiva l'istruzione e
addirittura pagava gite e viaggi fuori nazione.
Provvedeva a tutto il necessario per garantire
al cittadino un'apprezzabile vita.
Il cittadino in cambio offriva
lavoro , opere e servizi totalmente per " lo Stato ".
Tutto questo sotto l'aspetto morale-ideologico
era davvero lodevole.
Ma perchè allora il comunismo non si è diffuso
su scala planetaria , e ha interessato solo alcuni stati ,
per poi fallire miseramente????
La risposta è semplice.....
L'esseere umano non era preparato a livello di coscienza
e non aveva un grado di evoluzione appropriato
per sostenere quella corrente.
Negli anni post-caduta comunista
la corruzione si è diffusa a macchia d'olio
tra i regimi politici , militari , governativi.
L'uomo-comunista con gli anni , aveva perso ,
lo stimolo ad offrire il suo lavoro , il suo servizio ,
solo e completamente per lo stato ,
non era piu' incentivato a lavorare
oltre il minimo necessario
perchè comunque la sua retribuzione
sarebbe stata sempre la stessa.
Non aveva piu "l'ascensore socio-economico "...
Ecco le ragioni della sua inesorabile caduta.
E' fallito l'uomo-comunista....



Il Capitalismo


Il capitalismo rappresenta il contropolo al comunismo.
E' un ideologia totalmente opposta.
E' l'archetipo di liberta' :
nel culto religioso , nella libera espressione ,
nel libero scambio economico , nel libero lavoro imprenditoriale.
Ha un simbolo emblematico : " la statua della liberta' ".
Il Capitalismo garantisce " l'ascensore socio-economico "
Anche il capitalismo quindi è nato sotto una stella
che brillava di una luce luminosa : la liberta'.
E' cresciuto e si è sviluppato fino ad oggi.
Il tempo pero' è sempre un giudice inflessibile...
Oggi nella società capitalista
c'è grande sgomento e confusione.
La macchina del consumismo sfrenato si è rotta.
Le crepe di crisi economica sono visibili ovunque
e NON SONO RISOLVIBILI col capitalismo stesso.
Bisogna ora , nel nostro presente ,
fare un arguta e seria introspezione meditativa ,
sulle ragioni di questa crisi che si sta dimostrando epocale.
Cerchiamo di capore il perchè il sistema capitalista sta vacillando.
Facciamo qualche esempio per meglio comprendere :

Le 3 persone piu' ricche del mondo sono ricche
quanto i 48 paesi piu' poveri.

La ricchezza delle 84 persone ,
le piu' ricche supera il PIL della cina che conta
1,2 miliardi di abitanti .

Le 225 persone piu' ricche possiedono una fortuna
equivalente al reddito annuale dei 47% degli individui
piu' poveri del pianeta , ossia 3 miliardi di persone.

Basterebbe meno del 4% delle ricchezze cumulate ,
di queste 225 fortune mondiali
( valutate piu' di 1000 miliardi di dollari )
per dare alle popolazioni del mondo intero
l'accesso alla necessita' base e ai servizi elementari:
salute , educazione , alimentazione..

122 ditte sono all'origine dell'80% di tutte le
emanazioni di biossido di carbonio.

Per la sua fabbricazione un Jacht di lusso
necessita 200000 ore di lavoro, ossia 96 anni
di lavoro di una persona
( 8 ore al giorno , 5 giorni allasettimana.... ).

Detto altrimenti , con quello che guadagna
in qualche giorno , un miliardario puo' comprarsi
la vita di un essere umano......

Negli Stati Uniti , i 100 piu' importanti padroni di ditte
guadagnano ognuno in media 1000 volte di piu'
che i loro stipendiati " ordinari ".

La fortuna di Bill Gates ( 50 miliardi di dollari )
è uguale alla fortuna accumulata
dai 106 milioni di Americani piu' poveri .
(nulla di personale per Bill gates) ma...............

Il Budget militare Americano del solo anno 2004
è stato di 480 miliardi di dollari ,
cio' rappresenta dalla nascita del Cristo
una spesa di 27342 dollari l'ora....

Nel 2002 George W. Bush decise di aumentare
di 40 miliardi di dollari le spese militari.
da solo , questo aumento del budget militare Americano,
rappresenta esattamente la somma di denaro necessario
per mettere definitivamente un termine
ALLA FAME NEL MONDO !
Questi sono tutti dati ufficiali di una stima dell' ONU.

Alla base di tutto cio domandiamoci una sola cosa :
puo' continuare allungo questo sistema ????????????
Raziocinamente e moralmente
.....ASSOLUTAMENTE NO......
E' fallito anche " l'uomo-capitalista "
Ma non disperiamo.........
Questa è la nostra storia ;
è un insegnamento ed un esperienza da cui trarre
insegnamenti per la creazione di una futura umanità :
......l'umanità galattica di quinta dimensione...


Alchimista Metafisico





La ricchezza materiale
non hai mai concondotto verso
il sentiero della ricchezza spirituale.


Alchimista Metafisico



E' piu facile che un cammello
passi per la crona di un ago
che un uomo ricco passi nel regno dei cieli.

Coscienza Cristica



La differenza tra un uomo ricco e
un ricco uomo??
L'uomo ricco ha bisogno di molto
per sentirsi realizzato ,
il ricco uomo ha bisogno dell'essenziale.
Dopo l'essenziale c'è il superfluo.


Alchimista Metafisico





















































IL VIAGGIO DELL'ANIMA
terza , quarta , quinta dimensione



Cerchiamo ora , in questa finestra del sito
di comprendere lo scopo e
il significato di questo viaggio.
SI PARTE.........


TERZA DIMENSIONE

La nostra realta' di esperienza e di percezione
sul pianeta che noi chiamiamo " terra "
è di terza dimensione.
In quetsa realta' noi con i nostri cinque sensi
uniti al " sesto senso " che chiamiamo intuizione
stiamo " viaggiando " immersi totalmente in questo stadio.
Stiamo sperimentando il dualismo
( bene-male , bianco-nero , bello-brutto , forte-debole
positivo-negativo , dolce-amaro , alto-basso , su-giu' ,
amore-odio e....potremmo continuare allungo.... )
ed il tempo, e di come esso condizioni la vita di
ogni uomo soprattutto in questi periodi di grande freneticita'.
Spesso usiamo dire: " non ho tempo ".
Capiamo come esso sia altamente
interagente nel nostro quotidiano.
Questi due importanti paradigmi ( dualismo e tempo )
consciamente o incosciamente ,
consapevolmenete o inconsapevolmenete ,
li viviamo tutti (nessuno ecluso)
nelle medesima interezza come colletivita',
e come singolarita' nelle loro diverse sfaccettature ,
e li valutiamo secondo un nostro archetipo o
ottica di visuale in modo personale ,
cioè li sperimentiamo a modo nostro.
Capire bene questo stato di tridimensionalita'
in modo universale , in modo aperto
con ampia veduta e " acuta osservazione "
ci permette di salire un gradino
verso la comprensione di noi stessi e dell'universo ;
di acquisire un notevole bagaglio di esperienza
il quale si consentirà di fare
" il salto quantico " ( in gergo alchimista ),
di fare il " balzo evolutivo " ( in termini biologici ),
di operare il "cambio di frequenza vibrazionale " ( in vedute astrali ),
di percorrere " l'ascensione " (in termini spirituali) ,
di entrare quindi nella " quarta dimensione " ( in gergo metafisico ).

Ricordiamo bene una cosa :
una dimensione è uno stato di fusione tra
conoscenza-consapevolezza-coscienza e
non quindi necessariamente uno spazio paralello fisico.
Quindi una dimensione è proporzionale
al nostro livello di acquisizione.



QUARTA DIMENSIONE

Chiunque riesca a capire bene il segreto e il senso
della terza dimensione sia avvicinera'
alla soglia della quarta.
Ribadiamo il concetto di quarta dimensione.
Quando iniziamo a capire l'interezza del tempo
e di come si comporta non solo sotto il nostro
punto di vista ( da come lo vediamo sulla terra )
ma anche come si muove nell'universo ,
ci accorgiamo che nelle dimensioni evolute
cioè su altri piani astrali
( come viene visto da altre civilta' gia ascese )
IL TEMPO NON ESISTE
cioè è un continuo divenire ,
passato , presente e futuro sono come punti
di una circonferenza che si rincorrono continuamente .
Questo perchè altri "sistemi stellari evoluti "
gia conoscono il concetto di immortalita' dell'anima .
L'anima quindi cosciente della sua immortalita'
percepisce il tempo diversamente ;
è come se per Ella non esistesse.
Nella nostra' realta' diversamente noi
sperimentiamo " la morte "
ma solo sotto l'aspetto corporale
( spesso noi la vediama come un archetipo di fine del tutto ).
Possiamo paragonare la nostra esperienza sulla terra
come la frequentazione di una " scuola elementare "
dove alla fine del nostro studio e sperimentazione
se saremo stati " bravi " potremo accedere
alla scuola media ( passaggio successivo di evoluzione ),
viceversa se saremo stati " asini " ,
verremo " bocciati " ripetendo l'esperienza su un altro pianeta ,
perchè se in passato è avvenuto questo
( temporalmente da ATLANTIDE ad oggi
in un ciclo di 13000 anni - ciclo piu' recente - )
poichè la terra ospitera' la vita di quinta dimensione
non avremo piu' la possibilita' di crescere spiritualmente
su questo pianeta ( la nostra terra attuale ) e ,
ripercorreremo quindi il ciclo delle reincarnazioni
con tutti i nessi e connessi ,
dovendo stavolta impegnarci dippiu'
poiche' " gli ostacoli " che rincontreremo sul nostro cammino
ci saranno posti in maniera piu marcata e netta ,
proprio per spingerci alla comprensione e al salto evolutivo.
Tutto questo dipende dal nostro " libero arbitrio "
e dalla volonta' nostra che manifesteremo.




QUINTA DIMENSIONE

La quinta dimensione nella sua interezza
possiamo paragonarla come ad un miglioramento di vita.
Il miglioramento di vita interessa tutti i fattori
a lei interconessi , a tutti i livelli :
corpo , mente , anima , spirito .
Vivere in quinta dimensione quindi significa
innanzitutto abitare su un pianeta perfettamente sano
con una temperatura mite ,con un equilibrio stabile ,
dove mondo minerale , mondo vegetale, mondo animale ,
siano in perfetta sintonia con l'eco-sitema e con l'uomo.
Una perfetta " interazione " del TUTTO .
In quinta dimensione si adotta una religione universale
( tutte le sfaccettature teologiche e divisioni religiose
che esistono in terza sono unite sotto un solo credo )
alla quale base c'è " l'essenza del tutto " - DIO -
Non esiste " la sopravvivenza "( come in terza dimensione )
poichè tutti hanno il giusto necessario ;
non esiste " il dio denaro "
ma " lo scmbio di coscienza " reso possibile
da un' incredibile tecnologia disponibile per tutti
( non come in terza dimensione - solo per i potenti - )
La " free energy " è ad appannaggio di tutti e non
monopolizzata da enti statali o privati che la utilizzano
per gli interessi economici personali....
La quinta dimensione è un utopia???
staremo a vedere...
Una cosa essenziale pero' bisogna dire : l'importante e crederci.
Credere in tutto questo significa gia aver percorso
meta' della strada che conduce a quella realtà...
Credere significa " proiettare olograficamente il pensiero "
verso quella manifestazione ;
Ricordiamo ancora....
una manifetsazione fisica o realta' prima di divenire tale
è generata sempre un istante prima " dal pensiero " !




Nella quinta dimensione si adotta un sistema :
.......il comunismo capitalista.




Nella quinta dimensione si racconta una parabola :
........la parabola dei sette amici .


La quinta dimensione è uno stadio di manifestazione reale
in cui un equilibrio stabile intaragisce col pensiero.




Alchimista Metafisico



























































LA VALIGIA



IN COSTRUZIONE

LA SPERIMENTAZIONE EMPIRICA


Empirico nel nostro vocabolo lessicale
è sinonimo di " esperienza pratica " ,
giungere alla comprensione non passando
per una strada scientifica.
Facciamo una considerazione :
l'essere umano è tendenzialmente logico , raziocinante ,
cioè quasi per istinto o anche per " ego "
tende ad usare il suo emisfero sinistro o corpo mentale
per interfacciarsi con la realta' che vive ,
cercando di comprenderne i meccanismi scaturenti del quotidiano.
Molto spesso pero' il solo ragionamento lineare
non ci porta ad una acquisizione o comprensione ,
ed abbiamo bisogno di percorrere altre strade.
Usiamo spesso dire : L'HO SPERIMENTATO SULLA MIA PELLE.
Facciamo un esempio banale ma pratico per meglio capire :
la maggior parte di noi sa che cozzando
" volontariamente " la testa contro un muro
è doloroso e dannoso , e quindi la maggior parte di noi
non farà mai questa esperienza , poichè ,
la nostra comprensione logica ci porta già a conoscere
" in anticipo "il risultato di quell'azione.
Tuttavia la comprensione e la coscienza varia
da individuo ad individuo , e quindi
è possibile che ci sia una minoranza di persone
che hanno bisogno di " sbattere la testa al muro "
per verificarne gli effetti ;
di viverli sulla propria pelle.
L'essere umano non nasce gia formato coscienzialmente ;
quando ci immergiamo in una nuova situazione ,
in un rapporto con amici o familiari ,
in un nuovo contesto lavorativo ,
o semplicemente vivendo nel quotidiano ,
abbiamo bisogno di fare esperienza ,
e non sempre la nostra logica
ci porta ad un risultato apprezzabile.
Facciamo un ulteriore considerazione :
difficilmente un essere umano accetta un consiglio
o un insegnamento di vita da un suo simile ,
poichè per natura siamo molto ORGOGLIOSI
(questo nel bene e nel male )
e nella maggior parte delle volte
non ascoltimao niente o nulla che venga
al difuori di noi stessi o derivi
dalla nostra interazione personale .
Nell'acquisizione della comprensione
tutto quello che non ha una spiegazione
per la nostra " coscienza logica ",
tutto quello che non proviene dalla nostra esperienza diretta
ha bisogno di una " sperimentazione empirica ".


La sperimentazione empirica è vita quotidiana.


La sperimentazione empirica è un interazione con la realtà.


La sperimentazione empirica è acquisizione di coscienza.


La sperimentazione empirica è uno specchio interattivo
dove viene riflesso il futuro del nostro stato d'essere.


La sperimentazione empirica è esperienza di vita .




Alchimista Metafisico

















LA TECNICA
Il Cubo di Rubik





IN COSTRUZIONE
IL SONNO
La Dimensione Asrtale



IN COSTRUZIONE

L' UBIQUITA' IMPERSONIFICALE
La Tecnica Interazionale





IN COSTRUZIONE












LO SPECCHIO
La Tecnica Introspettiva




IN COSTRUZIONE



IL SE' SUPERIORE


Cos'è e cosa rappresenta il " SE SUPERIORE " ??
Cerchiamo di acquisirne la comprensione
usando concettualmente un paragone
che possa avvicinarsi all'archetipo di conoscenza di tutti.
Immagginiamo ora " il mondo " in cui noi ora viviamo
e " l'esperienza esistenziale " che stiamo sperimentando
e percorrendo come un immensa opera teatrale.
Un opera teatrale è composta essenzialmente da tre
figure cardini :
spettatore , attore , regista .
Ogniuna di quetse figure è essenziale per il successo dell'opera stessa.
Il nostro pianeta terra ora è il nostro teatro .


Lo Spettatore

Ci sono eventi ( storia, economia, cronaca , politica ..ecc )
che sono scaturiti dalla colletivita' della societa' globale
in cui noi siamo prettamente osservatori ( "informati o controinformati" )
In questo contesto ricopriamo un ruolo di "spettatori ".
Osserviamo quindi il fluire degli eventi ,
osserviamo la proiettazione della trama dell'opera .


L'Attore

Ci sono alcuni eventi ( lavoro , famiglia , amicizie, hobby , ecc ecc. )
a cui partecipiamo in prima persona ,
ne siamo attivamente partecipi ,
cioè li scegliamo noi.
In questo contesto ricopriamo il ruolo di " attori ".
Generiamo noi quindi il fluire degli eventi .
Inevitabilmente per tali osservazioni
siamo sia spettatori che attori
che partecipano a questa immensa sala teatrale che è il nostro mondo.
Siamo momentaneamnete immersi in uno stadio di " incoscio "
dove non conosciamo la visione generale dell'opera teatrale
cioè del nostro " futuro " ,
ma siamo solo parzialmente consci
della nostra parte di spettatori e attori.


Il Regista

Il " regista è il nosto " SE SUPERIORE ".
Il regisata di un opera teatrale
ne conosce perfettamente la trama , ed ha una visuale
piu' ampia rispetto allo spettotore e all'attore.
Coordina il tutto.
Il se superiore rappresenta la nostra impronta divina ,
la scintilla dalla quale viene innescata la trasformazione.
Il se superiore è la nostra guida ,
l'altra parte del velo ,
la sorgente iniziale ,
il nostro computer collegato alla rete ,
lo specchio che riflette il nostro potenziale futuro.
Molto spesso noi ( SE INFERIORE )
siamo scollegati al nostro se superiore .
Ciò genera lo stato di inconscio
che quando viene elaborato solo dal nostro ego si trasforma
in angoscia , paura , insicurezza ,
icapacita' di osservare le cose in maniera equilibrata ,
incapacita' di capire il nostro ruolo nella vita ,
di guardare con speranza al nostro futuro .
E' urgente capire una grande realta' :
la vita che sperimentiamo nel presente ,
cioè ora sulla terra è solo una parentesi ,
poichè abbiamo gia' vissuto altre vite passate ,
ma non ce ne rendiamo conto perche' la nostra mente non le ricorda.
Perchè allora esiste la grande realtà
della rinascita o della rincarnazione e non lo ricordiamo???
Diamoci una risposta :
quando torniamo a nascere il nostro cervello
è nuovo e quindi resettatto ,
la nostra coscienza non ricorda le precedenti ,
è come un enorme computer dopo il reset dell' Hard Disk.
Tutto questo perchè la nosta successiva vita
deve essere libera dai condizionamenti della precedente ,
la nostra coscienza deve essere libera da preconcetti
per poter scavalcare gli ostacoli non superati in precedenza ;
Tutto cio' è reso possibile solo con la perdita' temporale dalle memorie
affinchè la nostra " nuova esperienza " sia " emotivamente coinvolgente ".
Una delle nostre sfide consiste proprio in questo :
ricordare le nostre memorie perdute.
Per riuscire in tale obbiettivo un modo efficace
è quello di ricollegarsi al nostro " Se Superiore ".


Il Se Superiore è la riunificazione delle nostre coscineze .

Il Se Superiore rappresenta l'unione del nostro passato-presente-futuro.

Se il nostro " Se Inferire " rappresenta noi nel presente ,
la notra coscienza temporale ,
il nostro " Se Superiore " è la nostra coscienza nell' atemporalita'.


Il Se Superiore è l'energia che ci spinge verso il sentiero della vita.


Il Se Superiore è un Frammento di Dio che Egli stesso ha donato.


Il Se Superiore è dentro OGNIUNO DI NOI .



Alchimnista Metafisico



































LA TRASCENDENZA
Spirito e Materia





Il termine TRASCENDENZA - antitetico al concetto di immanenza -
deriva dal latino ("trans" + "ascendere"= salire al di là)
e indica in filosofia e teologia
il carattere di una realtà concepita come ulteriore,
"al di là" rispetto a questo mondo,
a cui pertanto si contrappone in una visione dualistica.
Trascendente è un termine prettamente filosofico e metafisico.
Normalmente oggigiorno viene usato con il significato di superiore,
che ha una propensione verso realtà superiori,
come ad esempio Dio, che deriva
o sale verso piani al di fuori della tangibilità,
che esula dalle cose puramente sensibili e
dalla percezione fisica dei sensi umani.
Trascendente significa che si ispira
a idee superiori non ancorate al puro materialismo ma
che vengono da una realtà superiore e
comunque diversa da quella visibile.
Il pensiero del trascendente (di una idea superiore)
è già dentro di noi.
Giordano Bruno parla di Dio in duplice modo:
come "Mens super omnia" (Mente al di sopra di tutto) e
come "Mens insita in omnibus" (Mente presente in ogni cosa).
Per il primo aspetto Dio è trascendente,
fuori del cosmo e dalle capacità razionali dell'uomo,
è oggetto di fede e di lui ci parla solo la Rivelazione.
Per il secondo aspetto, invece, Dio
è principio immanente del cosmo e
risulta accessibile alla ragione umana,
costituendo anzi oggetto privilegiato del discorso filosofico.



Dal Web

16/02/2009











L' ALCHIMIA


Cosa vuol dire il concetto di Alchimia ??
Cerchiamo di comprenderlo poichè
puo' essere una conoscenza che una volta acquisita
puo' veramente esserci utile......
Il termine Alchimia potrebbe suscitare
a prima vista in noi quasi un " astrattismo esoterico " ,
coniato e introdotto nel nostro vocabolario e
nel nostro linguaggio lessicale da poco tempo ,
ma anche se è cosi' per la creazione del vocabolo stesso
la sua essenza come interezza concettuale
( al dila' delle sfaccettature ) è antichissima ,
quanto la creazione stessa.
Per meglio comprendere il significato stesso di alchimia
faremo una divisione della suddetta in tre parti :
- trasformazione ( alchimia trasformazionalista' )
- inerpetrazione ( alchimia interpetrativa )
- ricerca ( alchimia ricercazionale )


ALCHIMIA RICERCAZIONALE

Alla base del pensiero alchimista c'è la ricerca.
L'essere umano è perenemmente in uno stadio di ricerca :
del proprio io , dell'universo , di DIO.
Le domande che spesso porgiamo a noi stessi
quando siamo immersi in una seria introspezione , quali :
chi sono io in realta' ?
dove sto andando ?
qual'è il mio fututro ?
qual'è lo scopo dell'esistenza ?
che senso ha la morte ?
non sono altro che uno specchio
che riflette il " paradigma alchimista della ricerca ".
Da tutto cio' il pensiro scaturente dell'uomo
di ricercare l'immortalità ,
la pietra filosofale , l'elisir di lunga giovinezza ,
che gli permetta di incamminarsi
verso l'ifinito sentiero della ricerca.
All'interno di questo cammino è nascosta
l'energia da cui attinge la vita stessa.



ALCHIMIA INTERPETRATIVA

L'antica storia dell'uomo , delle civiltà antiche
( sumere , egiziane , elleniche e le altre che le hanno precedute)
ha sempre narrato come forma di comunicazione il simbolismo.
I reperti millenari ne sono vere testimonianze.
Il simbolosmo quindi ha sempre svolto
un ruolo importante nella struttura di una civilizzazione.
Cerchiamo di capirne il perchè.
La simbologia non è una struttura
dalle valenze matematiche ,
non ha un significato univoco ,
bensi lavora in un contesto interpetrativo.
Quando l'uomo si trova difronte alla simbologia
la sua mente, il suo corpo mentale ,
lo elabora seguendo il proprio archetipo ,
o secondo la propria coscienza e consapevolezza.
Da quetsa elaborazione si riesce ad estrapolare un concetto
del tutto personale.
Da qui il senso della vita
la quale va interpetrata " personalmente "
cio col nostro libero arbitrio
e con la nostra individualita' la rendiamo
cosi' diversificata e colma di infinite sfaccettature.
Le strade della vita sono tante ,
e ogniuno le percorre individualmente
con le proprie forze , con le proprie attitudini.
Tuttavia tutte le strade portano ad un unica direzione...
Con la simbologia , l'interpetrazione umana
sviluppa il suo pensiero e il suo discernimento.



ALCHIMIA TRASFORMAZIONALISTA

Questa sfaccettatura alchimista rievoca e
fa emergere il pensiero rivolto alla trasformazione.
Gli antichi alchimisti sfruttavano il concetto
trasformazionalista per tramutare
un metallo grezzo in un metallo nobile ,
cioè il piombo in oro.
Questo processo pero' al dila' della sua natura fisica
nasconde un concetto spirituale ,
che è quello di trasformare il proprio pensiero
e di portarlo in uno stato piu' nobile.
Nella trasformazione è sottointeso
il passaggio da un certo stadio
ad un altro successivo di maggiore valore ,
di maggiore benessere.
La vita non è mai statica , ma in continuo movimento ,
in continuo fermento ,
in continua trasformazione.
L'alchimia trasformazionalista
nasconde il paradigma del segreto evoluzionale.




L'alchimia è la ricerca interiore dell'essenza esistenziale ;
è un interpetrazione filosofale di vita ;
è trasformazione di pensiero .



Alchimista Metafisico





APPROFONDIMENTO

Come mai l'autore del sito, in questa frazione ,
per dare un immagine e per trasmettere alla vista
un messaggio affinchè' essa possa fungere da codifica
e da interfaccia alla nostra mente
ha usato l'icona di un croop circle per spiegare
il concetto di alchimia??
Cerchiamo di comprenderlo leggendo un articolo
posto sul web.



Riguardo a questo Crop Circle,
apparso a Alton Barnes nel 1996 (UK),
studiosi come l’olandese Robert Boerman sostengono
che la formazione indichi la doppia elica del DNA umano.
Notiamo infatti che l’andamento serpentiforme
delle due linee si intreccia a formare un’elica.
La differenza è che non si tratta di eliche ad andamento“speculare”
ma parallele e equidistanti.
Secondo Boerman il messaggio è semplice:
il segreto della creazione dell’Universo è nel nostro DNA.
Ma perché le eliche sono poste in modo così diverso?
La risposta starebbe proprio nel metodo di formazione dei Cerchi:
non spezzando ma piegando le spighe,
modificandone cioè la struttura interna, il DNA.
Questo significa che a determinate frequenze vibrazionali,
la struttura genetica, e quindi molecolare,
di un corpo può essere modificata.
Quest’ultimo punto è sostenuto da Fosar e Bludorf,
che si rifanno agli studi di biologi russi
sulle proprietà “sonore” del nostro DNA.
D’altra parte altri scienziati
(Jeremy Narby – teoria del DNA raziocinante)
hanno sostenuto l’importanza di studiare a fondo il DNA,
visto che attualmente il codice genetico del genoma
(complesso delle informazioni genetiche di un organismo)
umano è costituito solo dal 3% del totale del DNA.
La funzione del restante 97% è ignota ed è denominata “DNA di scarto”.



SIMBOLOGIA

L'origine del fenomeno, esogena all'uomo,
attestato dai numerosi scienziati che negli anni
si sono avvicinati allo studio dei Crop Circles,
mette in luce la sostanza del mistero:
qual è il messaggio contenuto in questi simboli?
La presenza di uno o più messaggi
è palese quando si associano le simbologie dei cerchi
alle forme geometriche di carattere esoterico,
collegate ai numeri appartenenti alla geometria sacra,
utilizzati dagli Egizi per la costruzione delle piramidi;
dagli Ebrei per la realizzazione del Tempio di Salomone;
dai Templari che, di ritorno dalla Terra Santa innalzarono
le cattedrali gotiche, ultimi capolavori di Paleoingegneria.
Nonostante i dubbi e le incertezze
derivanti dalla complessità del fenomeno Crop Circles,
si può evidenziare un punto di contatto
tra le varie interpretazioni che vengono date,
ed è quello del simbolo.
Secondo la tradizione Iniziatica il simbolo,
come linguaggio silenzioso, inizia ad apparire nel momento in cui
forze opposte entrano in tensione,
e che l'intelligenza dell'uomo non riesce a risolvere.
Il simbolo rappresenta una realtà oggettiva che
si manifesta a livello subcosciente;
è una chiave che ha il potere di modificare e
influenzare l'energia dell'intero pianeta,
per portarlo da un piano dimensionale ad un altro.


Dal Web


Per concludere faremo un altra osservazione
riferendoci sempre al pittogramma di Alton Barnes.
Questo croop circle è facilmente individuabile
nella nostra memoria con un numero caratterizzante :
il numero 12
Ad ogni singolo lettore la libera interpetrazione
e ricerca del significato simbolico dello stesso.
Ad ogni singolo lettore la libera impersonificazione alchimista.



L'alchimia è il volto dell'uomo che riflette
la sua ricerca,
la sua interpetrazione ,
la sua trasformazione di pensiero .



Alchimista Metafisico


25/02/2010










































































LA BIOLOGIA QUANTISTICA
Attivazione del DNA


Il DNA contiene le istruzioni necessarie
per far crescere e funzionare un organismo vivente.
Dice alle cellule esattamente quale ruolo devono svolgere nel corpo.
Contiene le istruzioni per far battere il cuore,
per la formazione corretta degli arti,
per far combattere le infezioni al sistema immunitario e
per far digerire la cena all'apparato digerente.
Il DNA trasporta le istruzioni in un codice
composto da quattro lettere dell'alfabeto: G, A, T e C.
La sequenza di queste lettere è nota come il codice genetico.
Una molecola di DNA somiglia ad una scala elicoidale.
Ogni gradino della scala, è costituito da due lettere di DNA.
A si lega sempre a T e G si lega sempre a C.
Il legame delle lettere fa si che tutta la molecola
si avvolga in una struttura a spirale
come una scala a chiocciola chiamata a doppia elica.



Il processo di Ascensione

Il processo di ritorno a dodici strati di DNA
nella nostra attuale forma umana è conosciuto come Ascensione.
L'Ascensione è il processo attraverso cui il corpo
aumenta la vibrazione un pò alla volta
fino a che non vibra alla risonanza dell'amore incondizionato.
Durante questo processo, a livello eterico,
dieci ulteriori strati di DNA si collegano
ai circuiti del corpo e del cervello.
Come il corpo aumenta la propria vibrazione e
come il nuovo DNA è collegato,
i modelli basati sulla paura e le credenze
sono simultaneamente rilasciati e lasciano spazio
per un'esperienza di maggior gioia,
creatività ed auto-espressione.


Dieci strati sono Interdimensionali

Nella quarta dimensione [la dimensione umana],
ci sono due strati di DNA [anelli o toroidi].
Chi dice che ne avete 12 sta dando
una descrizione 4D di un puzzle multidimensionale .
Ci sono in realtà solo due strati biologici o fisici.
Tutto il resto, i dieci che non sono menzionati,
non indicati e non visibili in 4D,
sono sovrapposti ai due che si possono vedere.
Non sono strati ulteriori.
Si sovrappongono a quelli biologici,
molti di loro si interfacciano biologicamente
con gli strati che siete in grado di vedere.
Così, ci sono davvero due strati
con altri dieci aspetti interdimensionali su di loro.
È così che si arriva a 12.
Dieci non potete vederli, due si.

Abbracciando la prima serie di dodici strati di DNA,
si è considerati "Cristici".
Molti metafisici hanno parlato del ritorno del "Cristo".
Il ritorno del "Cristo" è e sarà nella forma umana
dei molti che incarneranno la nuova genetica.
Il singolo che ha incarnato dodici strati di DNA
o è divenuto "Cristico" muove al di là
della limitazione insita nella forma umana.
Nel muoversi oltre la limitazione
l'individuo si sposta anche oltre la paura.
Come tutti gli uomini incarnano la nuova genetica,
a poco a poco la civiltà gradualmente si ristrutturerà
per basarsi sull'amore incondizionato.



L'unione degli emisferi cerebrali

Siete in procinto di riunire
l'emisfero destro e sinistro del cervello
(come è stato originariamente progettato).
Una volta che questo processo è finito,
cose mirabili cominciano a succedere:
la vostra creatività fiorisce
con l'agilità mentale necessaria per manifestare
le vostre visioni creative.
Si accede ai livelli del cervello che
risuonano alle frequenze delle dimensioni superiori
e si attinge ai pacchetti di Luce di saggezza e
di informazioni cosmiche che sono memorizzate lì.
Le principali ghiandole all'interno del cervello
vengono attivate e ci si riconnette
con gli aspetti di voi che
sono stati inattivi per migliaia di anni.



Il DNA come mezzo di comunicazione

I codici sono contenuti nel composto cellulare-genetico.
I Chakra sarebbero un pò come
trasformatori di potenza, resistenze e condensatori.
Ogni cellula ha una coscienza in modo che
quando la personalità dell'uomo viene bloccata e
non riesce ad andare avanti,
la coscienza del "sè superiore" può premere un interruttore
che dà un messaggio alla struttura cellulare che dice:
"Dobbiamo creare un qualche tipo di situazione,
al fine di stimolare la personalità e
riportarla sulla strada giusta. "
Alcuni schemi di possibilità del DNA sono inviati al sè superiore.
Potrebbe essere una qualche forma di incidente o di malattia,
o forse un'informazione illuminante da un amico e
il Sé Superiore quindi offrirà a questi schemi l'anima e poi dirà:
"Questo è ciò che dobbiamo fare" e
successivamente premerà un interruttore che
porterà determinate situazioni alla manifestazione.
E questo è il motivo per cui abbiamo detto che
il DNA e l'RNA sono sistemi di comunicazione.
Sarebbe come se il DNA fosse il link per il sé superiore e
l'anima e l'RNA fosse in un certo senso la risposta dell'anima.

La Luce (informazione)
si esprime attraverso il mezzo che chiamiamo coscienza
e quella coscienza è codificata all'interno del DNA.
Le polarità + / - nella luce sono comparabili al DNA-RNA,
che potrebbero essere descritti
come le polarità della coscienza umana.
Questa è anche la ragione per cui la coscienza umana
oscilla tra luce e buio.


Nuove attrezzature - nuovi programmi

Per rafforzare il collegamento con il vostro sé superiore
verranno impiegati nuovi modelli.
Siete in procinto di cambiare una parte importante
della biologia conosciuta da voi come DNA.
Questo nuovo modello permette di camminare in piena sintonia
con il vostro Sé Superiore in ogni momento.
Anche dopo che la parte nuova è installata deve essere programmata.
Tale programmazione consisterà nell'istituire
i percorsi sinaptici nel cervello necessari
per il pieno utilizzo delle nuove attrezzature.
La ri-connessione del DNA di per sé offre solo l'opportunità
di una maggiore comunicazione.
E' ancora necessario collegare i fili alle nuove attrezzature.
Ci sono molti modi per stabilire
nuovi percorsi sinaptici nelle vibrazioni superiori della Nuova Terra.
Molte più modalità si presenteranno per
collegare pienamente il nuovo hardware.
(Le intere registrazioni akashiche sono nel vostro DNA.)

La legge Universale prevede che la forma fisica
di una specie può essere modificata o riformattata
solo da coloro che abitano in essa.
Ciò significa che il DNA di una specie Terrestre
può essere modificato solo attraverso
la scelta creativa della coscienza che abita nel corpo.
Questo per voi significa che il DNA umano
che è responsabile per ogni aspetto della vostra presenza fisica
non può essere modificato da altri esseri,
né può essere cambiato da voi al di fuori del piano fisico.
Come si fa a cambiare il proprio DNA?
Per cambiare il vostro DNA e per cambiare la vostra struttura
dovete modificare le vostre emozioni.
È necessario anche modificare i vostri pensieri,
perché fare queste due cose
significa cambiare la vostra biochimica e la chimica del vostro cervello.
La vibrazione del vostro intero corpo
si sta spostando ad una frequenza più alta
durante la trasformazione cellulare.
Alcuni stanno sperimentando diversi sintomi fisici
che possono essere forti a volte o possono essere molto sottili.
In questa vita c'è più evoluzione
in atto nel vostro corpo che
in tutte le precedenti vite su questo pianeta.
Una trasformazione è in atto nel vostro corpo e nella Terra.
La stessa struttura cellulare del vostro corpo
sta cambiando in modo tale che
vi permetterà di resistere e di integrare
queste frequenze più elevate di energia.


Dal Web


25/02/2010
















L' INTERFACCIA
" Uomo - Dio "


L'evoluzione del nostro progresso tecnologico
ha introdotto nel nostro vocabolario
un nuovo sostantivo : interfaccia .
Cos'è un interfaccia ??
Cerchiamo di acquisirne il significato
al di la' di ogni particolre contesto
poichè ci risultera' molto utile
nel nostro cammino evolutivo di pensiero .

Cerchiamo subito di capire lo scopo di un interfaccia
facendo un esempio pratico comprensibile per tutti.
Oggi la maggior parte della popolazione mondiale
possiede un computer.
La storia del computer risale alla nostra evoluzione
tecnologica recente.
Prima degli anni 90 pero' l'uso del pc
era ad appannaggio di pochi " informatici " ,
cioè bisognava essere degli esperti e
conoscitori del linguaggio macchina e del " bios " .
Questo perchè un pc non capisce il nostro linguaggio
poichè è strutturato e complesso e non è solo logico ;
in pratica la lingua umana ha bisogno
di una coerenza contestuale per esprimersi
perchè è fatta di sfaccettature e interpetrazioni.
Un pc non è in grado di capire la contestualita' ,
poiche' esso ragiona in soli termini matematici.
Essendo costituito da un cuore
fatto di componenti elettronici è in grado di codificare
un solo tipo di lingua : la lingua binaria ,
zero e uno , livello basso o livello alta ,
lampadina accesa o lampadina spenta.
Paraddossalmente un computer anche se riesce
a sviluppare centinaia di operazioni al secondo
è fondamentalmente stupido...
Il successo della sua divulgazione sarebbe avvenuto
solo se si sarebbe abbattuto il muoro di comunicazione
tra lui e l'essere umano.
Occorreva una trovata geniale.
Presto fatto...
A meta' degli anni 90 si è introdotta una rivoluzione
che ha permesso alla " gente comune " di utilizzare
con duttilità un pc ;
questo grazie all'ausilio di " windows " .
Windows 95 è un sistema operativo essenzialmente ,
ma nel massimo delle sue potenzialità ,
lo possiamo definire come un interfaccia utente-pc ,
come un interfaccia uomo-macchina.
Interfacciarsi quindi equivale a dire " comunicare " .
Interfacciarsi equivale a costruire un " ponte di comunicazione " ,
equivale a dire abbatto " il muro della comunicazione " .




La tecnica di interfaccia " Uomo - Dio "

L'uomo è in uno stadio perenne di comunicazione
sia passiva , sia attiva.
Riceviamo continuamente informazioni e
continuamente le inviamo.
Il nostro corpo ad esempio quando ha fame o quando ha sete
ci trasmette delle " informazioni " che
si trasformano in percezioni elaborate dal nostro metabolismo.
Le percezioni del nostro metabolismo vengono a loro volta
codificate dal nostro cervello .
Questo a livello fisico.
A livello emozionale e mentale è parallelamente uguale.
Abbiamo bisogno di condividere emozioni e conquiste intellettuali
In questo contesto inviamo " informazioni "
al nostro prossimo le quali si trasformano in interazione.

Abbiamo visto quindi il rapporto del comunicare
col corpo , cioè a livello materiale
e il rapporpo del comunicare con l' anima
cioè con la nostra parte intellettuale o logica e
la nostra parte emozionale o intuitiva.
Ci resta da analizzare il rapporto di comuniucazione
con lo spirito.
Prima di avvicinarci al concetto di spirito
cerchiamo di avvicinarci alla conoscenza di Dio.
Ma chi è DIO ???
Ci siamo posti molte volte quetsa domanda.
A volte ci siamo risposti cosi' :
DIO è Onniscenza, Onnipresenza, Onnipotenza.
Potremmo definire DIO anche la matrice scaturente del TUTTO.
E'qualcosa di veramente grande , qualcosa di sconfinato ,di infinito
Questa grande distanza tra ifinito DIo e
infinitesimale uomo al suo cospetto ,
un po' ci spaventa, ci fa paura e
a volte ci impedisce di comunicare con DIO stesso.
Allora come possiamo fare per avvicinarci a LUI
senza avere il timore dell'irraggiungibilita' ???
Bhe...possiamo usare una tecnica ,
possiamo creare un interfaccia tra Lui e Noi,
esattamente come fa windows.
Bhe si .... ma come?????
La risposta è gia presente......
Come spesso accade le cose piu' difficili a volte
sono quelle a piu' portata di mano.
E' il nostro SPIRITO " l'inerfaccia " che stiamo cercando!!
In tutti gli esseri umani c'è una scintilla di spirito!

Lo spirito è l'interfaccia tra il nostro corpo/anima e DIO.




L'interfaccia è un spazio eterico
dove l'uomo e Dio si incontrano a meta' strada



Qundo l'uomo ha bisogno di comunicare con Dio
attraversa un ponte , abbatte un muro ,
e vede che dall'altra parte
c'è lo spirito ad attenderlo .
Meta' dell'opera deve compierla sempre l'uomo
con le proprie forze , con le proprie attitudini ;
l'altra......... l'ha gia compiuta DIO.


L'interfaccia è una tecnica di comunicazione.




Alchimista Metafisico

03/03/2010

















L' INFINITO ETERICO
L' etere





IN COSTRUZIONE
LA MORALITA' INTELLETTUALE


Nel percorso esistenziale della vita ogni essere umano
"anche colui che è avvolto nell'ateismo più assoluto"
prima o poi dovrà scontrarsi con la propria moralità intellettuale.





IN COSTRUZIONE
IL RICHIAMO DELLA MEMORIA
La tecnica uditiva-visiva



IN COSTRUZIONE
L' UOMO PENTADIMENSIONALE
l'uomo futurista - l'uomo quantico


L’Umano quantico sarà un Umano
capace di attivare le parti quantiche del suo DNA
per operare con maggior efficacia.


Kryon



IN AMPLIAMENTO

24/03/2010



LO SMUSSO
Il Davide



Era già lì, nel blocco di marmo;
io ho solo tolto il superfluo per farlo venire alla luce.


Michelangelo Buonarroti








IN COSTRUZI0NE


26/03/2010


LA PARABOLA DEL DISCEPOLO E IL MAESTRO
La Tecnica dello specchio - La Tecnica della Fusione




Viaggia insieme a me......
io ti porterò
dove non sei stato mai
e ti mostrerò
le meraviglie del mondo
e quando arriverà il momento in cui andrai
Tu ,
tu guiderai
tu lo insegnerai
ad un altro
un altro
come Te...


Eiffel 65


LO SPECCHIO

In questa splendida canzone
dalle cadenze ritmiche moderne molto piacevoli
è nascosto un gran significato metafisco.
Oltre a raccontare la storia di un padre
che tiene per mano suo figlio accompagnandolo nel sentiero
della conoscenza , narra anche
la storia tra il discepolo e il maestro.
L'uomo nei primi passi della sua evoluzione è un discepolo ,
segue un educazione scolastica-scentifica e teologale-animica
che lo accompagnera' nella sua crescita
fin quando diverra' anch'egli maestro.
Nell'interazione discepolo-maestro
c'è un rapporto molto intenso
dove il discepolo guarda al maestro
come ad uno specchio in cui viene riflesso
il suo potenziale futuro ,
e dove il maestro guarda al discepolo
come ad uno specchio che riflette il suo reale passato.


LA FUSIONE

QUANDO IL DISCEPOLO AVRA' APPRESO
CON " EFFICACIA " DAL SUO MAESTRO
SPICCHERA' IL VOLO , E SARA' LIBERO DI VOLARE.
QUANDO IL MAESTRO AVRA' TRASMESSO
CON " EFFICACIA " AL SUO DISCEPOLO
TORNERA' DAL VOLO
PER POI RITORNARE NUOVAMENTE
AD APRIRE LE SUE ALI ,
MA QUESTA VOLTA NON SARA' SOLO
PERCHE' AD AFFIANCARLO NEL VIAGGIO DEL VOLO
CI SARANNO IL DISCEPOLO ED
IL MAESTRO CHE è IN LUI ......



Nel rapporto interazionale maestro-discepolo
non esiste una gerarchia ,
ma una parità di confronto metafisica.


Si è sempre discepoli...............eternamente ,
si è sempre maestri.................eternamente ,
si è sempre maestri di se stessi....eternamente.....




Alchimista Metafisico


30/03/2010

Per un maggiore " imprinting emozionale "
è consigliabile leggere questa parabola
ascoltando contemporaneamente la canzone del video :
http://www.youtube.com/watch?v=RRhb2zgGcPg


















LO SQUARCIO

L'uomo nella sua ricerca spasmodica
verso la conoscenza ha sempre cercato
di " squarciare " tutto ciò che gli avrebbe precluso
una illimitazione spaziale.
Il dono piu' grande che gli è stato dato
è la libertà e la fantasia.
Con esse può abbattere le bariere più insormontabili
di spazio.
Anche se il nostro corpo fisico
è quasi imprigionato nella materia tridimensionale,
la nostra mente è libera di agire e,
di volare verso le dimensioni eteriche.
Percorrendo la strada dell'evoluzione l'uomo
sperimenta uno " squarcio dimensionale "
che provoca l'apertura della materia,
lasciando libero passo alla sua spiritualità
entrando in una nuova concezione di essenza.
Lo "squarcio" è una ferita mortale all'oscurita' ;
è il passaggio nella quarta dimensione ;
è un taglio che permette alla luce
di inondare come un fiume in piena
la notte dei suoi tempi.


Alchimista Metafisico



IL CONFRONTO TAGLIO - SQUARCIO

Nel " taglio " il maestro dello Spazialismo LUCIO FONTANA
riesce ad esprimere il concetto " spaziale "
imprimendo su una tela , cioè su una superficie
bidimensionale ( schiacciata )
un effetto " tridimensionale " .


Nello squarcio L'alchimista Metafisico
cerca di esprimere un concetto " multidimensioanale "
applicando una lacerazione alla tridimensionalita'
cioè alla materia
per giungere quindi alla quarta dove
c'è un evoluzione e trasformazione del pensiero.


In questro confronto contestuale
l'autore non cerca di esprimere
una superiorita' intellettuale , ma di
epletare il concetto dell'evoluzione come
un passo successivo al precedente
dove l'energia passata è necessaria a quella presente
per fondersi insieme in una futura.
Senza il " taglio " , lo " squarcio non avrebbe senso.



Alchimista Metafisico

02/04/2010





L'ERRORE ASSOLUTO
La Tecnica della Retroazione



In un' esistenza si possono commettere degli errori ,
ma non si potra' mai cadere in un " errore " assoluto.



L'analisi errore-uomo

Nella tecnica della retroazione ,
l'errore visto in forma negativa - retroazione negativa -
che essendo tale appartiene gia' al " passato "
- poichè l'uomo dopo averlo analizzato
è immerso in una meditazione " presente " -
si trasforma in interazione -retroazione positiva-
in un' ottica di scia futura-atemporale
e virtuale-reale.

La retroazione è una tecnica riflessiva


La tecnica della retroazione insegna all'uomo
che anche quando nella vita si commettono
inevitabili errori ,
c'è sempre la possibilità di trsformarli
in esperienze che aumentano il volume
dellla propria " valigia "
e del personale rapporto coscienza-conoscenza-consapevolezza


L'errore assoluto non esiste ma
è solo una potenzialita' virtuale negativa
che crea illusionosticamente l'essere umano.


Quando la nostra logiga -raziocinante-
ci dirà che abbiamo commesso un errore
ascoltiamo anche il nostro sesto senso ,
il nostro se superiore
e il tutto si trasformera' in equilibrio.

Quando l'uomo riesce a bilanciare
errore negativo/errore positivo
trasforma il suo pensiero


La retroazione è una tecnica metafisica di meditazione.


Alchimista Metafisico


IN AMPLIAMENTO

03/04/2010

SULLA CIMA DI UNA MONTAGNA
La Vetta - La tecnica della compressione




IN COSTRUZIONE


04/04/2010
IL GIUDIZIO
La Critica Costruttiva



IN COSTRUZIONE


10/04/2010


IL PIEDISTALLO
Il Punto di Vista




IN COSTRUZIONE

10/04/2010
IL CAMINO
Il Focolare - La combustione



IN COSTRUZIONE

10/04/2010

L'IMPRINTING EMOZIONALE
Il Tatuaggio




IN COSTRUZIONE

10/04/2010

LE RADICI ETNICHE
Cartoline dal mondo - Il Trabucco


Il ricordo delle radici etniche
echeggia artisticamente
nella tecnica costruttiva
tradizionale dell'essere umano..



In ampliamento



Alchimista Metafisico

10/04/2010





LA CREATIVITA'
La Tecnica della Fantasia Animica



La " Fantasia "
travalica muri
invalicabili dalla mente.




L'arte è un espressione di comunicazione
dove l'uomo riesce a trasformare in alchimia visiva
la sua fantasia e la sua creativita' dandone un immagine-forma .
L'uomo artista è quindi essenzialmente
un fantasista ;
ma..... tutti gli esseri umani posseggono la fantasia......
Allora..... RICORDIAMO :
............SIAMO TUTTI DEGLI ARTISTI...


Alchimista Metafisico



IN AMPLIAMENTO

15/04/2010




LA REALTA'
L'irrealismo




24/04/2010

in costruzione
I MILLEVOLTI DELL'ESSERE UMANO
Monnalisa



Il volto di monnalisa
rappresenta il mistero enigmatico
delle mille sfaccettature dell'animo umano ;
l'espressione di infiniti frammenti di vita ;
il cumolo di esperienze vaganti per il tempo.



Alchimista Metafisico



Per un maggiore " IMPRINTING EMOZIONALE "
è consigliabile leggere questo spazio affiancato al video :


http://www.youtube.com/watch?v=zCVPrVhfiWQ





LA CASCATA
La Coscienza di Massa




IN COSTRUZIONE
21/0572010

ALESSANDRO MAGNO
Il grande


Alessandro Magno, in punto di morte, convocò i suoi fidati generali,
per dettare loro le sue ultime volontà.
Ho tre precisi desideri da esprimervi, disse:

1) che la mia bara sia trasportata a spalle,
da nessun altro se non dai medici che non hanno saputo guarirmi;
2) che i tesori, gli ori e le pietre preziose
conquistate ai nemici vengano sparse e disseminate a vantaggio del popolo, lungo la strada che porta alla mia tomba;
3) che le mie mani siano lasciate penzolare fuori della bara, alla chiara vista di tutti.

Uno dei generali, scioccato da queste strane ed
inaudite ultime volontà del grande condottiero, chiese ad Alessandro:
Sire, qual è mai il motivo di tutto questo?
L’imperatore, con la voce ormai bassa e tremula, gli rispose:

1) voglio solo i medici a portarmi all’ultima mia dimora,
per dimostrare a tutti che non hanno alcun potere
di fronte alla malattia e alla morte;
2) voglio il suolo pubblico ricoperto dai miei tesori,
perché la gente umile ne tragga qualche vantaggio,
ma soprattutto per ricordare a tutti che i beni materiali,
qui conquistati, qui restano;
3) voglio le mie mani penzolanti al vento, perché
la gente capisca che a mani vuote veniamo e a mani vuote andiamo via.

Questo episodio ci ricorda e ci insegna che
il regalo più prezioso che abbiamo nella nostra vita è il tempo.
Possiamo conquistare, possiamo costruire case e palazzi,
possiamo dipingere più quadri e scrivere più romanzi,
possiamo accumulare più ricchezze, ma non possiamo produrre più tempo.
E’ per questo che, quando dedichiamo quel po’ di tempo
che abbiamo e quel po’ che ci rimane a un animale,
a un’idea, a una persona che amiamo, alla gente che comprendiamo e rispettiamo... facciamo una grande opera.

Il miglior regalo che possiamo fare a qualcuno è,
dunque, quello di dedicargli il nostro tempo.


Dal Web
IL BRACCIO DI FERRO
il male e il bene


IN COSTRUZIONE

SOMEWHERE OVER THE RINBOW
Da qualche parte al di la' dell'arcobaleno......



http://www.youtube.com/watch?v=V1bFr2SWP1I

http://www.youtube.com/watch?v=V1bFr2SWP1I


IL MAESTRO GESÙ CRISTO A NICODEMO:



IN VERITÀ IN VERITÀ TI DICO SE UN UOMO NON RINASCE DI NUOVO NON PUÒ VEDERE IL REGNO DI DIO (GIOVANNI, 3,3)
GUARDATE QUESTA IMMAGINE. L'ISTANTE IN CUI GESÙ CONFERMA A NICODEMO LA LEGGE UNIVERSALE DEL KARMA CAUSA ED EFFETTO.
LEGGETE! MEDITATE E DEDUCETE!



LA REINCARNAZIONE

UNA LEGGE UNIVERSALE INDISPENSABILE ALL'EVOLUZIONE SPIRITUALE DELL'UOMO.
LA LEGGE PERFETTA PER ECCELLENZA, CAUSA-EFFETTO: CIÒ CHE SEMINI RACCOGLI.
LA VERA MANIFESTAZIONE DELL'INFINITA MISERICORDIA DELL'ALTISSIMO PADRE CREATORE DEL CIELO E DELLA TERRA E, NELLO STESSO TEMPO, L'ESPRESSIONE SUPREMA DELLA SUA SANTA GIUSTIZIA.
IL POTERE TIRANNICO E DIABOLICO HA SEMPRE CERCATO DI NASCONDERE QUESTA GRANDE VERITÀ PER PAURA E IGNORANZA. PER SCHIAVIZZARE E SOTTOMETTERE LE ANIME. MA, LA VERITÀ, GRAZIE AI MAESTRI

D'ORIENTE E ALLO STESSO MAESTRO DEI MAESTRI GESÙ CRISTO, HA TRIONFATO SULLA MISTIFICAZIONE.
LEGGETE L'ALLEGATO DOSSIER SULLA REINCARNAZIONE E QUINDI, COME SEMPRE, VI INVITO A MEDITARE E DEDURRE.

G.B

LA REINCARNAZIONE ERA ACCETTATA DAL CRISTIANESIMO ORIGINALE

Il concetto della reincarnazione è stato più volte mal interpretato dentro al Cristianesimo al punto da essere stato dichiarato anatema, eresia in un certo momento storico per ragioni politiche, dopo che il Cristianesimo fu dichiarato religione ufficiale dell'Impero Romano. Decisione presa nonostante il concetto della Reincarnazione fosse trasmesso chiaramente nella Bibbia e professato da alcuni padri della Chiesa.
Fortunatamente, grazie alla ricerca di molti storici ed alla scoperta recente di vari documenti che rivelano nuove prospettive sulle origini del Cristianesimo, oggi sappiamo come, quando e perché è scaturito questo apparente disaccordo tra la Teologia Cristiana ufficiale e la dottrina della reincarnazione. Se la reincarnazione era un'idea che circolava tra i primi cristiani, perché è sparita dalla religione cristiana così come la conosciamo oggi?
È difficile da credere, ma chi proscrisse il concetto di reincarnazione dal Cristianesimo fu... un imperatore romano!

E lo fece per propositi molto mondani.
Agli inizi del quarto secolo le più potenti fazioni cristiane erano in lotta le une contro le altre per motivi di influenza e potere, mentre contemporaneamente l'Impero Romano si sgretolava. Nell'anno 325 D.C.., in un nuovo tentativo di rinnovare l'unità dell'impero, il dittatore assoluto l’Imperatore Costantino convocò i leader delle fazioni cristiane in lotta al Concilio di Nicea. Egli offrì loro tutto il suo potere imperiale a beneficio dei cristiani se essi avessero risolto le loro differenze ed avessero adottato un unico credo. Le decisioni che ne seguirono durante questo Concilio gettarono le basi per la fondazione della Chiesa Cattolico Romana. Successivamente i libri della Bibbia sarebbero stati pubblicati e anche 'corretti'. Per promuovere l'unità, tutti i credi in conflitto con il nuovo credo sarebbero stati scartati. Durante il processo le fazioni e gli scritti che supportavano la reincarnazione furono rifiutati.
Apparentemente alcuni cristiani continuarono a credere ancora nella reincarnazione dopo il Concilio di Nicea, perché nell'anno 553 D.C. la Chiesa si trovò ad affrontare di nuovo questo concetto della reincarnazione e condannarlo esplicitamente. Nel Secondo Concilio di Costantinopoli il concetto della reincarnazione, insieme ad altre idee contenute nell’espressione “preesistenza dell'anima”, fu decretato crimine meritevole della scomunica e dannazione (anatema).
Nell'anno 543 dell'era presente, l'Imperatore Giustiniano, considerato dagli storici l'ultimo imperatore romano, convocò un sinodo a Costantinopoli, con l'unico proposito di condannare gli insegnamenti di Origene sulla dottrina della reincarnazione benché il pretesto fosse un altro: deliberare sui "Tre Capitoli" delle chiese dissidenti, considerate da Giustiniano ribelli ed eretiche che non dipendevano direttamente dal potere di Roma. Origine era allora il più rispettato ed amato Padre della Chiesa cristiana originale.
Il Mandato Imperiale contro il Papa
Il concilio, noto anche come il Secondo Concilio Ecumenico, fu presieduto da Eutiquio, aspirante al patriarcato di Costantinopoli, ovviamente assoggettato a Giustiniano, e contò sulla presenza di 165 vescovi.
Ma il Papa Virgilio, la cui presenza era stata richiesta dall'Imperatore, si oppose fortemente al concilio e si rifugiò in una chiesa a Costantinopoli, timoroso dell'ira vendicativa del malvagio Imperatore. Il Papa non fu presente a nessuna delle deliberazioni né inviò alcun rappresentante e pertanto non accettò mai che la dottrina della reincarnazione fosse prescritta dal credo cristiano.
Il concilio, sotto il totale controllo dell'Imperatore e nell'assenza del Papa, elaborò una serie di anatemi. Alcuni storici dicono che gli anatemi furono 14 mentre altri che furono 15, elaborati intenzionalmente contro le tre scuole di pensiero qualificate come eretiche i cui credi Giustiniano considerava nemici dei suoi interessi politici e che trovavano in Origene il loro teologo più autorevole. Detti documenti divennero noti da allora come "I Tre Capitoli". Due degli anatemi elaborati da Giustiniano sono i seguenti:
1 Contro chiunque dichiari o pensi che l’anima umana preesisteva, ossia che sono stati prima spiriti e sacre potestà ma che, sazi della visione di Dio, si sono volti al male, e in questo modo il divino amore è morto in loro e sono pertanto divenuti anime e condannati al castigo dentro corpi, anatema sia.
2. Contro chiunque dichiari o pensi che l’anima del Signore preesisteva ed era unita con Dio il Verbo prima della Incarnazione e della Concezione della Vergine, anatema sia.

Molti dei Padri della Chiesa Cristiana accettavano l'insegnamento del cosiddetto Cristianesimo Esoterico che difendeva la verità sulla reincarnazione.

"Non ho messo per iscritto tutto ciò che penso poiché c'è un cristianesimo esoterico che non è per tutta la gente." San Clemente di Alessandria (150-220).

"L'Anima vive più di una volta in corpi umani, ma non può ricordare le sue esperienze anteriori." Dialogo con Trifo, Giustino Martire (100-165).

Considerato il Padre della Scienza della Chiesa, Origene (185-254) sosteneva:

"La preesistenza dell'anima è immateriale, pertanto non ha principio né fine. Le predizioni dei vangeli non possono essere state scritte per essere interpretate letteralmente. C’è un processo costante verso la perfezione. Tutti gli spiriti sono stati creati senza colpa e tutti devono ritornare, alla fine, alla perfezione originale. L’educazione delle anime continua nei mondi successivi. L’anima frequentemente si incarna e esperimenta la morte. I corpi sono come bicchieri per l’Anima, la quale gradualmente, vita dopo vita deve mano a mano riempirli. Prima il bicchiere di fango, poi il bicchiere di legno, dopo di vetro e per ultimo d’argento ed oro”.

È in questo evento, presieduto da un monarca e non da un religioso, che il cristianesimo condanna l'idea della reincarnazione. Ma il potere di Giustiniano fu più che sufficiente per far sì che la sua decisione personale di proscrivere la reincarnazione dal canone cristiano prevalesse al di sopra del credo dello stesso Papa. I successori di Virgilio, incluso Gregorio il Grande (590-604), benché si trovassero ad affrontare successivamente altri argomenti sorti a partire dal Quinto Concilio, non menzionarono assolutamente niente sui concetti di Origene relativi alla dottrina della reincarnazione.
Le trappole di un politico astuto
Giustiniano forzò l'accettazione della sua decisione personale di fronte a quella che aveva tutta l’apparenza di una mera assemblea di vescovi, che non fu mai realmente un concilio, poiché non contò né sulla presenza né sull'approvazione del Papa.
Dopo tutto, quale vescovo avrebbe potuto opporsi a lui e rifiutarsi di seguire i suoi ordini?
È da allora che la nozione della reincarnazione sparì dal pensiero cristiano in Europa e molti credono ancora oggi che la non accettazione della reincarnazione sia un vero dogma ispirato.
Tutto per decisione di... un imperatore romano.
È un fatto certo che alcune sette cristiane e scrittori accettavano la reincarnazione come un'estensione degli insegnamenti di Cristo. Origene di Alessandria, uno degli acclamati Padri della Chiesa e descritto da San Gregorio come "il Principe dell'insegnamento Cristiano nel terzo secolo", scrisse: "Ogni anima viene a questo mondo fortificata dalle vittorie e debilitata dalle sconfitte delle sue vite precedenti."
Perché la Chiesa si sforza tanto a screditare la reincarnazione? L'impatto psicologico della reincarnazione può essere la migliore spiegazione. Una persona che crede nella reincarnazione assume la responsabilità della propria evoluzione spirituale attraverso la rinascita. Lui o lei non hanno bisogno di sacerdoti, confessionali o riti per evitare la maledizione, idee queste che certamente non fanno parte degli insegnamenti di Gesù. La persona deve solamente essere responsabile delle proprie azione verso se stesso e gli altri. Credere nella reincarnazione elimina la paura dell'inferno eterno che la Chiesa usa per disciplinare il suo gregge. In altre parole, la reincarnazione corrode direttamente l'autorità ed il potere della dogmatica Chiesa. Non è strano allora che questo concetto innervosisca così tanto i Difensori della Fede. Mediante quell’atto stravagante la Chiesa difendeva la dottrina del cielo e dell'inferno e le pene eterne perché accentrava più potere nelle sue mani. E in questo modo la reincarnazione fu proscritta commettendo uno dei più gravi equivoci del cristianesimo.
Nella Bibbia esistono sufficienti riferimenti al fenomeno della reincarnazione che permettono di argomentare che l'antico popolo di Israele conosceva il concetto e che questo era parte essenziale del credo di alcune sette, principalmente per gli Esseni ed altre che praticavano la Cabala, Kabbalah.
Per i cristiani in particolare i passaggi più significativi sulla reincarnazione possono essere trovati nelle parole di Gesù stesso nei Vangeli.
Vediamo alcuni esempi.
Nel passaggio della trasfigurazione Gesù dice ai suoi discepoli:
“Elia è gia venuto e non l'hanno riconosciuto; anzi, l'hanno trattato come hanno voluto. Così anche il Figlio dell'uomo dovrà soffrire per opera loro». Allora i discepoli compresero che egli parlava di Giovanni il Battista.
Matteo 17:10-13, Marco 9:11-13, Luca 9: 33
(Lasciando sottintendere che Giovanni il Battista era la reincarnazione del profeta Elia).
Gesù parla ai suoi discepoli di Giovanni il Battista:
E se lo volete accettare, egli è quell'Elia che deve venire. Chi ha orecchi intenda.
- Matteo 11:14-15
Dichiarando esplicitamente che Giovanni il Battista è la reincarnazione del profeta Elia.
Passando Gesù vide un uomo che era cieco dalla nascita.
Ed i suoi discepoli gli domandarono: «Rabbì, chi ha peccato, lui o i suoi genitori, perché egli nascesse cieco?». Rispose Gesù: «Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma è così perché si manifestassero in lui le opere di Dio.
- Giovanni 9:1-3
(Intendendo che l'uomo aveva vissuto prima di nascere cieco nella presente esistenza).
Allora Gesù gli disse: «Rimetti la spada nel fodero, perché tutti quelli che mettono mano alla spada periranno di spada
(Matteo 26,52).
La Chiesa ha preferito infondere in noi la paura dell'inferno e la condanna eterna, piuttosto che elargirci la conoscenza, indispensabile per poter scegliere ed essere indipendenti dall'ubbidienza cieca o dalle promesse di entrare in Paradiso.
Vi sono ancora molte altre cose compiute da Gesù, che, se fossero scritte una per una, penso che il mondo stesso non basterebbe a contenere i libri che si dovrebbero scrivere.
Giovanni 21:25.
Si dice che la Bibbia non insegni la Reincarnazione perché in essa non si trova scritto questo insegnamento e pertanto non esiste questa possibilità. Gesù Cristo ha lasciato il suo insegnamento stratificato per il circolo interno e per il circolo esterno, per il pubblico e per il privato, come chiaramente lo sottolineano questi versetti biblici:
Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.
Matteo 7:6.
Egli rispose: «Perché a voi è dato di conoscere i misteri del regno dei cieli, ma a loro non è dato. Così a chi ha sarà dato e sarà nell'abbondanza; e a chi non ha sarà tolto anche quello che ha. Per questo parlo loro in parabole: perché pur vedendo non vedono e pur udendo non odono e non comprendono.
Matteo 13:11,13.
Tutte queste cose Gesù disse alla folla in parabole e non parlava ad essa se non in parabole, perché si adempisse ciò che era stato detto dal profeta:
Matteo 13:34,35.
«A voi è stato confidato il mistero del regno di Dio; a quelli di fuori invece tutto viene esposto in parabole”,
Marco 4:11.
"Con molte parabole di questo genere annunziava loro la parola secondo quello che potevano intendere. Senza parabole non parlava loro; ma in privato, ai suoi discepoli, spiegava ogni cosa.
Marco 4:33,34.
«A voi è dato conoscere i misteri del regno di Dio, ma agli altri solo in parabole, perché vedendo non vedano e udendo non intendano."
Luca 8:10
Nonostante il decreto del 553, la fede nella reincarnazione persistette tra i credenti. Furono necessari altri mille anni e molto spargimento di sangue per cancellare completamente l'idea. Agli inizi del secolo tredici, i Catari, una devota ed illuminata setta di cristiani che credevano nella reincarnazione, fiorirono in Italia e nel sud della Francia. Il Papa lanciò una crociata per fermare una simile eresia, mezzo milione di persone furono massacrate. I Catari furono completamente spazzati dalla carta geografica. Questa epurazione segnò il passo per la successiva brutale Inquisizione che sarebbe incominciata presto. Non solo credere nella reincarnazione era causa di persecuzione, ma anche qualunque idea metafisica che cadesse fuori dal dogma della Chiesa.
Oggi a causa della naturale evoluzione umana e del risveglio mentale attuale (il risveglio non è uguale per tutti dato che ci sono anime con più e con meno esperienze) la maggioranza accetterebbe la reincarnazione ed altre verità per ispirazione e non per dogma.




10/09/2011
JOHN FITZGERALD KENNEDY
Discorso del 27 Aprile 1961



La parola segretezza
è ripugnante in una società aperta e libera
e noi come popolo ci siamo opposti ,
intrinsecamente e storicamente ,
alle società segrete, ai giuramenti segreti
e alle riunioni segrete.
Siamo di fronte , in tutto il mondo ,
ad una cospirazione monolitica e spietata
basata soprattutto su mezzi segreti ,
per espandere la sua sfera di influenza ,
sull'infiltrazione, anzichè sull'invasione ,
sulla sovversione, anzichè sulle elezioni ,
sull'intimidazione, anzichè sulla libera scelta.
E' un sistema che ha reclutato
ampie risorse umane e materiali
nella costruzione di una macchina affiatata ,
altamente efficiente , che combina operazioni militari ,
diplomatiche , di intelligence , operazioni economiche ,
scientifiche e politiche .
Le sue azioni non vengono diffuse ,ma tenute segrete.
I suoi errori nonvengono messi in evidenza
ma vengono nascosti , i suoi dissidenti non sono elogiati ,
ma ridotti al silenzio .
Nessuna spesa viene contestata , nesun segreto viene rivelato .
Ecco perchè il legislatore ateniese Solone
decretò che evitare le controversie
fosse un crimine per ogni cittadino.
Sto chiedendo il vostro aiuto ,
nel difficilissimo compito di informare
e allertare il popolo Americano.

Convinto che col vostro aiuto
l'uomo diverra' quello che è nato per essere :
..............LIBERO E INDIPENDENTE.


J.F.K.


Dal Web



Quetso discorso elargito " al mondo "
da Kennedy 49 anni fa'
era uno squillo di tromba allarmante ,
un grido nel deserto che echeggia tutt'ora
nei giorni nostri
come ineluttabile attualita' e verità.
Società occulte americane e mondiali....
si nascondono sotto mentite spoglie
di ricerca, di sviluppo , di libertà sociale , di evoluzione.
Troppo lucenti queste vestigia
per essere indossate da guerieri indegni.
Troppo nobili questi ideali
per essere infangati dai profitti personali egoistici ,
da interessi che prevalicano i diritti morali e etici.


Il progresso materiale e spirituale
è una cammino da percorrere
e CONDIVIDERE insieme all'umanita TUTTA.


Alchimista Metafisico





Che Kennedy fosse al corrente della questione UFO è comprovato da numerosi documenti non più TOP SECRET e da alcune interessanti testimonianze. In un rapporto firmato Allen W.Dulles (allora direttore della CIA) e datato 5 Novembre 1961 si parla esplicitamente delle intercettazioni di Ufo da parte dell’aviazione statunitense, del famoso Project Blue Book e di come il Majestic-12 intraprendesse alcune attività di sviluppo tecnologico per lo sfruttamento dell’Energia atomica sin dal 1954. Da un memorandum scritto da Kennedy il 12 Novembre del 1963, dieci giorni prima del suo assassinio, indirizzato al direttore della CIA (allora James Angleton), avente per oggetto il “Riesame delle classificazioni di tutti i files del reparto spionaggio UFO riguardante la sicurezza nazionale", si evince la volontà di Kennedy di divulgare ad una più ampia cerchia di funzionari del governo, e quindi in seguito al popolo, la verità sugli oggetti volanti non identificati. Inoltre, il riesame dei dati (cita il documento), avrebbe coinvolto anche la NASA.


L’anno prima, e precisamente l’1 Agosto del 1962, veniva trovata uccisa nella sua villa a Los Angeles, l’attrice Marylin Monroe che proprio con JF Kennedy (ed in seguito anche con Robert, il fratello del presidente) cominciò una “scomoda" relazione sentimentale. La frequentazione cominciò nel 1954 e si svolgeva con incontri clandestini al Carlyle Hotel di New York. Le difficoltà di tale relazione erano,ovviamente, legate alla politica e all’immagine del presidente. Nel corso della sua relazione con l’attrice, Kennedy le rivelò inopportunamente moltissime informazioni top secret riguardanti il panorama politico mondiale e, soprattutto, la questione UFO e Alieni.



Premessa di InvasioneAliena: Questo è il discorso che JFK intendeva fare e che doveva avviare ufficialmente la Seconda Venuta, se non fosse stato assassinato.


Presidente Kennedy: “Miei concittadini, popoli del mondo, oggi annunciamo il viaggio in una nuova era. Un’era, quella dell’infanzia dell’umanità, volge verso la fine e sta per iniziare una nuova era. Il viaggio di cui parlo è pieno di sfide sconosciute, ma io credo che tutti i nostri “ieri”, tutte le lotte del passato, non erano altro che la preparazione della nostra generazione alla vittoria. Cittadini del mondo, noi non siamo soli. Dio, nella sua infinita saggezza, ha pensato bene di popolare il suo universo con altri esseri, creature intelligenti come siamo noi stessi. Con quale autorità posso affermare ciò? Nell’anno 1947, le nostre Forze Militari recuperarono, nel desolato deserto del New Mexico, i resti di un velivolo d’origine sconosciuta. La scienza, ben presto aveva determinato che questo veicolo proveniva dagli spazi estremi dell’universo. In seguito il nostro governo è entrato in contatto con i costruttori di questo veicolo spaziale. Benché queste informazioni possano sembrare incredibili – e piuttosto terrificanti – vi chiedo di non accoglierle con irragionevole paura o pessimismo. Quale vostro Presidente vi assicuro che questi esseri non intendono farci del male. Al contrario, essi promettono di aiutare il nostro paese a vincere i nemici dell’umanità intera, sparsi ovunque: la tirannia, la povertà, la malattia, la guerra. Abbiamo constatato che essi non sono i nostri avversari, bensì i nostri amici. Insieme a loro possiamo creare un mondo migliore. Tuttavia, non posso assicurarvi che la via da percorrere sia priva di inciampi e passi falsi. Ma credo fermamente che abbiamo trovato il vero destino del popolo di questo grandioso paese: guidare il mondo in un futuro meraviglioso. Nei giorni, settimane, mesi a venire verrete a sapere di più su questi visitatori, sul perché essi sono qui e sul perché i nostri leader vi hanno tenuto nascosto così a lungo la loro presenza. Vi chiedo di guardare il futuro non con timore bensì con coraggio. Perché, nella nostra epoca, possiamo realizzare l’antica visione della pace sulla Terra e prosperità per tutta l’umanità.


Dio vi benedica”.





http://youtu.be/j5yL-Dbz5Lo













Croop Circle a Riesi ( Sicilia )



NEL BEL MEZZO DI UNA DELLE TERRE BENEDETTE DA DIO, LA GALILEA DEI GENTILI, LA SICILIA, SI È MANIFESTATO UN CERCHIO NEL GRANO. UNA STELLA A CINQUE PUNTE.
IL NUMERO 5 È IL SEGNO DELLA MADRE CELESTE MIRYAM.
CHI HA OCCHI PER VEDERE VEDA.

IN FEDE

G. B.

Sant’Elpidio a Mare (Italia)
8 maggio 2012





DAL CIELO ALLA TERRA

SETUN SHENAR E I FRATELLI DELLA LUCE:

I PITTOGRAMMI DELLA LUCE COSMICA

LE ONDE PENSIERO DEI NOSTRI CERVELLI, IN COMPLETA SINTONIA CON I NOSTRI SPIRITI RISVEGLIATI DALLA LUCE DIVINA MILIONI DI ANNI OR SONO, SONO LA CAUSA CHE GENERA I FENOMENI DA VOI CHIAMATI CERCHI NEL GRANO. ABBIAMO DEI SINCRONIZZATORI (SFERE DI LUCE) MOLTO SOFISTICATI CHE CI AIUTANO IN TAL SENSO. IN PRECEDENTI COMUNICATI http://www.giorgiobongiovanni.org/index.php/messaggi-2009/916-cerchi-nel-grano-e-comunicazione-extraterrestre.html VI ABBIAMO DATO AMPIA SINTESI DI QUESTO PROCESSO, OGGI DESIDERIAMO ANNUNCIARVI CHE IL FENOMENO DEI PITTOGRAMMI NON È SOLO UN SEGNO DI COMUNICAZIONE TRA CIELO E TERRA, TRA NOI E VOI, MA ANCHE UNO DEI SEGNI PIÙ IMPORTANTI CHE INDICANO LA VIA DEL RITORNO DEL CRISTO SULLA TERRA.
LEGGETE E APPROFONDITE L'ARTICOLO SCRITTO DAL FRATELLO PIER GIORGIO CARIA. SE NE REALIZZERETE IL CONTENUTO POTRETE COMPRENDERE CHE MOLTO PRESTO QUESTO FENOMENO SI MANIFESTERÀ IN TUTTO IL VOSTRO PIANETA A 360 GRADI E SOPRATTUTTO NELLA TERRA DOVE È OPERANTE LA VOCE DI COLUI CHE GRIDA NEL DESERTO.
LA PACE SIA CON VOI!

SETUN SHENAR E I FRATELLI SALUTANO CON AMORE

Palermo, 20 luglio 2011
Ore 20:32
Giorgio Bongiovanni
Stigmatizzato
DAL CIELO ALLA TERRA


CERCHI NEL GRANO E COMUNICAZIONE EXTRATERRESTRE

LEGGETE ATTENTAMENTE L’ARTICOLO QUI ALLEGATO.
PIER GIORGIO CARIA, AMICO E FRATELLO DEL NOSTRO SOLERTE MESSAGGERO GIORGIO BONGIOVANNI, SPIEGA PROFONDAMENTE IL SIGNIFICATO PROFETICO, COSMICO E MESSIANICO DI ALCUNI MESSAGGI FIGURATI CHE APPAIONO NEI CAMPI DI GRANO DELL’INGHILTERRA E DI MOLTE NAZIONI DEL VOSTRO MONDO.
QUESTI PITTOGRAMMI O CERCHI NEL GRANO, COSÌ COME VOI LI CHIAMATE, SONO CREATI DA NOI ATTRAVERSO UNA SCIENZA PER VOI ANCORA INCONCEPIBILE.
NOI POSSEDIAMO DEI SINCRONIZZATORI MAGNETICI-SOLARI CHE SONO DEI MICROCERVELLI SFERICI DI ENERGIA PSICHIZZATA (IL NOSTRO PENSIERO IN SIMBIOSI CON IL LORO MICROCHIP) I QUALI HANNO LA POSSIBILITÀ DI MATERIALIZZARE ISTANTANEAMENTE QUALSIASI IMMAGINE PENSIERO CHE NOI CREIAMO CON LA NOSTRA MENTE. LO SPAZIO E IL TEMPO VENGONO SUPERATI FACILMENTE E LE DIMENSIONI DELL’IMMAGINE DESIDERATA VIENE CREATA PERFETTAMENTE SENZA ALTERARE LA NATURA CIRCOSTANTE. SE PER VOI CIÒ È IMPOSSIBILE, NON LO È PER NOI CHE POSSEDIAMO UNA SCIENZA PIÙ AVANZATA DELLA VOSTRA DI 15 MILIARDI DI ANNI DEL VOSTRO TEMPO. QUESTO CONCETTO LO ABBIAMO ILLUSTRATO ALLE VOSTRE COSCIENZE IN ALTRI COMUNICATI.
COMPRENDERE E REALIZZARE I MESSAGGI DEI “CERCHI NEL GRANO” È INDISPENSABILE PER TUTTI COLORO CHE SONO COSCIENTI CHE NOI, “ALIENI”, STIAMO VISITANDO IL VOSTRO MONDO E DESIDERIAMO COMUNICARE CON AMORE E AMICIZIA ALLE VOSTRE COSCIENZE.
SAPPIATE ANCHE CHE NOI NON SIAMO SOLO GLI “ALIENI” IN VISITA SUL VOSTRO PIANETA, SIAMO, SOPRATTUTTO, GLI ANGELI DELLA LEGIONE DI CRISTO. “... Pilato a Gesù: Dunque tu sei un Re? Cristo risponde: Si lo sono, ma il mio Regno non è di questo mondo, se lo fosse i miei ANGELI mi libererebbero…”. (Giovanni cap. 18).
ECCO, CARI AMICI E CARI NEMICI, QUESTI SIAMO NOI.
GLI ANGELI DI IERI, GLI EXTRATERRESTRI DI OGGI, SEMPRE AL SERVIZIO DELLA LUCE CRISTICA.
LA PACE SIA CON TE FRATELLO GIORGIO E RICORDA CHE I TUOI AMICI COME PIER GIORGIO SONO I NOSTRI AMICI.

SETUN SHENAR E I FRATELLI DELLA FRATELLANZA COSMICA SALUTANO

Tramite Giorgio Bongiovanni
Stigmatizzato
Montevideo (Uruguay)
10 Novembre 2009. Ore 17:08


Messaggi allegati:

Setun Shenar comunica: Cerchi nel grano:
http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2011/3626-cerchi-nel-grano.html
Il Volto sacro di Gesù Cristo: La Sindone:
http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2010/2203-il-volto-sacro-di-gesu-cristo-la-sindone.html
Articolo di Pier Giorgio Caria “I cerchi nel grano e l’ira santa di Dio:
http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php?option=com_content&;view=article&id=3701:i-pittogrammi-della-luce-cosmica&catid=104:messaggi-2011&Itemid=242/#icerchi




10/05/2012







IL MESSAGGIO
La comunicazione quantica







I cerchi nel grano ………
… stupore e meraviglia della tecnica visiva .
Una straordinaria forma artistica che apre le coscienze!
Posseggono messaggi che lavorano sugli strati del nostro subconscio
(nel suo senso più ampio, il subcosciente è quella parte della mente non accessibile direttamente dall'individuo,
ma indagabile indirettamente tramite tecniche alternative come la psicoterapia, i messaggi subliminali, i toni binaurali) .
Hanno una doppia attitudine comunicativa , intrinseca ed estrinseca.
Nel loro aspetto “ intrinseco “ contengono informazioni scientifiche ,
in quello “estrinseco “ - che personalmente considero molto più importante -
contengono messaggi spirituali atti al risveglio della coscienza di massa ,e di conseguenza
rivolti a tutti gli esseri umani che si avvicinano a tale fenomeno con lo stupore e
la semplicità di un anima pargola come quella di un bambino .
E’ importantissimo quindi carpirne non solo l’ aspetto tecnico ,
ma soprattutto il loro subliminale messaggio contenente aspetti superiori e trascendentali.


Se volessimo immaginare un opera d’arte disegnata direttamente dal “dito “ di Dio
i cerchi nel grano ne rappresentano archetipicamente un icona .



I cerchi nel grano sono un interfaccia di comunicazione tra il cielo e la terra.


I cerchi nel grano sono l'evoluzione semantica (intesa come rapporto tra espressione e realtà " extralinguistica " )
della nostra coscienza.




Nel sublime messaggio dei cerchi nel grano la comunicazione quantica
tra cielo e terra si trasforma alchemicamente in arte metafisica multidimensionale .




Alchimista Metafisico


17/05/2012
IL RISVEGLIO

L'autore posterà quest'articolo come spunto di riflessione e presa di coscienza
nel lettore.
Il tempo dei tempi è giunto per ricordare ciò che da sempre conoscevamo
ma abbiamo "sbadatamente" dimenticato:
nessuno di noi è originario del pianeta terra ;
è arrivato il momento di riappropriarci della nostra divinità sottrattaci
indebitamente dai poteri oligarcici
E' giunto il momento di ricordare le nostre origini di semi stellari ,
che nelle nostre vene scorre sangue cosmico, che nel nostro DNA sono contenuti i registri akashici delle nostre esistenze.

Anime cosmiche risvegliatevi!

http://youtu.be/ulWK-Ni-xiw







16/11/2012















La Metafisica del denaro
E' questa un argomentazione importantissima
- aldilà della personale interpretazione metafisica -
che senza d'ubbio interessa " tutti " e spingerà senza ombra di dubbio ad un attenta e accurata riflessione.
Anche i piu' fervidi sostenitori della realta' opinataci dai mass-media
dovranno in qualche modo ricredersi e analizzare con equilibrio queste argomentazioni.
La realtà offertaci su un piatto d'argento
che ci circonda è costituita da sbarre invisibili che metafisicamente
imprigionano le nostra mente , il nostro corpo , i nostri pensieri ;
........e la nostra coscienza !
Non è intezione tuttavia da parte dell'autore in nessunisssimo modo influenzare
e modificare il concetto di realtà che ogniuno sperimenta secondo il proprio
stadio di consapevolezza.
Il cammino verso l'auto-consapevolezza è una strada da percorre individualmente;
tuttavia attraversare una strada senza un faro che ci guidi significa brancolare nella più assoluta cecità.
Questa grande luce guida - etericamente onnipresente -
è la Coscienza Cristica.
La "seconda venuta del Cristo " che tutti i fedeli attendono , aldilà della
possibbilistica manifestazione fisica , è una trasformazione metafisica che deve avvenire dentro noi stessi sotto forma di auto-coscienza.


Alchimista Metafisico


26/11/2012



Adesso hai capito in cosa consiste la bolla che sta per scoppiare:
L’umanità sta per scoprire che
LA MONETA NON POSSIEDE NESSUN VALORE INTRINSECO,
e che la montagna di debiti, titoli, azioni, derivati, etc, etc,
sono soltanto una montagna di carta da macero
o bit su alcuni computer che potrebbero essere CANCELLATI,
ma i signori politici ed i signori banchieri
affermano che per cancellare questi debiti
(che hanno creato truffandoci) è necessario che gli cediamo
la proprietà dei beni FISICI che possediamo…
La collusione inestricabile di interessi che
negli ultimi decenni ha legato sempre più indissolubilmente i governi occidentali e il sistema bancario globale,
sta evidenziando a cosa stiamo andando incontro:
un disastro di proporzioni inimmaginabili, mai accaduto nella storia documentata degli ultimi 10.000 anni
(non è un errore di stampa, ripeto:
“storia documentata degli ultimi diecimila anni”).
Perché? Semplice, l’umanità ha superato da poco
i 7 miliardi di persone ed ha raggiunto livelli di capacità lavorativa e creativa unici nella storia.
Con le attuali conoscenze scientifiche, umanistiche, mediche,
siamo in grado OGGI di fornire una vita dignitosa
a decine di miliardi di persone, senza aumentare
di un solo minuto il nostro attuale ritmo di lavoro,
ma questo non sembra che stia accadendo…Perchè?
Perché lo strumento di scambio economico (moneta)
dei beni e servizi che renderebbero la terra un Paradiso
lo abbiamo affidato in gestione esclusiva ad
un ristretto gruppo di persone che sono proprietarie
delle più grandi banche del mondo, che a loro volta
sono azioniste di tutte le multinazionali,
che a loro volta sono leader dei mercati
della distribuzione dei beni e dei servizi e
che tutte assieme pagano lautissimi benefit ai nostri “politici”
per fare le leggi “ad Hoc” al fine di rafforzare
ogni aspetto del loro controllo sull’umanità.
Ma i tempi stanno cambiando.
Nessuno vuole più saperne di andare in guerra
(anche se sono oltre 10 anni che fanno di tutto per farla scoppiare),
internet sta diventando uno strumento di informazione potentissimo e
la moneta ormai non vale più niente.
I grafici della quotazione dell’oro e dell’argento
degli ultimi 10 anni sono già auto-esplicativi,
l’argento è passato da 3 $ a 33 $ in 10 anni
toccando anche i 50$ l’oncia, mentre l’oro è passato
dai 300 $ ai 1.700 $, con punte di 1.900 $.
Questo NON significa che per estrarre l’oro e l’argento e
per fare qualunque altro bene, “costa sempre di più”,
assolutamente no!
Significa che LA MONETA VALE SEMPRE MENO,
in 10 anni vale il 90% in meno!!!
E questo è solo la punta dell’iceberg!
Il sistema bancario mondiale vive sullo scambio di moneta
(che in 10 anni ha perso il 90% del suo valore) e
per questo deve aumentare di 10 volte
il suo volume di scambi monetari per continuare a fare guadagni “veri”.



Tratto da: freeondarevolution.blogspot.it
Attraverso: http://www.frontediliberazionedaibanchieri.it/


http://youtu.be/5LQhLCkHEV8

http://youtu.be/qbT5qhO9D9Q



HENRY FORD (il fondatore della Ford):
" meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario
e monetario perchè se lo capisse credo che
prima di domani scoppierebbe una rivoluzione".

NAPOLEONE :
"Quando uno Stato dipende per il suo denaro dai banchieri,
sono questi stessi e non i capi di Stato che dirigono le cose".

KARL MARX :
"Il denaro (e quindi il sistema bancario) gioca la principale parte
nel determinare il corso della storia".


ROTHSCHILD Brothers :
" I pochi che capiscono il sistema bancario e monetario
saranno o tanto interessati nei suoi profitti o
tanto dipendenti dai suoi favori che
non ci sarà opposizione da quella classe;
mentre dall'altro lato il grosso della popolazione,
mentalmente incapace di comprendere il tremendo vantaggio che il capitale bancario trae dal sistema,
ne porterà l'onere senza dolersi e forse senza nemmeno sospettare
che il sistema bancario è contrario al suo interesse".


JEFFERSON(Presidente degli stati Uniti, assassinato):
" La dominazione degli istituti bancari sul resto del paese
deve essere spezzata....deve essere spezzata, o essa spezzerà noi".


E ANCORA......... :

http://youtu.be/2PRRk-YM4rM

http://youtu.be/6s-j5gC7V2E

http://youtu.be/-Di-7k25ZTA


Gli aspetti caratterizzanti di una societa'
sono essenzialmente tre :

1. aspetto militare
2. aspetto finanzziario
3. aspetto spirituale

Chi controlla questi tre poteri controllo tuutta la societa'
e di conseguenza il popolo...
Il potere militare ha sede a Whashington D.C.
Il potere finaziaririo ha sede a London city.
Il potere spirituale ha sede a Città del Vaticano.
(lo IOR , istituto opere religiose , ultimamente al centro
di grossi scandali, altro non è che una delle banche piu' potenti
al mondo )



Tutte e tre queste città sono a statuto speciale ,
il cioò significa che sono totalmemte indipendenti
dallo stato che li ospita...

Chi controlla tutti e tre questi poteri???
Vengono gestiti da chi contrllo il denaro.....
Da tutto cio' ne elude quindi che l'intero panoramo mondiale
viene gestito da una cerchia ristrettissima di persone
che monopolizzano oligarchicamente i maggiori istituti bancari.
I vari governi " tecnocratici " imposti da una politica corrotta e
collusa con tali poteri altro non è
che una stategia di controllo
per gestire la sovranita' del popolo,per sottometterlo e privarlo
di ogni forma di liberta'.



AVETE SCOPERTO I PADRONI DEL MONDO!



14/12/12

Alchimista Metafisico




























The day after tomorrow II

Il titolo di questo articolo non è un prologo catastrofico
basato su una storia di fantascienza apocalittica,
ma bensì un raggio di sole che irraggia un nuovo giorno
come fascio di luce riflesso in un rinnovato e mutato stato d’essere.

L'alba del giorno dopo fatta di nuova coscienza e consapevolezza
è QUI ; è ORA difronte a NOI .

Ora sei solo TU a decidere se viverlo ed accettarlo nella sua totale verità e interezza.

http://youtu.be/JPrSH1UZlrY

http://youtu.be/4iKIPZHqGmo

http://youtu.be/ROsx0xn1zxI

http://youtu.be/HnIA9DLv-9c

http://youtu.be/dBBjc3dM38k



Alchimista Metafisico

24/062013





La fine dell'oscurantismo
La Luce Metafisica


Quando in uno stadio colmo di 100.000 spettatori
per un improvviso e imprevisto black-out
si spengono i riflettori , tutto d’un colpo cade l’oscurità
avvolgendo nel buio tutto l’intero stadio.
Dopo alcuni istanti di tempo indefinibile
un uomo tira fuori dalla sua tasca un accendino e
allora succede un qualcosa di sorprendente…
Seppur esile e flebile quella stessa fiamma viene vista contemporaneamente
da tutti i 100.000 spettatori…..
Subito dopo se ne accendono dieci , poi cento , e poi mille………
L’oscurità di quello stadio si trasforma nuovamente in luce !


Il susseguirsi frenetico e caotico degli eventi il tutto il mondo
sono giunti ad un apice storico.
L'epopea dell’eterno dualismo luce e ombra
raggiunge oggi un punto cruciale di svolta epocale.
Le forze oscure detentrice del potere militare, finanziario , e religioso
seppur fermamente decise a continuare nella loro politica di controllo e
di schiavismo di massa , sebbene i loro sforzi
si siano acuiti in maniera visibilmente tragica
e nonostante i loro tentativi con ogni mezzo di scaturire
una nuova guerra mondiale (partendo dal medio-oriente)
potrebbero sfociare in un olocausto atomico,
questa volta perderanno , saranno sconfitti , i loro sforzi
e diabolici piani risulteranno inutili , poiché
il vento di cambiamento e la presa di coscienza del popolo
stanno raggiungendo livelli impossibili oramai da arginare.



Oggi , 4 luglio 2013 in Egitto milioni di persone
si sono incontrate per le strade della capitale
nella protesta più grande della storia dell’umanità
per mostrare a loro stessi ,
alla propria nazione e al mondo intero il valore della LIBERTA’.

Oggi 4 luglio 2013 MILIONI DI ACCENDINI SI SONO ACCESI…….!!!!



Alchimista Metafisico





Le forze di sicurezza hanno imposto
il divieto di espatrio al presidente che
dopo aver rifiutato di dimettersi ha lanciato la proposta
di un governo di coalizione.
L’esercito in marcia, schierato davanti alla presidenza.
Il ministro della Difesa: “Militari pronti a morire per il popolo”

IL CAIRO
E’ iniziato alle 18, circa un’ora dopo lo scadere dell’ultimatum
imposto dai militari .
Il consigliere della sicurezza nazionale
del presidente egiziano Mohammed Morsi ha confermato:
“Il golpe militare è cominciato”.
Centinaia di soldati egiziani e blindati stanno sfilando
nella strada principale davanti al palazzo presidenziale.



Dalla gente dell’Egitto ai politicanti americani :
tenete le vostre sporche mani lontano dall’Egitto.


A tutto il popolo americano:

Non abbiamo niente altro che amore per voi.


http://youtu.be/r7KeY830sLE






Questo articolo è stato postato ed elaborato dall’autore
essenzialmente per un diritto e per un dovere .
Il senso di appartenenza alla libertà e
di amore per la mia patria mi spinge
ad augurare ciò che è accaduto in Egitto possa avvenire
non solo alla “ mia “ Italia ,ma anche al resto del mondo .


Alchimista Metafisico


06/072013



TERZA GUERRA MONDIALE : atto finale



Silente ed occultata da tutti i mass media,
la terza guerra mondiale è entrata nella fase conclusiva.
Un tempo, le guerre si combattevano tra stati
con armi sovvenzionate dai banchieri, che prestavano il denaro
a tutti gli stati in guerra affinché si indebitassero con loro.
Oggi, hanno affilato le loro armi prendendo
il controllo di tutti gli stati
– e quindi dei popoli – grazie al tradimento dei politici a loro asserviti. Vediamo se è vero e, in tal caso, come ci sono riusciti.

Prima degli accordi di Bretton Woods,
le banche degli stati dovevano avere una quantità di oro
nei loro forzieri pari al denaro che stampavano.
Succedeva, però, che esse stampavano più denaro rispetto
al controvalore in oro che possedevano.
Perciò nel 1944 si decise che solamente il dollaro
dovesse avere la controvertibilità in oro e le altre monete
potessero essere scambiate con il dollaro che faceva da garante.
Gli USA invece stamparono quasi 90 miliardi di dollari,
creando un'inflazione globale, senza avere il controvalore in oro.
Così, quando l'URSS e la Cina restituirono i dollari agli Usa
chiedendo in cambio l'oro, costrinsero il presidente Nixon,
il 15 agosto 1971, a far cadere la convertibilità del dollaro con l'oro,
facendo sì che la moneta perdesse il suo effettivo valore ed
il suo reale valore diventò indotto dalla sottomissione degli stati
– e quindi delle persone – ad accettarlo come moneta di scambio
per i beni e i servizi che le persone producevano.
Nel 1971, il nostro debito pubblico era di 16 miliardi e
145 milioni milioni di euro, ma quel debito, nella realtà,
non esisteva, in quanto la Banca d'Italia era,
come previsto dall'articolo 3 del suo statuto,
un ente di diritto pubblico a maggioranza pubblica,
cioè dello stato, che poteva stampare così la moneta a suo piacimento,
ripagando in questo modo i debiti che contraeva.
A questo punto avviene il tradimento e, in barba alla costituzione italiana, inizia la cessione ad enti privati delle quote di Banca d'Italia,
che verrà forzatamente legalizzata grazie al tradimento dei politici, verificatosi nel 1992 con la legge 35/1992
dal Ministro del Tesoro Guido Carli, ex governatore della banca in questione (quando si dice il caso!).
Ma procediamo con ordine.
Dieci anni prima di questo tradimento,
il Ministro del Tesoro Andreatta ed il governatore
della Banca d'Italia Ciampi tolsero l'OBBLIGO alla banca di acquistare
tutti i titoli di stato che venivano emessi e quindi di finanziare
il debito pubblico, che passò così in soli dieci anni da 142 miliardi
(dai 16 miliardi del 1971, perché lo stato finanziava la crescita
attraverso l'emissione dei titoli)
a ben 850 miliardi di debito – questa volta reale, in quanto contratto verso altri istituti bancari privati.
Nel 1992, solo il 5% delle quote di Banca d'Italia
era rimasto di proprietà dello stato, mentre il restante 95%
era andato in mano a banche private quali Comit,
Credito Italiano e Banco di Roma.
Gli acquirenti autorizzati a comprare i titoli di stato erano
banche commerciali primarie ed istituzioni finanziarie private quali IMI,
Monte dei Paschi, Unicredit, Goldman Sachs, Merryl Linch.
Il gioco era fatto: in pochi anni il debito – ad oggi –
ha superato i 2040 miliardi di euro,
grazie al tradimento dei politici che iniziarono in maniera concertata
con i banchieri a svendere il patrimonio dello stato e
dei cittadini a prezzi da saldo e, non contenti ancora,
legalizzarono, con l'ennesimo tradimento verso il popolo,
la privatizzazione della Banca d'Italia, grazie al governo Prodi che,
il 16.12.2006, modificò lo statuto della banca all'articolo 3,
facendo sì che essa non fosse più un ente di diritto pubblico,
come dovrebbe essere in uno stato democratico.
Ma non è finita qui, in quanto in una guerra ci deve essere un vincitore
– cioè le famiglie al comando delle banche centrali –
ed uno sconfitto – ovvero i popoli dell'Euro-zona sotto la dittatura dell'oligarchia bancaria della BCE (banca privata) e
della Commissione Europea, che ha potere decisionale
sulle politiche sociali degli stati, mentre il parlamento europeo
ha solo quello consultivo.
Caduta la controvertibilità in oro, il denaro
doveva essere non più addebitato ai cittadini, ma accreditato,
in quanto esso è la misura del valore dei beni e
servizi che noi cittadini produciamo e non certo dei parassiti banchieri
che ci prestano la moneta a debito e che ora decidono
le politiche sociali degli stati grazie al collaborazionismo
dei politici loro asserviti.
Questa moneta creata dal nulla viene trasferita
dalla BCE alle grandi banche commerciali private che
poi le prestano agli stati ad altissimi interessi,
generando un debito pubblico inesigibile perché
frutto di una frode poi legalizzata.
Ora dal 2012 gli stati non potranno più decidere quanto spendere e
in cosa grazie ai trattati del Fiscal Compact e del MES,
o fondo salva stati, che è in realtà un istituto
di speculazione finanziaria pronto a requisire
gli ultimi beni patrimoniali del nostro già povero stato
– beni demaniali e forestali e servizi locali di pubblico interesse.
In Grecia hanno cominciato ad arrestare
chi non ha la possibilità di pagare le tasse,
portando i cittadini in campi militari in dismissione.
Tra non molto la stessa sorte toccherà all'Italia.
La terza guerra mondiale sta ormai per finire:
la nostra ultima possibilità è che il Movimento5Stelle
inizi a mandare alle trasmissioni pubbliche
i suoi deputati a parlare della truffa del debito pubblico
ed inserisca, come non fatto nel programma delle scorse elezioni,
1) la sovranità monetaria,
2) la nazionalizzazione della Banca d'Italia,
3) l'uscita dall'Euro e
4) l'inesigibilità del debito pubblico frutto di una frode legalizzata, altrimenti vuol dire che anche Grillo
è stato messo in campo dai gestori del vero potere delle banche,
per far sì che quella parte dell'elettorato
che non sarebbe andata a votare portasse
gli astensionisti a superare il 50%,
di modo che gli italiani non si riconoscessero
più nelle deleghe sociali verso i politici che ci hanno tradito.
Ma siamo sicuri, o almeno vogliamo sperare, che di certo non sarà così.

N.B.
– il popolo italiano ringrazia il governo Letta
e il ministro Saccomanno per averci ricordato
che non ci sono le risorse – ovvero il denaro –
per non alzare l’aliquota dell’IVA, scordandosi furbescamente
di dire che anche quest’anno sono stati sottratti al popolo,
sottoforma di tassazione forzata,
ben 90 miliardi di euro per pagare il debito derivante
dal tradimento di averci venduto la sovranità monetaria ed
altri 50,6 miliardi di euro con il MES,
per un totale di oltre 140 miliardi, a fronte dei miseri 2 miliardi
che occorrono per non alzare l’aliquota IVA.
La storia ci insegna che, alla fine,
ogni dittatura è destinata a cadere.



Aiutateci quindi a divulgare questo articolo.


Alessandro De Angelis - per nocensura.com
Scrittore e ricercatore antropologo

Canale Youtube: http://www.youtube.com/watch?v=Z8E_bU96EbM



26/09/2013
Domandatevi : PERCHE' ???
http://youtu.be/JzaPWPn9k1Y



Alla fine il reato più grave
diventa quello di chi racconta certe cose,
anziché di chi le fa.
La responsabilità non è dello specchio,
ma di chi ci sta davanti.



A che serve essere vivi
se non si ha il coraggio di lottare?
Un mondo nuovo nasce da una rivoluzione interiore!



Vivi come se tu dovessi morire subito.
Pensa come se tu non dovessi morire mai!
Gianni Lannes


ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE:
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente
il proprio pensiero con la parola,
lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.


(n.d.t.)Note dell'autore
La rivoluzione inizia dal basso : dal popolo
La rivoluzione siete VOI !

01/10/2013



Bagliori di Luce

http://youtu.be/I1SitaN2gI0



23/10/2013
Il velo di Maya
L'illusione
DISTRARRE ,DIVIDERE ,DISINFORMARE


Introduzione :
Con l'espressione Velo di Maya, coniata da Arthur Schopenhauer
nel suo "Il mondo come volontà e rappresentazione",
si intendono diversi concetti metafisici e gnoseologici propri della religione
e della cultura induista e ripresi successivamente
anche da vari filosofi moderni.
Arthur Schopenhauer nella propria filosofia sostiene che la vita è sogno
sebbene questo "sognare" sia innato (quindi la nostra unica "realtà") e obbedisca a precise regole, valide per tutti e insite nei nostri schemi conoscitivi.
Questo «velo», di natura metafisica e illusoria, separando gli esseri individuali dalla conoscenza/percezione della realtà
(se non sfocata e alterata), impedisce loro di ottenere moksha (cioè la liberazione spirituale) tenendoli così imprigionati nel samsara
ovverosia il continuo ciclo delle morti e delle rinascite.
Similmente alla metafora della caverna di Platone,
l'uomo (e quindi l'intera umanità) è presentato come un individuo
i cui occhi sono coperti dalla nascita da un velo,
liberandosi dal quale l'anima si risveglierà dal letargo conoscitivo
(o avidyã, ignoranza metafisica)
e potrà contemplare finalmente la vera essenza della realtà.

http://www.dailymotion.com/video/x188j6b_6-tecniche-di-disinformazione-sofismi_news?start=1
Distrarre
Dividere
Disinformare
ESCAPE TO THE "MATRIX"
USCIRE DALLA MATRICE ILLUSORIA DEL CONTROLLO

ESSERE LIBERI
OPPT-ONE PEOPLE-UCC


http://youtu.be/-23TClj7L0U

http://youtu.be/ORw7PjmlHhg

http://youtu.be/6L_wHuj1FHo


http://youtu.be/BEJ8_IhGAq0

http://youtu.be/bvughBzrPws

http://youtu.be/bNqU5JfgDxw

http://youtu.be/xNd4WGrvpnQ

http://youtu.be/AsoYXIDVQQw

http://youtu.be/AsoYXIDVQQw

http://youtu.be/wJNH0LE-lTA





17/12/2013


L' UNIVERSO COSMICO



L’uomo oggi, ha una sufficiente maturità che
gli può permettere di uscire da una stasi:
egli deve imparare a percorrere la via
che porta verso il suo interno;
imparare, cioè, a fare uso anche dell’intuizione,
della sua intelligenza spirituale più profonda,
che scaturisce dalla sua origine divina.
E' mediante tale facoltà, unitamente ad una grande umiltà,
che i «geni» di ogni tempo sono pervenuti
alla scoperta di leggi universali
che hanno fatto evolvere l'umanità.
La nostra epoca è quella in cui non soltanto
poche grandi menti e pochi grandi spiriti
possono compiere passi da gigante
sulla via dell'evoluzione nella vera Vita,
ma ogni essere umano del nostro pianeta,
purché lo voglia, può comprendere il legame
che unisce il limitato all'infinito,
il mortale all'eterno e quindi l'uomo a Dio.
Per comprendere il fenomeno dei dischi volanti
e delle Intelligenze che li conducono,
è quindi importante esaminarlo con mente aperta
e sotto un duplice aspetto:
quello materiale e quello spirituale.
Sotto il primo aspetto, è necessario
effettuare ricerche nel passato, rileggendo,
alla luce delle recenti manifestazioni spaziali,
gli antichi testi epici di tutti i popoli della Terra,
i racconti mitologici, le antiche cronache
pervenute fino a noi e ristudiare l'archeologia
sotto l'aspetto spaziale, per comprendere
che numerosi reperti ci parlano
dei fratelli giunti fino a noi dal cosmo.
Si dovrà frugare nei polverosi archivi
degli osservatori astronomici di tutto il mondo
per trovare le osservazioni di oggetti sconosciuti
effettuate dagli astronomi nei secoli passati;
rimeditare le Sacre Scritture
di tutte le Religioni del nostro pianeta
per comprendere la possibilità che siano stati
i nostri Fratelli Extraterrestri ad edificarle.
Se si prende visione dei Libri Sacri dei popoli
di tutta la Terra, leggendoli con l'aiuto dell'intuizione,
si vedrà che i Carri Celesti delle Scritture dell'India,
della Cina e delle Americhe,
il Serpente Piumato del Popul Vuh,
la Bibbia degli indiani Quiché del grande ceppo dei Maya,
l'Uccello di Fuoco degli indiani Hopi,
i Testi Sacri del Lamaismo nel Tibet,
i Carri di Fuoco dell'Antico e del Nuovo Testamento,
sono la stessa cosa dei Vimana degli indiani asiatici,
dei Mezzi Potenti degli Dei di Omero,
dei Globi e gli Scudi in cielo di Cicerone,
Ossequente, Plinio il Vecchio, Seneca, Valerio Massimo e
Senofonte, delle Sfere e i Tubi di Lycostene e
dei dischi volanti della nostra epoca,
con la sola differenza che tali avvistamenti
sono raccontati in una forma mistica e
reverenziale ed interpretati alla luce
delle conoscenze del tempo.
Naturalmente con queste affermazioni
non si vuole dissacrare nulla,
ma soltanto chiarire che questa «aviazione cosmica»
ha sempre operato e continua ad operare
nel nostro pianeta e che i suoi scopi sono di ordine
e origine trascendentali.
Oggi, leggendo le testimonianze dei testi sacri
e relazionandole a quelle dei contattisti moderni,
abbiamo la possibilità di comprendere la realtà cosmica
e sovrannaturale dei visitatori provenienti dallo Spazio.
Circa la possibilità di altre forme di vita nel cosmo,
un grande teologo, il domenicano Padre Monsambré,
si espresse così:
«Perché gli astri non dovrebbero essere popolati
da esseri meno grandi degli Angeli, ma più grandi di noi?
Tra la vita intuitiva dei puri spiriti e
la nostra vita composta, ragionevole e
vegetativa vi è certamente luogo per altre vite e,
non si potrebbe pensare che il Divino Pastore
abbia lasciato negli spazi le 99 pecorelle
per venire a cercare quaggiù la centesima?»


Giorgio Dibitonto




Non ho mai detto che sarebbe stato facile.
Ho solo detto che con il cuore ci sareste arrivati .

Coscienza Cristica






“Uomo della Terra, noi non veniamo dai nostri mondi
a parlare alla tua intelligenza,
ma a parlare alla tua Coscienza.
Oggi non è più tempo di Filosofie,
ma è tempo di Realtà.
E la Realtà è desolazione,
è l'agonia della Terra.
Non rimanete stoltamente sordi alle nostre esortazioni.
Se lo scopo della vostra esistenza
continuerete a concepirlo attraverso il binomio SCIENZA-DENARO,
non riuscirete a porre un valido argine
al dilagare dei molti mali che l'eccessivo
e feticistico amore a tali idoli va procurandovi.
Ancora v’inchinate e servite ad essi e
li innalzate ad emblemi del vostro vivere,
mentre l'orrore dell'equilibrio ecologico sovvertito,
il dilagare della violenza,
l'inquietante instabilità della crosta terrestre,
non vi paiono bastanti avvisi
del pauroso traguardo verso il quale
il vostro decantato progresso è fatalmente arrivato.”


tramite Eufemio del Buono


















homepage ::: biografia ::: gallery ::: guestbook ::: contatti

Sito Online di Euweb